Va95 di Va95
Ominide 14 punti

Pace non trovo e non ho da far guerra

Pace non trovo e non ho da far guerra
e temo, e spero; e ardo e sono un ghiaccio;
e volo sopra 'l cielo, e giaccio in terra;
e nulla stringo, e tutto il mondo abbraccio.

Tal m'ha in pregion, che non m'apre nè sera,
nè per suo mi riten nè scioglie il laccio;
e non m'ancide Amore, e non mi sferra,
nè mi vuol vivo, nè mi trae d'impaccio.

Veggio senz'occhi, e non ho lingua, e grido;
e bramo di perire, e chieggio aita;
e ho in odio me stesso, e amo altrui.

Pascomi di dolor, piangendo rido;
egualmente mi spiace morte e vita:
in questo stato son, donna, per voi.

Non sono sereno e non ho strumenti che mi ricambi l amore,
temo di non essere amato, ma lo spero; ardo di passione e sono ghiacciato dalla delusione;
volo nel cielo e cado bruscamente a terra;
non ho niente, ma voglio tutto il mondo.

Mi tiene prigioniero, non mi apre né chiude il suo cuore.
non mi ritiene suo né mi lascia libero;
non mi uccide l'Amore, ma nemmeno mi libera,
né mi vuole vivo, né mi libera del sentimento.

Sono accecato da quest'amore eppure grido di dolore;
desidero morire e allo stesso tempo chiedo aiuto;
odio me stesso e amo gli altri.

Mi nutro di dolore, piango e rido allo stesso tempo;
non mi importa di morire o vivere:
in questo stato mi hai ridotto, Laura, a causa tua.

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove