Prima prova maturità 2018 saggio breve letterario: guida e tracce

saggio breve letterario prima prova matuirtà 2018

Come si fa un saggio breve artistico letterario? Ecco una guida, le tracce prima prova maturità 2018. In questo articolo ti spiegheremo come va strutturata la prova, l’analisi delle fonti e la stesura del testo dei saggi brevi in ambito artistico-letterario.

Tipologia B – Saggio breve


Il saggio breve è una delle quattro alternative tra cui potrai scegliere il giorno della prima prova maturità 2018. Aspettando le possibili tracce prova di maturità 2018 è il caso che cominci a pensare a come muoverti in caso scegliessi il saggio breve. In questa guida riceverai delle indicazioni utili per svolgere, tra le varie tipologie proposte, il saggio breve artistico-letterario.

Tracce della prima prova maturità saggio breve letterario 2018


Per quanto riguarda il saggio breve, il giorno della prima prova ti troverai davanti quattro tipologie tra le quali scegliere:

- saggio breve artistico-letterario

- saggio breve tecnico-scientifico

- saggio breve socio-economico

- saggio breve storico-politico

In ognuno di questi ambiti verrà proposto un argomento centrale corredato da una serie di documenti, le fonti a cui dovrai attingere per sostenere la tua tesi e che dovrai integrare con le conoscenze provenienti dal tuo bagaglio culturale.

Puoi scegliere se sviluppare il tema dell’ambito scelto sotto forma di saggio breve o di articolo di giornale. In entrambi i casi ci sono alcune regole da rispettare: lo scritto deve avere un titolo e non può superare le cinque colonne di foglio protocollo. Se la scelta ricade sull’articolo di giornale, inoltre, dovrai anche indicare il tipi di testata sulla quale immagini potrebbe essere pubblicato.

Parliamo ora nello specifico del saggio breve artistico-letterario.

In cosa consiste il saggio breve letterario?


Il saggio breve letterario parte con l’analisi di una serie di documenti e materiali presenti nel dossier che ti verrà consegnato il giorno della prima prova. Questi documenti sono opere d’arte, brani tratti da romanzi, poesie e articoli scelti dal MIUR per dare la possibilità allo studente di sviluppare una propria tesi in merito all’argomento trattato. I documenti serviranno per argomentare la tesi sostenuta. In questo caso il tema centrale sarà, ovviamente, di tipo artistico-letterario; spesso si tratta di tematiche legate, per esempio, alla poetica di uno scrittore o agli sviluppi di una certa corrente artistica. Può essere anche un saggio il cui tema centrale sono diverse interpretazioni di una data questione o di una problematica legata alla cultura.

Quando scegliere il saggio breve letterario?


Scegli questa tipologia di prima prova maturità 2018 se non hai una particolare attitudine per argomentazioni rigorose e scientifiche; avrai un più ampio margine di manovra per esprimere la tua opinione e il tuo punto di vista. Il tuo punto forte deve essere la capacità di riuscire ad argomentare la tua tesi in maniera completa e coerente.

Se scegli questo tipo di traccia devi essere preparato sul versante umanistico. Devi saper sostenere il tuo pensiero corredandolo di esempi presi dalla tua formazione artistico-letteraria, oltre che da quelli presi dal dossier fornito all’inizio della giornata.

L’analisi delle fonti nel saggio breve artistico-letterario


Per fare un buona saggio breve artistico-letterario è fondamentale capire a fondo il tema cardine della traccia e i documenti annessi. Sarà importante anche saperli collocare nei vari orientamenti ideologici. Fondamentale è quindi leggere con estrema attenzione i documenti. In ogni testo ti conviene sottolinearne i punti chiave e annotare delle osservazioni sulla forma (se si tratta di un testo in prosa, una poesia, una lettera). Per quanto riguarda le immagini butta giù due righe che chiariscano per ognuna il significato e il rapporto col tema centrale del saggio.

A questo punto dovrai disporre le fonti in ordine cronologico e creare un filo conduttore che colleghi in maniera logica tutti i documenti. Altra utile divisione è quella che vede da una parte i documenti a sostegno di una certa tesi e dall’altra i documenti a sostegno di quella opposta.

Finito tutto questo procedimento dovresti avere le idee chiare sull’argomento e riuscire a formulare una tua posizione in merito. Chiediti: cosa ne penso io? Una volta capita la tua posizione rispetto all’argomento seleziona i documenti utili per sostenere la tua tesi e dividili da quelli che invece utilizzerai per l’antitesi. In questo frangente non è necessario utilizzare tutti i documenti forniti nel dossier, ti basterà scegliere quelli che fanno al caso tuo.

Oltre ai documenti, argomenta la tesi anche con le tue conoscenze personali. Artisti, poeti, scrittori, musicisti: chiunque abbia parlato dell’argomento e detto cose significative a sostengo della tua opinione deve far parte del tuo testo. Così facendo dimostrerai di avere un pensiero critico e una buona visione di insieme, facendo capire alla commissione che la tua preparazione va al di là dei documenti forniti.

La struttura del saggio breve artistico-letterario


Una volta analizzati i documenti forniti in maniera approfondita dovrai strutturare il tuo componimento nel modo che segue:
  1. Titolo
  2. Introduzione e presentazione argomento
  3. Corpo centrale del testo che si articola in: tesi, in cui dovrai spiegare il tuo pensiero riguardo l’argomento proposto citando i documenti utili del dossier. Antitesi, dove citerai i documenti che hanno una visione opposta rispetto al tuo pensiero (questo per fornire al lettore una visione a tutto tondo dell’argomento centrale). Sintesi: in questa parte dovrai riaffermare la tua tesi nella maniera più chiara possibile rafforzandola con gli argomenti contro l’antitesi. La tua tesi dovrà uscire vincitrice dallo scontro.
  4. Conclusione: deve essere concisa e convincente

Guida alla scrittura di un saggio breve letterario


Una volta organizzato tutto il materiale utile per scrivere allora potrai procedere con la stesura.

Per prima cosa stila una scaletta che rispetti la struttura tesi-antitesi-sintesi. Indica anche in quali punti inserirai le citazioni tratte dai documenti del dossier, così da avere un’idea precisa di dove parte e dove arriva il discorso.

Ricordati di rispettare tutte le regole stilistiche tipiche del saggio breve. Il linguaggio deve essere formale e impersonale con l’utilizzo di termini specifici relativi a narrativa, poesia e arte. Se hai conoscenze in merito all’autore del documento che stai citando, ben venga inserirle, a patto che siano coerenti col testo.

Una volta terminata la stesura prenditi cinque minuti di pausa e rileggi due volte l’elaborato. Verifica se c’è coerenza logica e la presenza di eventuali errori. A questo punto è il momento di trovare un bel titolo al saggio e ricopiarlo in bella.


Ilaria Roncone
Consigliato per te
Simulazioni terza prova: esercitati ora per passare
Skuola | TV
Maturità 2018: i consigli di Giulia Innocenzi - #primaprova

Skuola.net invita giornalisti di successo per parlare della #PrimaProva della Maturità 2018. Chiederemo a Giulia Innocenzi, responsabile del sito del programma Mediaset 'Le Iene', quali sono i principali fatti di attualità su cui i maturandi come te dovrebbero concentrarsi e come scrivere un perfetto articolo di giornale!

25 maggio 2018 ore 15:30

Segui la diretta