Esame terza media 2018: novità, date e informazioni

Marcello G.
Di Marcello G.

esami terza media 2018 le novità sulle prove e sui test invalsi

Grandi novità per gli studenti delle scuole medie. È stato firmato regolamento che dovrebbe illustrare nel dettaglio come funzioneranno gli esami di terza media dal prossimo giugno 2018. Uno dei principali decreti attuativi della legge 107 – la ‘Buona scuola’ – non solo ha riformato la maturità ma ha anche dato un deciso cambio di rotta all’esame finale delle scuole secondarie inferiori. Meno prove scritte, più valore alla ‘carriera’ scolastica, Invalsi sì ma non agli esami: sono questi i punti principali della nuova licenza media. Con, in più, uno sguardo al futuro e alla tecnologia. Ecco, dunque, che forma dovrebbe assumere l’esame che andranno ad affrontare i circa 550mila studenti che hanno iniziato nel 2017.

Date esame di terza media 2018

Le date dell'esame di terza media non sono uniche per tutta Italia, ma sono le stesse scuole a decidere come e quando far sostenere scritti e orale ai candidati. Gli anni passati, il punto di riferimento era la data del test Invalsi terza media, ma con le novità del 2018 questo cambierà. Pur non essendoci quindi una data unica per l'inizio dell'esame di terza media 2018, per consuetudine possiamo ipotizzare che si svolga nella settimana tra l'11 e il 16 giugno, o al massimo quella successiva.

I test Invalsi spariscono dall’esame di terza media 2018

Partiamo dalla cosa forse più rilevante, quella che i ragazzi aspettano da tempo: nei nuovi esami di terza media non ci saranno le prove Invalsi. I test di lettura, logica e ragionamento sono sempre stati l’ostacolo più duro da affrontare. In molti casi hanno abbassato il giudizio finale. Non metterli tra le prove d’esame farà tirare un sospiro di sollievo a tanti ‘licenziandi’. Anche se non spariranno del tutto; semplicemente saranno collocati in un altro momento dell’anno: indicativamente nel mese di aprile. E superarli in maniera convincente diventerà uno dei requisiti per essere ammessi all’esame di giugno. Ma con un carico inferiore di stress i risultati potrebbe essere migliori.

Invalsi terza media in inglese e al Pc

Altra novità di rilievo, sempre collegata ai test Invalsi, è il debutto di una terza materia all’interno delle prove: oltre alle tradizionali italiano e matematica, infatti, ci sarà anche un questionario d’Inglese. Nel decreto inoltre, si specifica che le prove dovranno essere computer based, svolte utilizzando i pc. Il Miur definirà entro ottobre le istruzioni per lo svolgimento della prova comunicandole alle scuole.

Prove esame terza media 2018

Entrando nello specifico dell’esame vero e proprio, balza subito all’occhio lo ‘sconto’ sulle prove scritte che verrà fatto agli studenti. Non saranno più cinque (comprendendo l’eventuale compito nella seconda lingua straniera) ma solamente tre: italiano, matematica e una terza prova che verificherà le competenze in inglese. Terza prova a cui si aggiungerà il questionario nella terza lingua, qualora a scuola venisse insegnata anche un’altra lingua comunitaria (facoltativa). Dunque, niente più compiti separati ma una prova unica. Per l’inglese, verrà valutato il raggiungimento del livello A2, per la terza lingua del livello A1.

Prove scritte esame di terza media 2018

Per quanto riguarda le altre due prove scritte, invece, pochi i cambiamenti. Il tema d’italiano si baserà su 3 tracce. I ‘licenziandi’ potranno scegliere di sviluppare un testo di narrativa oppure l’analisi di un brano letterario ma anche una relazione su un argomento di studio o la sintesi di un testo scientifico/divulgativo. Una prova che potrà essere strutturata in più parti per verificare il livello di comprensione e sviluppo dei testi. Anche lo scritto di matematica avrà 3 tracce, tra cui scegliere: problemi articolati, quesiti a risposta multipla, domande a risposta aperta. L’orale, invece, punterà molto sulle capacità di collegamento tra le materie e sul pensiero critico.

Esame terza media, possibile debutto per le competenze computazionali

Ma una vera rivoluzione potrebbe essere l’introduzione della tecnologia ‘pura’ all’esame di terza media. Sviluppare nei ragazzi un corretto uso delle nuove risorse informatiche fa parte delle indicazioni date dal Consiglio superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) alle scuole. La strada scelta dal Miur, per ora, sembra quella di dare la possibilità alla commissione di inserire nozioni di informatica nella prova di matematica.

Commenti
Consigliato per te
Esame di terza media: scopri tutto sulle prove scritte in 5 minuti
Skuola | TV
Open Day Carlo Bo: scopri tutte le novità e gli sbocchi professionali!

Non perdere lo streaming dell'Open Day Carlo Bo dalla sede di Milano. Una mattina dedicata all'offerta formativa e agli sbocchi professionali. Scopri come diventare mediatore linguistico.

18 novembre 2017 ore 09:30

Segui la diretta