Maturità 2018: arriva la Guida intergalattica per maturandi disperati

Redazione
Di Redazione

Sin dal primo giorno del quinto anno, i professori parlano dell’esame di stato, a volte spaventando gli alunni e non chiarendo i loro dubbi. La “Guida intergalattica per maturandi disperatiè stata ideata dalle associazioni studentesche Rete degli Studenti Medi, Unione degli Universitari e Finalmente Sceglierai per chiarire i dubbi di altri studenti e per aiutarli ad affrontare al meglio la tanto temuta Maturità 2018. Quindi, se anche tu sei un maturando disperato, questa guida ti permetterà di capire meglio com’è strutturato l'esame di Stato e ti darà diverse dritte utili.

Di cosa parla la guida?


Crediti scolastici
L’assegnazione di crediti è la prima cosa da capire per quanto riguarda la preparazione alla maturità. Esistono due tipi di crediti:
Scolastici, dipendono esclusivamente dal rendimento e,di conseguenza, dalla media dei voti.
Formativi, vengono attribuiti a discrezione di ciascun consiglio di classe, sulla base di attività extracurricolari. Se non lo hai già fatto, pertanto, informati sulle attività che ti permettono di ottenere questo tipo di crediti (in genere si tratta di partecipazioni a corsi di lingua o di attività sportive a livello agonistico)
Lo scopo dei crediti è quello di far influire il percorso che lo studente ha fatto negli ultimi tre anni di liceo sul voto finale della maturità.

Simulazione delle prove
La simulazione delle prove permette ai ragazzi di non arrivare completamente impreparati all’esame. Inoltre, in sede d’esame, il consiglio di classe deve proporre alla commissione una o più tipologie di terza prova sulla base delle esercitazioni svolte durante l’anno corrente o quelli precedenti.

Commissione
La commissione è costituita da:

• 3 commissari esterni
• 3 commissari interni
• Il presidente di commissione.
Una dritta: approfitta dei gruppi Facebook provinciali per sapere qualcosa in più sui tuoi commissari esterni. Alcuni dei ragazzi che fanno parte del gruppo potrebbero averli come professori e darti qualche consiglio!

Prima prova 2018
La prima prova è scelta dal MIUR,si tratta del tema di italiano. Avraia disposizione 6 ore, potrai portare il dizionario e potrai scegliere tra queste tipologie di tracce:
• Analisi del testo;
• Saggio breve e articolo di giornale;
• Tema di argomento storico;
• Tema di ordine generale o d’attualità.

Seconda prova 2018
Riguarda il completamento di una prova tra le materie più importanti del tuo indirizzo ( per il liceo classico si tratta di greco o latino, per lo scientifico fisica o matematica,mentre per il linguistico inglese o l’altra lingua scelta).

Terza prova
È l’unica prova non ministeriale. Varia da classe a classe ed è strutturata in maniera diversa anche a seconda del tuo indirizzo.

Orale
Il candidato ha a disposizione 10 minuti per esporre la propria tesina. Poi, ogni commissario ti potrà fare domande per 10 minuti. La valutazione va da 1 a 30 e la sufficienza è 20.

Scrutini

• Il primo scrutinio ha luogo alla fine delle lezioni. Se lo studente non ha materie al di sotto del 6 viene automaticamente ammesso agli esami.
• Il secondo scrutinio ha luogo al termine dell’ultimo esame orale: vengono decisi i voti e l’eventuale assegnazione dei 5 punti bonus.
Adesso sai praticamente tutto per l’esame di maturità e sei pronto per affrontarlo al meglio, buona fortuna!


Vittoria Esposito.
Consigliato per te
Simulazioni terza prova: esercitati ora per passare
Skuola | TV
La Fidanzata Psicopatica ospite della Skuola Tv

Il suo vero nome è Selene Maggistro ed è seguitissima per aver fatto dello stalking social una vera e propria bandiera. Ma come è nato il suo successo? Non perdere la nostra videochat per saperlo!

23 maggio 2018 ore 16:30

Segui la diretta