giadaff di giadaff
Ominide 67 punti

I sistemi elettorali


In democrazia c'è suffragio universale, e i voti sono tutti uguali, non si pesano ma si contano. E qui sorge il problema: come contarli? Sembra evidente, e invece ci sono differenti modi di contare i voti, con diverse conseguenze anche sulla struttura dei partiti.
Ci sono due famiglie di sistemi elettorali: il sistema maggioritario e il sistema proporzionale.
Con il sistema proporzionale puro ogni partito riceve in Parlamento un numero di seggi proporzionale ai voti ricevuti dagli elettori. Se il partito "A", ha preso il 30% dei voti, avrà in Parlamento il 30% dei seggi. E se il partito "B", ha preso lo 0,5% dei voti, avrà in Parlamento lo 0,5% dei seggi. Perciò il Parlamento è una fotografia fedele degli orientamenti politici dell'elettorato. E' una cosa equa, che realizza in pieno il principio della rappresentatività per tutte le forze politiche, grandi e piccole.
Il problema è che l'esperienza ha dimostrato che con il sistema proporzionale si favorisce la frammentazione delle forze politiche, con una proliferazione di partiti e partitini che non aiuta la stabilità del sistema.
Appunto in nome della stabilità si sono introdotti altri sistemi di conteggio dei voti, che hanno in sostanza lo scopo di premiare i partiti maggiori, quelli che vincono le elezioni, con una rappresentanza in Parlamento superiore a quello che è il loro consenso elettorale, e dunque penalizzare i piccoli partiti inducendoli perciò ad aggregarsi alle grande coalizioni. Forse non è giusto (o forse sì), ma è funzionale allo scopo di creare maggioranze stabili.
Il sistema maggioritario uninominale prevede che il territorio dello Stato venga diviso in tanti collegi quanti sono i deputati da eleggere, e ogni collegio elegge un solo deputato, cioè il candidato che ha preso più voti.
Un altro sistema è quello di correggere il sistema proporzionale con una soglia di sbarramento (ad esempio il 5%) cioè un livello minimo al di sotto del quale si nega l'accesso in Parlamento.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email