Ominide 2147 punti

Dallo stato liberale allo stato sociale

Lo stato liberale

Lo stato liberale si basa:
- Principio della divisione dei poteri e della pluralità degli organi costituzionali;
- Riconoscimento dei diritti civili e politici;
- Principio dell’uguaglianza formale.

-> Poteri: legislativo (parlamento), giudiziario (magistratura), esecutivo (governo o pubblica amministrazione). Il pluralismo degli organi garantisce la democrazia.

I diritti sociali

Lo stato liberale entra in crisi alla fine del XIX secolo quando, dopo aver ottenuto l’uguaglianza formale (diritti civili e politici), i cittadini vogliono conquistare i diritti sociali e attuare l’uguaglianza sostanziale.
Il riconoscimento dei diritti sociali segna il passaggio dallo stato di diritto al welfare state o stato sociale.
I diritti sociali devono garantire al cittadino una protezione e riguardano il campo economico, il lavoro, l’istruzione, la sanità, la tutela ambientale, la sicurezza personale, diritto all’assistenza sociale…

Il welfare state

Il Welfare State si afferma nei Paesi democratici occidentali dopo la Seconda guerra mondiale, quando si accetta il principio che tutti hanno diritto ad assistenza statale se sono in una situazione di bisogno.
Lo Stato sociale vuole assicurare a ogni cittadino i diritti sociali: lo Stato deve quindi aumentare la spesa pubblica in sanità, previdenza, istruzione, opere pubbliche… in questo modo la spesa pubblica è elevata.
Il Welfare State è l’insieme dei provvedimenti legge o amministrativi volti a migliorare le condizioni economiche delle classi più deboli. Si realizzano questi obiettivi attraverso la spesa pubblica, ovvero la spesa dello stato destinata alla collettività (sussidi, investimenti in servizi pubblici..). Il canale fondamentale attraverso il quale si erogano servizi pubblici è la creazione di infrastrutture pubbliche (scuole, ospedali, lavori pubblici, autostrade..).

Uguaglianza sostanziale

-> uguaglianza sostanziale: aiuto dato a chi si trova in disagio economico per riportare uguaglianza tra le varie classi sociali.
Si ha uguaglianza sostanziale se tutte le persone esercitano i diritti civili, politici e sociali.
Lo stato liberale garantiva uguaglianza formale, mentre il Welfare State deve assicurare l’uguaglianza sostanziale. Lo stato sociale incoraggia la partecipazione alla vita politica; nella società c’è una pluralità di partiti politici, che rappresentano le diverse ideologie.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email