Ominide 16555 punti

Forme di governo autocratiche


Negli stati che aderirono al comunismo, la repubblica socialista poteva configurarsi secondo due distinti modelli autocratici:
- la dittatura del proletariato, che presupponeva la concentrazione del potere nelle mani della classe precedentemente dominata e, di conseguenza, l’emarginazione della vecchia classe dominante (visione marxista);
- modello del socialismo realizzato, che si basava sull’eliminazione degli antagonismi fra classi sociali.

In entrambi i modelli un ruolo chiave era esercitato dal partito comunista. A prescindere dal modello adottato, le forme di governo praticabili erano:
- quella monocratica, costituita dall’unione del vertice dello stato, dell’esecutivo e del partito politico più rilevante;
- quella collegiale, generalmente presidenziale, di cui un esempio è offerto dall’attuale costituzione cinese.
La forma di governo può essere soggetta a mutamenti. A tal proposito si parla di «transizione», termine utilizzato principalmente per indicare il passaggio da ordinamenti monopolitici-autoritari a ordinamenti pluralisti e garantisti.
La transizione implica sempre un cambiamento, che ha inizio con la contestazione di un regime e termina con la sostituzione di determinati principi a quelli osservati in precedenza.
Il cambiamento può essere indotto da diversi fattori esterni di condizionamento o, come spesso accade, da enti esterni che lo impongono (in questo caso si parla di transizione etero-diretta). A tal proposito è rilevante il requisito della condizionabilità: per entrare a far parte di una determinata organizzazione internazionale o sovranazionale, gli stati sono spesso costretti ad adeguarsi a determinati criteri. L’articolo 49 del TUE, ad esempio, prevede come requisito per l’ammissione allUe il rispetto dei principi di libertà, di democrazia, dei diritti dell’uomo e dell’uguaglianza
Il caso emblematico di regime eteroimposto è rappresentato dalla Bosnia, dove un trattato internazionale ha determinato il contenuto del dettato costituzionale bosniaco. Il testo propone i principi del costituzionalismo liberale e prevede la separazione dei poteri.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email