Ominide 6603 punti

Il Consiglio dei ministri


Il Consiglio dei ministri è un organo collegiale formato dal Presidente del Consiglio, che lo presiede, lo convoca e ne fissa l'ordine del giorno, dai singoli ministri e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, che redige il verbale, ma non ha voto deliberativo.
Il suo funzionamento è disciplinato, oltre che dalle norme costituzionali, da un regolamento interno, emanato nel 1993, e dalle norme sull'ordinamento della Presidenza del Consiglio, fra cui la legge n. 400/1998 e il d.lgs. n. 303/1999.


Il Presidente del Consiglio


Il Presidente del Consiglio è in posizione diversa dai ministri, ma non è un loro superiore gerarchico: ha il potere di proporre la loro nomina al capo dello Stato, dirige e coordina tutta l'attività di Governo e ne è politicamente responsabile di fronte al Parlamento e al Paese. Non puo', pero', determinare di sua iniziativa le scelte politiche governative, perché questo compito spetta collegialmente a tutto il Consiglio dei ministri.


Articolo 95


"Il Presidente del Consiglio dei Ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l'unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l'attività dei Ministri.
I Ministri sono responsabili collegialmente degli atti del Consiglio dei Ministri, e individualmente degli atti dei loro dicasteri.
La legge provvede all'ordinamento della Presidenza del Consiglio e determina il numero, le attribuzioni e l'organizzazione dei Ministeri."
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email