Ominide 8291 punti

Ruoli del Consiglio del governo e dei ministri


Sebbene il presidente del consiglio goda di prerogative più eminenti rispetto a quelle di cui sono dotati i singoli ministri, l’organo centrale del governo è rappresentato dal consiglio dei ministri, formato dai ministri, ognuno dei quali risponde individualmente di tutte le iniziative relative alla materia di cui è competente.
Ciascun ministro, dunque, è contestualmente membro del consiglio dei ministri, di cui risponde, ma è anche singolo responsabile, quindi a livello individuale, della materia di interesse pubblico che è a lui affidata.
Il consiglio dei ministri è l’organo collegiale in cui viene determinato l’indirizzo politico generale. Nell’elenco dei vari atti che spettano al consiglio dei ministri figura anche la possibilità di deliberare l’iniziativa legislativa governativa, decreti legge e disegni di legge relativi al bilancio.
Non tutti i ministri del governo non svolgono compiti direttamente previsti dalla Costituzione, la quale si limita infatti a rimarcare il ruolo del presidente del consiglio e del consiglio dei ministri, organi che, considerati nel loro insieme, costituiscono il governo. La legge 400 istituzionalizza altresì ulteriori ruoli non direttamente previsti dalla Costituzione. La loro individuazione, dunque, è meramente eventuale ma estremamente ottimale.
La legge istituzionalizza e prevede il ruolo di specifici ministri; sono altresì previsti ulteriori ruoli ministeriali, detenuti dai cosiddetti «ministri senza portafoglio» che, pur facendo parte del governo, non sono responsabili di un ministero ed ha competenze specifiche di natura politica (per es. il ministro per i rapporti con il parlamento).
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email