Maturità 2020: cosa succede se manca il commissario

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
assenza commissario

La Maturità 2020 sarà sicuramente diversa da tutte quelle che l’hanno preceduta. Infatti quest’anno l’esame di Stato vedrà al suo interno un’unica prova, il maxi orale di Maturità, che varrà complessivamente il 40% del voto finale di Maturità. Un’altra novità importante di questo 2020 è composizione della Commissione d’esame 2020.
Quest’anno infatti la commissione non sarà mista, com’è sempre stata nelle ultime edizione, ma sarà interna con il presidente di commissione esterno. Ma se uno dei commissari dovesse mancare, come si dovrebbe procedere? Scopriamolo insieme.


Manca un commissario: ecco come sarà sostituito Maturità 2020

La Commissione di Maturità 2020 sarà formata da sei professori interni alla classe e un Presidente di Commissione che sarà l’unico membro esterno dell’intera commissione d’esame. Quindi, cosa potrebbe succedere se uno dei professori incaricati di essere i commissari interni di una commissione d’esame dovesse assentarsi? L’esame sarebbe annullato? Ovviamente no, ma potrà essere sostituito: la richiesta di sostituzione dovrà partire dal dirigente scolastico, e tutti i docenti utilizzabili per le sostituzioni, con esclusione del personale con rapporto di lavoro di supplenza breve e saltuaria, dovranno rimanere a disposizione fino al 30 giugno 2020. Per le assenze di breve durata, quindi se un commissario dovesse assentarsi per non più di un giorno, saranno interrotte tutte le operazioni d’esame relative al giorno stesso. In caso di assenza prolungata, il commissario assente è tempestivamente sostituito per la restante durata delle operazioni d’esame. Ma come dovrà essere sostituito?


Le sostituzioni dei commissari: Maturità 2020

Quindi, in caso dovesse essere resa necessaria la sostituzione di un candidato, la dirigente scolastica dovrà inoltrare la richiesta, e a quel punto si seguirà questo ordine di priorità, come riportato dal portale Tecnicadellascuola.it:
  • a) individuazione e nomina di docente della medesima disciplina o in possesso di relativa abilitazione o in subordine titolo di studio, in servizio presso l’istituzione scolastica sede d’esame;
  • b) individuazione e nomina di docente di disciplina affine o in possesso di relativa abilitazione o in subordine titolo di studio, in servizio presso l’istituzione scolastica sede d’esame;
  • c) individuazione e nomina di docente della medesima disciplina o in possesso di relativa abilitazione o in subordine titolo di studio, cui affidare incarico di supplenza per la durata degli esami di Stato;
  • d) individuazione e nomina di docente di disciplina affine o in possesso di relativa abilitazione o in subordine titolo di studio, cui affidare incarico di supplenza per la durata degli esami di Stato;
  • e) nel solo caso in cui non sia possibile individuare i docenti di cui alle precedenti lettere, individuazione e nomina di docente di altra disciplina, secondo il seguente ordine di priorità:
    • docente del consiglio di classe corrispondente alla sottocommissione;
    • docente in servizio presso l’Istituzione scolastica sede d’esame;
    • docente cui affidare incarico di supplenza per la durata degli esami di Stato.
Skuola | TV
Buone vacanze!

La Skuola Tv torna a settembre, nel frattempo continua a seguirci!

1 settembre 2020 ore 11:00

Segui la diretta