Maturità 2019 crediti scolastici: come cambia il voto

Il nuovo esame di Maturità 2019, come molti già sanno, prevede l’abolizione della terza prova. Rimangono quindi da sostenere le due prove scritte ed il colloquio orale finale. La prima prova è di italiano, mentre la seconda prova ha come materia quella caratterizzante in base al tipo di indirizzo scolastico. Per quanto riguarda l'esame orale finale, la prova viene mantenuta, ma cambia l'impostazione: rimane l’interrogazione relativa ai programmi svolti durante l’anno e alle competenze, ma si valuta anche la capacità argomentativa e di critica dello studente e soprattutto sull'esperienza di alternanza scuola lavoro.

Scopri la riforma della Maturità 2019 >>

Scopri le date della Maturità 2019 >>

Tabella crediti scolastici: voto maturità 2019


Oltre all'esame, però, con la riforma Maturità 2019 cambiano anche i criteri di ammissione. I maturandi per l’anno scolastico 2018/2019 non dovranno più necessariamente avere la sufficienza in tutte le materie. Basterà avere la media del 6, per la quale verrà contato anche il voto in condotta. In alcuni casi, la commissione può valutare l’ammissione dello studente, motivata dal consiglio di classe, in caso di una sola insufficienza, purché essa non sia in condotta.
Con la riforma del nuovo esame di Stato, il voto finale resta sempre in centesimi, ma si darà maggior peso al percorso fatto durante l’ultimo triennio.
La votazione finale terrà conto dell’andamento scolastico tenuto durante il triennio finale, i crediti scolastici passano dal massimo di 25 attuali a ben 40 crediti (12 per il terzo anno, 13 per il quarto, 15 per il quinto). La votazione finale resta in centesimi.

Calcolare i crediti scolastici per la Maturità 2019

Attenzione, però. Il nuovo calcolo sarà valido per i ragazzi che inizieranno il triennio a partire dall’anno scolastico 2017/2018. Per quanto riguarda invece i ragazzi che hanno già cominciato il triennio, e che quindi affronteranno la Maturità 2019, occorrerà convertire crediti acquisiti fino a quest’anno. Svolgeranno per primi questo nuovo esame di Stato gli studenti che nel 2016/2017 hanno frequentato e superato la terza classe delle scuole secondarie di II grado. Il loro punteggio di credito che è stato assegnato fino ad un massimo di 8 punti verrà convertito fino ad un massimo di 12 punti. Infatti il nuovo credito conterà fino a 12 punti nella terza classe, fino a 13 punti nella quarta classe e fino a 15 punti nella quinta classe, per un totale massimo di 40 punti. Il Miur ha creato una tabella di conversione, in modo che per ogni studente sia calcolato il numero di crediti nuovo corrispondente ai crediti già acquisiti.

Voto e punteggio prove maturità 2019

Le due prove di Maturità acquistano un punteggio massimo di 20, anziché 15 come era nella formula precedente. Il medesimo punteggio di 20 crediti è assegnato al colloquio orale, in questo caso diminuiti rispetto ai 30 precedenti.


Skuola | TV
Il Vicepremier Matteo Salvini risponde agli studenti - #MeetMillennials

Con il Vicepremier e Ministro dell'Interno parleremo di attualità, scuola e molto altro. Curioso di scoprire cosa dirà? Non perdere la puntata!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta