Come funziona il maxi orale di maturità 2020: guida pratica

manliogrossi
Di manliogrossi
come funziona il maxi orale

Si avvicina il ]maxi orale Maturità 2020 ma ancora molti di voi non hanno le idee molto chiare su come si svolgerà l’esame. Tanti i dubbi e le perplessità che affiggono i migliaia di maturandi come voi che a giugno dovranno affrontare il primo esame della vita. Per aiutarvi, noi di Skuola.net abbiamo deciso di fare un po’ di chiarezza a riguardo!

Guarda anche:


Maturità 2020: il maxi orale


Per la Maturità 2020 le prove scritte sono state annullate a causa della pandemia che ha sconvolto l'intero pianeta.
Sparite quindi la prova di italiano e lo scritto di indirizzo, rimane solo un'unica prova, il colloquio, ribattezzato "maxi orale" perché vedrà una nuova formula che, in circa un'ora, condenserà le parti principali delle tre prove dell'esame di Stato.

Maturità 2020: il punteggio del maxi orale


Per quanto riguarda il punteggio delle singole prove, non essendoci più le prove scritte (ma solo per quest'anno), molto è cambiato rispetto alle passate edizione. Nello specifico i punteggi verranno così assegnati:
-60 punti max per il credito scolastico
-40 punti max per la prova orale
Si arriva quindi a 100 o a 100 e lode in caso la commissione, all'unanimità, decida di concedere questo voto eccellente. Chi ha svolto un esame particolarmente brillante può contare su 5 punti bonus che possono assegnare i prof. Attenzione, i 5 punti bonus non possono contribuire per arrivare alla lode, ma solo al 100.



Maxi orale Maturità 2020: i commissari e il presidente di commissione


Per quanto riguarda la commissione che valuterà gli elaborati e il maxi orale dei maturandi, il numero di chi la comporrà rimane invariato, ma la commissione sarà composta per intero da membri interni alla classe, ad eccezione del presidente. Sei quindi i commissari, tutti interni, a cui va poi aggiunto il Presidente della commissione, che invece è esterno.

Maxi orale Maturità 2020: come funziona


Nel Nuovo maxi orale di Maturità, della durata di circa un'ora, sarà rispettata una specie di scaletta che si divide in 5 fasi:


  • Esposizione di un elaborato scritto sulle materie di indirizzo: si tratta di un lavoro, concordato con i rispettivi docenti entro il 1° Giugno, che i candidati devono consegnare in forma scritta alla commissione entro il 13 giugno e che poi dovranno esporre oralmente in sede di esame. Questa prima “fase” del colloquio è finalizzata a colmare la mancanza della seconda prova scritta.

  • Analisi del testo: ai candidati sarà richiesta l’analisi del testo orale di un brano fra quelli inseriti nel programma di italiano del medesimo anno scolastico. Dovranno quindi analizzare il testo dal punto di vista retorico, stilistico, storico e contenutistico. Questa seconda “fase” del colloquio è finalizzata a colmare la mancanza della prima prova scritta.

  • Percorso interdisciplinare: il terzo momento è costituito dalla somministrazione da parte della commissione di materiale di varia natura (un testo, un quadro, una tabella, un problema) da cui il candidato dovrà cogliere il filo conduttore che lo connette alle altre materie per intessere un discorso interdisciplinare ben strutturato e coerente con il tema di fondo.

  • Illustrazione del percorso di PCTO (ex alternanza scuola-lavoro): il candidato esporrà la propria esperienza di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento) con l’ausilio di una presentazione multimediale o di una relazione scritta, nella quale evidenzierà l’aspetto formativo dell’esperienza.

  • Domande di Cittadinanza e Costituzione: il candidato dovrà rispondere alle domande di Cittadinanza e Costituzione formulate dalla commissione. Sarà inoltre possibile trattare alcuni argomenti della materia anche in relazione all’emergenza sanitaria e ai cambiamenti drastici che essa ha comportato nella società.



Le norme di sicurezza per il maxi orale maturità 2020


Ecco una sintesi delle principali misure di sicurezza per poter svolgere il maxi orale di maturità 2020.

  • Il calendario di convocazione dovrà essere comunicato preventivamente sul sito della scuola e con mail al candidato tramite registro elettronico con verifica telefonica dell’avvenuta ricezione.


  • Il candidato può richiedere alla scuola un documento che attesti la convocazione e che gli dia precedenza di accesso ai mezzi pubblici per il giorno dell’esame.


  • Il candidato dovrà presentarsi a scuola 15 minuti prima dell’orario di convocazione previsto e dovrà lasciare l’edificio scolastico subito dopo l’espletamento della prova.


  • Il candidato potrà essere accompagnato da una sola persona.


  • All’ingresso della scuola non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea.


  • All’atto della presentazione a scuola il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno produrre un’autodichiarazione che attesti assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di espletamento dell’esame e nei tre giorni precedenti; di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.


  • In caso di malattia, quarantena o contatti con persone positive, il candidato non dovrà presentarsi all’esame, producendo tempestivamente la certificazione medica al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero.


  • La scuola deve rendere disponibili prodotti igienizzanti per i candidati e il personale della scuola, in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, per l’accesso al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame per permettere l’igiene frequente delle mani.


  • L'aula destinata allo svolgimento dell’esame di stato dovrà prevedere un ambiente sufficientemente ampio che consenta il distanziamento di seguito specificato, dotato di finestre per favorire il ricambio d’aria; l’assetto di banchi/tavoli e di posti a sedere destinati alla commissione dovrà garantire un distanziamento – anche in considerazione dello spazio di
    movimento – non inferiore a 2 metri


  • Il candidato dovrà essere distante 2 metri (compreso lo spazio di movimento) dal componente della commissione più vicino. Le stesse misure minime di distanziamento dovranno essere assicurate anche per l’eventuale accompagnatore e l’eventuale Dirigente tecnico in vigilanza.


  • E' opportuno che la scuola preveda percorsi dedicati di ingresso e di uscita, chiaramente identificati con opportuna segnaletica di “Ingresso” e “Uscita”, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi in ingresso e in uscita, mantenendo ingressi e uscite aperti.


  • La commissione, il candidato, l’accompagnatore e qualunque persona dovesse accedere al locale dove si svolge l’esame dovrà procedere all’igienizzazione delle mani. Pertanto NON è necessario l’uso di guanti.


  • Tutti dovranno indossare la mascherina o la mascherina di comunità (si definiscono mascherine di comunità “mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multi-strato idonei a fornire un’adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso), ma il candidato potrà abbassarla durante l'esame mantenendo i 2 metri di distanza dalla commissione


  • Manlio Grossi
    Skuola | TV
    Buone vacanze!

    La Skuola Tv torna a settembre, nel frattempo continua a seguirci!

    1 settembre 2020 ore 11:00

    Segui la diretta