Ominide 214 punti

Il presidente della repubblica

Il presidente della Repubblica è posto a capo dello Stato, ciò non deve però essere inteso come se implicasse il supremo potere di comando all'interno dello stato. Al presidente non spetta nessuno tra i 3 poteri dello stato, ma svolge importanti funzioni nel ambito di tutti e tre i poteri:

Nell'ambito del poterelegislativo:

- Ha il potere di sciogliere le camere, anche anticipatamente, purché non sia nel semestre bianco, ovvero gli ultimi sei mesi del suo mandato; però c'è ancora un' eccezione, può sciogliere le camere anticipatamente durante il semestre bianco se esso coincide con la fine della legislatura.

- Ha il potere di promulgare, o rinviare le leggi.

- Può inviare messaggi alle camere quando ritiene che ci siano dei problemi di particolare rilevanza, ma non spetta a lui indicare in che modo risolverli.

Nel ambito del potere esecutivo:

- Nomina il governo.
- Emana i disegni di legge del governo.
- Nomina le alte cariche dello Stato.
- Presiede il consiglio supremo della difesa.
- Comanda le Forze Armate.

In ambito del potere giudiziario:

- Concede la grazia.
- Nomina 5 giudici della corte costituzionale.
- Presiede il consiglio superiore della magistratura (CSM).

Infine nei confronti del corpo elettorale, indice le elezioni e i referendum.

Il presidente della repubblica è il simbolo dell'unità nazionale ed è il garante della Costituzione, perciò deve obbligatoriamente rispettare ciò che vi è scritto; altrimenti può essere messo in stato di accusa (impeachment) per due motivi:
- Per attentato alla Costituzione.
- Per alto tradimento.

In caso di accusa, il parlamento decide se accogliere la richiesta.
Nel caso in cui la richiesta venga accolta, il Presidente della Repubblica viene giudicato dalla corte costituzionale. (non dalla magistratura ordinaria)

Il Presidente viene eletto dal Parlamento in seduta comune insieme a tre delegati per ogni regione, ad eccezione della Valle d'Aosta, che ne ha solo 1.
Le votazioni avvengono a scrutinio segreto. Può essere eletto presidente della repubblica qualsiasi cittadino che abbia compiuto 50 anni e che goda dei diritti civili e politici. Il presidente dura in carica 7 anni ed è rieleggibile.
Alla fine del suo mandato se non viene rieletto diventa senatore a vita.

Il Presidente della Repubblica dispone inoltre di poteri onorifici e poteri nei rapporti con altri Stati.
Fanno parte dei poteri onorifici:
- Il potere di nominare cinque senatori a vita.
- Il potere di conferire le onorificenze della Repubblica.

Tra i poteri nei rapporti con altri Stati troviamo:
- Il potere di ricevere e accreditare gli ambasciatori.
- Il potere di ratificare i trattati internazionali.
- Il potere di dichiarare lo stato di guerra deliberato dalle camere.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità