Maturità 2019, cosa cambia: Invalsi, crediti, alternanza, voto

Maturità 2019: sappiamo ormai bene che cambia, ma come lo farà? L'anno scolastico inizierà e breve e i ragazzi che cominceranno la quinta vorranno sicuramente sapere cosa devono aspettarsi a giungo prossimo. Vediamo, punto per punto, quali sono i cambiamenti finora approvati che andranno a influenzare la maturità 2019.


Leggi qui i dettagli della riforma della Maturità 2019 >>

Ammissione: 6 in tutte le materie o media del 6?

Questa è probabilmente un delle novità più grandi e che maggiormente faranno tirare un sospiro di sollievo ai ragazzi. Se prima, per essere ammessi alla maturità, era necessario avere la sufficienza in tutte le materie, adesso le regole cambiano. Il collegio docenti potrà ammettere, se lo ritiene, anche gli studenti a cui rimane un' insufficienza. La differenza, però starà nei crediti. Chi verrà ammesso con un'insufficienza avrà meno crediti di chi invece verrà ammesso con tutti 6. Un 6 che sarà obbligatorio per l'ammissione è quello in condotta, misura che mira a contrastare gli atti di bullismo a scuola.

Come sarà strutturata la prova d'esame?

Dal 2019 la struttura dell'esame di maturità subirà diversi cambiamenti: la terza prova sarà abolita e sarà obbligatoria la partecipazione ai test Invalsi come requisito di accesso alla maturità. Per quanto riguarda la commissione, invece, i commissari esterni saranno comunque tre più il presidente.
Vediamo nello specifico cosa cambia, prova per prova:
  • Prima prova: le tipologie analisi del testo e saggio beve potrebbero perdere il peso avuto finora e il voto massimo sarà 20 punti
  • Seconda prova: anche la seconda prova sarà oggetto di una novità in particolare. Le tracce potranno essere multidisciplinari e, come la prima, varrà 20 punti
  • Colloquio orale: durante il colloquio orale andrà presentata una relazione sull'alternanza scuola-lavoro e potrà valere massimo 20 punti
  • Crediti scolastici: il loro peso sarà maggiore, in tre anni si potranno avere 40 punti


Quale valenza avrà la prova Invalsi?

I test Invalsi si confermano come requisito di ammissione per la maturità 2019. ciò significa che per tutti gli studenti sarà obbligatorio svolgere i questionari di inglese, italiano e matematica al computer per fare la maturità. Il risultato di tali questionari, tuttavia, non avrà peso sull'ammissione né sul voto finale.
Sulle date il Miur si è espresso con un decreto fissando come finestra per lo svolgimento dei test Invalsi il periodo 4-30 marzo 2019.

Alternanza scuola-lavoro: quanto peserà?

Sulla questiona alternanza-scuola lavoro le intenzioni del MIUR non sono ancora chiare. Quello che sappiamo è che per la maturità 2019 le ore di alternanza scuola-lavoro costituiranno un requisito obbligatorio per essere ammessi alla maturità. Inoltre, in sede di colloquio, ogni studente dovrà presentare una relazione in merito al progetto svolto.
Il ministro Bussetti si è espresso in merito all'alternanza in questi giorni, chiarendo che entro fine settembre tutte le scuole sapranno le modalità e le ore di svolgimento dell'alternanza relativamente al nuovo anno scolastico.
Riguardo l'alternanza com'è stata finora il ministro ritiene che le ore – 400 per i tecnici e 200 per gli scientifici – siano troppe e che ci siano una serie di migliorie da apportare.

Crediti e voto: come cambiano

L'altra importantissima novità riguarda l'abolizione della terza prova. A partire dalla maturità 2019 le prove scritte saranno due, con conseguente cambiamento del punteggio e del peso di ognuna delle prove e anche dei crediti.
Nello specifico, il giudizio in centesimi rimane ma verrà dato un valore maggiore ai crediti che si possono acquisire negli ultimi tre anni, che passano da 25 a 40. La mancanza della terza prova farà aumentare la valenza delle altre due, che se prima prevedevano un massimo di 15 punti ciascuna dalla maturità 2019 varranno 20 punti. Anche il punteggio dell'orale cambierà, dandogli meno peso: dai 30 punti assegnati a chi eccelleva fino a questo momento, si passa a 20 punti.

Le modifiche annunciate dal ministro

Cosa prevede di fare il ministro Bussetti? Finora ha dichiarato: "Ci stiamo muovendo e tra breve interverremo per modificare alcuni aspetti dell’esame di Stato per il 2018-2019″. Su cosa l'attuale governo deciderà di intervenire, ancora non lo sappiamo, ma rimaniamo in attesa delle ulteriori novità per la maturità 2019.
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta