Video appunto: Moravia


All’interno di questo appunto viene descritta biografia dello scrittore Alberto Moravia, uno scrittore italiano facente parte della corrente lettararia del realismo. Sono riportate tutte una sequenza di informazioni riguardanti il suo percorso giovanile, la sua fama da scrittore, gli spostamenti in giro per il mondo, il ritorno in Italia, la carriera letteraria ed i premi ricevuti prima della sua morte avvenuta nel 1990.


Indice
Biografia di Alberto Moravia
Romanzi di Alberto Moravia
Pensiero letterario, critica e premi ricevuti
Da romanzo a film

Biografia di Alberto Moravia




    Alcune informazioni importanti sullo scrittore Moravia:
  • Egli nacque il 28 novembre del 1907 a Roma. Il suo vero nome era Alberto Pincherle. Era figlio di un benestante architetto. Fu un famoso giornalista italiano, scrittore di racconti e romanziere noto per i suoi ritratti immaginari di alienazione sociale e senza amore sessualità;

  • Fu una figura di spicco nella letteratura italiana del XX secolo;

  • Il suo acuto approccio moralistico si concentra principalmente sulle società borghese;

  • Fino al 1925, fu ricoverato in un ospedale di Cortina d'Ampezzo a causa di tubercolosi ossea chiamata osteomielite all’età di nove anni;

  • Studiò in questi anni francese, inglese e tedesco, divenne un lettore vorace e iniziò a scrivere narrativa all'età di 11 anni;

  • Nel 1925 all'età circa di 18 anni Moravia abbandonò il tubercolosario per trasferirsi a Bressanone;

  • Egli è stato per un periodo giornalista a Torino e corrispondente estero a Londra;

  • Moravia ha vissuto a Parigi e Londra e ha visitato gli Stati Uniti e il Messico (nel 1935), la Cina (nel 1937) e la Grecia (nel 1938);

  • Nel 1940 visse a Capri con la moglie, la scrittrice Elsa Morante;

  • Nel 1943, a causa dei rapporti negativi con il regime fascista, Moravia decise di nascondersi per circa nove mesi tra contadini e pastori vicino a Fondi. Successivamente alla guerra tornò a Roma;

  • Moravia morì il 26 settembre del 1990 a Roma;

  • La sua autobiografia “La vita di Alberto Moravia” è stata pubblicata nel 1990.



I romanzi di Alberto Moravia




  • Nel 1929 Moravia pubblicò il primo romanzo dal titolo “Gli indifferenti” e fu un successo immediato. All’interno viene narrato uno studio fortemente realistico sulla corruzione morale di una madre della classe media e di due dei suoi figli.

  • Nel 1930 Moravia si recò all'estero come giornalista per varie testate, attività che in seguito accompagnò sempre la sua scrittura creativa.

  • Nel 1944 scrisse il romanzo “Agostino”.

  • Nel 1947 scrisse il romanzo “La Romana”.

  • Nel 1948 scrisse il romanzo “La disubbidienza”.

  • Nel 1951 scrisse il romanzo “Il conformista”.

  • In tutti questi romanzi il tema trattato era l’isolamento e l’alienazione.

  • Nel 1957 scrisse “La ciociara” che racconta un adattamento alla vita italiana del secondo dopoguerra;

  • Nel 1960 scrisse il romanzo “La noia” che racconta la storia di un pittore incapace di trovare un significato né nell'amore né nel lavoro.



Pensiero letterario, critica e premi ricevuti




  • La maggior parte delle opere di Moravia tratta l'aridità emotiva, l'isolamento e la frustrazione esistenziale ed esprime la futilità della promiscuità sessuale o dell'amore coniugale come fuga;

  • I critici hanno elogiato lo stile crudo e disadorno dell'autore, la sua abilità narrativa e la sua capacità di creare personaggi autentici e dialoghi realistici;

  • Lo stile di scrittura di Moravia era molto apprezzato per essere molto duro e essenziale, caratterizzato da parole semplici e comuni in una sintassi sviluppata;

  • Uno stato d'animo complesso viene stabilito mescolando una proposizione che costituisce la descrizione di una singola osservazione psicologica mescolata con un'altra proposizione simile;

  • Moravia ha ottenuto diversi premi letterari, tra cui i premi Strega (1952) e Viareggio (1961);

  • Nel 1952, l'anno in cui cominciarono ad apparire le sue opere raccolte, la Chiesa cattolica romana mise tutti i suoi scritti all'Indice;

  • Le opere di Moravia sono state tradotte in 27 lingue.



Da romanzo a film




  • Molti dei libri di Moravia sono stati trasformati in film. Ricordiamo soprattutto “La ciociara”. Questo libro è stato tradotto in diverse lingue per essere letto in tutto il mondo ed è stato riprodotto diverse volte sia al cinema, teatro ma anche in televisione.

  • Viene narrata la storia di Cesira, una donna alla quale le era morto il marito e gestiva un negozietto insieme alla figlia di nome Rosetta, la quale era un’adolescente molto bella e religiosa. Entrambe si davano la forza per riuscire a vivere nella città di Roma, in momento abbastanza difficile come la Seconda Guerra Mondiale. Non appena l’esercito dei tedeschi arrivò a Roma, Cesira cercò di preparare in anticipo delle provviste e tutto ciò che serviva per sopravvivere e andar via insieme alla figlia Rosetta per dirigersi verso Ciociaria, la sua città d’origine.

  • Per circa nove mesi riuscirono a resistere nonostante le intemperie, aspettando l’arrivo delle truppe alleate. In realtà quella liberazione venne trasformata in tragedia poiché la giovane bella adolescente venne violentata da gruppi di goumiers (soldati marocchini dell’esercito francese). Questo tragico episodio andrà a sconvolgere le due povere donne da un punto di vista fisico e psicologico.

  • Mentre il romanzo “La ciociara” di Moravia venne trasformato in film diretto da Vittorio De Sica. La pellicola venne interpretata da grandi attori come Sophia Loren, Jean-Paul Belmondo, Eleonora Brown, Carlo Ninchi e Andrea Checchi.