Maturità 2020 Prima Prova: temi, autori, novità

manliogrossi
Di manliogrossi
Maturità 2020: tutte le novità della prima prova

Per gli studenti del quinto anno, a giugno ci sarà l'appuntamento con la tanto temuta Maturità 2020. Ad agitare i ragazzi, oltre all’esame in sé, sono soprattutto le novità della riforma che riguardano in particolare la prima prova, quella di italiano, uguale per tutti gli indirizzi scolastici.
Non sei a conoscenza di questi cambiamenti? Tranquillo, ci pensiamo noi di Skuola.net ad aggiornarti! Scopri di cosa si tratta!

Guarda anche:
Prima prova maturità 2020, come si svolge?
Data prima prova maturità 2020, quando iniziano gli esami di maturità
  • Prima prova Maturità 2020: cosa portare all'esame
  • Temi di italiano Maturità 2020: le probabili tracce e autori


  • Prima prova Maturità 2020: più autori per l’analisi del testo

    Dopo la riforma, l'analisi del testo, la tipologia A di traccia, cambia volto. Il Miur, infatti, ha deciso che la tipologia A proporrà due diverse tracce, e amplierà il parterre di autori da cui attingere. Cosa significa? Che avrai davanti due brani di due differenti autori, di epoche diverse. Oltre a scrittori del ‘900, poi, potresti trovarti di fronte anche autori della seconda metà dell’800 (dopo l'Unità d'Italia), come annunciato dal ministero.

    Prima prova Maturità 2020: il testo argomentativo

    Altri cambiamenti riguardano la Tipologia B, quella che ogni anno la maggior parte dei maturandi predilige nello svolgimento della prima prova. Il saggio breve o articolo di giornale sono spariti. Al loro posto, ha fatto la sua apparizione il testo argomentativo. Saranno proposte 3 diverse tracce su diversi ambiti del sapere, con presenza di documenti a supporto. Anche riguardo questi ultimi, considerati in passato una manna dal cielo dai maturandi, è stato modificato qualcosa. Infatti i testi a disposizione per il testo argomentativo sono di meno: ce ne sarà uno solo da cui partire per dimostrare la propria tesi. Inoltre, saranno presenti delle domande di comprensione bisognerà saper rispondere.

    Prima prova Maturità 2020: due tracce di tema di attualità

    La Tipologia C presenta allo studente due tracce su argomenti contemporanei, su cui elaborare un tema. Il vecchio tema di ordine generale raddoppia, quindi, e sparisce il tema storico.
    Elementi di Storia, tuttavia vengono recuperati tra gli argomenti delle altre tracce. Ultimamente il nuovo ministro Fioramonti si è espresso sull'opportunità di reinserire la storia all'esame, pur senza compromettere la stabilità di quest'ultimo. Staremo a vedere cosa deciderà il Miur.

    Prima prova Maturità 2020: il voto massimo

    Queste prime novità non ti sono piaciute? Magari questa potrebbe farti spuntare il sorriso.
    Con la riforma entrata in vigore nel 2019, infatti, il voto massimo arriva a 20 punti, mentre in passato si fermava a 15 punti. Con l'abolizione della terza prova, le prove d'esame sono tre (prima, seconda e orale) da 20 punti massimi l'una. Con i 40 punti di credito dal triennio (anche questi aumentati rispetto all'esame pre-riforma) si arriva a 100.

    Prima prova Maturità 2020: la data e il tempo

    Oltre a queste novità, è bene che tu sappia quando dovrai presentarti a sostenere la prima prova della Maturità 2020. Il Miur ha già annunciato la data, mercoledì 17 giugno. Per quanto riguarda la durata per completare lo scritto di italiano è rimasta invariata, ovvero 6 ore. Avrai quindi tutto il tempo a disposizione per scegliere la traccia che ti piace di più tra quelle proposte e svolgerla al meglio!

    Manlio Grossi
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata!

    Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Seguici e lo scoprirai!

    20 novembre 2019 ore 15:30

    Segui la diretta