Ominide 1407 punti

Lanterninosofia


La cosiddetta "lanterninosofia" è una teoria filosofica esposta da Mattia Pascal al proprietario della pensione in cui egli alloggia, Anselmo Paleari, il quale ama filosofeggiare.
Secondo questa teoria gli uomini hanno la possibilità di conoscere soltanto poco della realtà, poiché sono dotati di un lanternino che genera poca luce e che quindi non permette loro di avere una conoscenza completa della realtà: il mondo così come appare è soltanto un’illusione, generata dalla luce del lanternino che tende a tramutare la natura di ciò che ci circonda. Ogni epoca, infatti, proietta la luce dominante e quindi determinate virtù: ad esempio il lanternino di luce rossa è quello che ha generato la virtù pagana , ossia una pienezza di vita, in accordo con la mentalità pagana secondo cui l’uomo vive una vita sola, quella del mondo sensibile, mentre il lanternino di luce viola è quello che ha generato la virtù cristiana, ossia una mortificazione della vita, in accordo con la mentalità cristiana secondo cui la vera vita non è quella del mondo sensibile ma quella che l’uomo vive nell’aldilà.
Nell’epoca della modernità, però, secondo Mattia, il lume ha finito il suo olio sacro, sono cioè cadute tutte le certezze metafisiche tradizionali che aiutavano l’uomo a sopportare il peso dell’esistenza, come indica l'espressione “strappo nel cielo di carta”. Il cielo rappresenta la metafisica, ed è un cielo di carta, ovvero di un materiale fragile, non nobile. Il fatto che il cielo di carta sia bucato indica appunto il crollo delle certezze metafisiche: nulla esiste di metafisico, la realtà lascia al buio l’uomo che si trova da solo con il suo debole lanternino, privo di olio sacro.
L’uomo quindi non riesce a trovare dei punti di riferimento, prova un grande senso di disorientamento, non riesce a identificare delle certezze né nella realtà che lo circonda né dentro di lui, poiché tutto è in continuo divenire.
Il senso drammatico della coscienza moderna consiste nel fatto che l’uomo, per via del suo debole lanternino, non riesce a capire che l’essenza della vita è il divenire, sforzandosi di ottenere l’impossibile: trovare delle certezze metafisiche e inquadrare la propria identità entro certi parametri.
Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email