Ominide 13 punti

“Il dramma è azione non filosofia


(Luigi Pirandello)

Il capocomico ha ruolo spesso assunto dal primo attore dunque si ha un rapporto tra teatro e filosofia.
Come il dramma scenico possa essere già di per se azione.
In Machiavelli la tecnica della scrittura trova nella parola lo strumento di costruzione del mondo. Dalle battute si può dedurre chi sono i personaggi ma anche la loro descrizione.
Per “Drammaturgia Consultiva” si intende quei testi trattali pubblicati dopo la messa in scena. Dunque il testo scritto con l’idea di rappresentazione scenica il testo pubblicato viene adattato alla messa in scena, e a questo punto si ha una pubblicazione finale del testo.

In questo ambito troviamo anche Shakespeare. In particolare si tratta della “dodicesima notte”, ovvero una commedia del 1601 ma è stata pubblicata nel 1622. Tale dramma pone delle questioni filosofiche: chi sono io? Come mi vedono gli altri?
La trama: Duca Orsino è innamorato di una ragazza di nome Olivia. Lei non ricambia il suo amore nonostante le varie richieste del duca. Vi è un naufragio nel quale si separano due gemelli: Viola e Sebastian. Viola crede che Sebastian sia morto. Viola dunque giunge alla corte di Orsino e ne rimane affascinata. Per entrare nella sua corte si traveste da uomo: dunque diventò il paggio di Orsino. Di conseguenza Orsino racconta a Viola di Olivia. Viola però tramite il racconto anch’essa si innamorò di tale Olivia. Ma nonostante ciò Orsino viene attratto anche da Viola travestita. Orsino chiede a Viola di farsi portavoce del suo amore nei confronti di Olivia. Viola, sotto le spoglie di Cesario, si reca presso la casa di Olivia. Viola nel frattempo si era innamorata di Orsino, perciò lei descriva il duca ad Olivia esprimendo in realtà il suo amore per Orsino. Olivia, sentendo la descrizione di Cesario si innamorò.
Il dramma viene raccontato attraverso i dialoghi e si fonda sulla parola che oltre ad costruire la realtà diventa anche azione. Le parole dunque diventano fisiche come se fossero nelle mani immaginarie che vanno a prendere le emozioni del pubblico.
Un altro drammaturgo è Goldoni. Si parla di “il servitore dei due padroni” che è un testo che è stato ricavato da un canovaccio della commedia dell’arte. All’inizio il dramma venie raccontato senza l’uso del dialogo. Poi in seguito decide di scrivere un’opera completa redigendo il copione. In questo dramma il gioco scenico in cui domina l’azione e non è presente alcuna figura retorica filosofica.
Personaggi sono un mercante, Pantalone, il quale ha una figlia di nome Clarice.
La filosofia sfrutti il teatro per esprime i propri pensieri. Le riflessioni filosofiche possono prendere dal teatro delle forme per sviluppare i propri contenuti.
La forma drammatica è in letteratura un testo in forma drammatica ma non sempre può avere contenuto triste. Di fatto il dramma è la forma di testo narrativo - discorsiva, scritta attraverso il dialogo.
Il “Dialogo costruttivo” è un dialogo in cui vengono introdotti due elementi in contrapposizione che interagiscono tra loro: tesi contro tesi. Pertanto con il termine “utilità” si indica la distruzione delle tesi contrapposte alla propria idea. Un esempio sono le testi di Platone che vengono contrapposte da quelle di Luciano.
Il grande artista Leopardi fece delle operette morali, ovvero ironiche. Inoltre feci ventiquattro componimenti di cui la maggior parte sono costituiti dalla forma dialogica con lo scopo di trasmettere un’idea precisa per convincere il lettore di questa idea.

La moda e la morte sono sorelle in quanto entrambe affondano le proprie radici nella caducità, nella mancanza di memoria. La morte uccide la memoria invece la moda si basa solo sul presente.
Il concetto “commercio” sta ad indicare l’acquistare degli oggetti che è un’azione appagante.
Infine si può acquisire che la letteratura drammatica corrisponda alla letteratura teatrale. La differenza che c’è tra la letteratura post – drammatica e la letteratura drammatica e la mancanza del racconto in forma dialogica.

Il teatro presenta una novità ossia un teatro legato formalmente legato a quello borghese nel quale la situazione racconta la scena e sostituisce il dialogo. Inoltre vengono trattati argomenti che riguardano l’ambito politico e sociale stimolando la riflessione dello spettatore. Dunque tra gli elementi innovativi troviamo anche la messa in discussione delle opere tradizionali.
Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email