Tutor 46723 punti

Notizie biografiche di Giacomo da Lentini


Della vita di Giacomo da Lentini si hanno poche informazioni. Probabilmente è nato a Lentini all’incirca intorno all’anno 1210 e sarebbe morto sempre nello stesso luogo natio all’incirca nel 1260. E’ considerato come uno degli esponenti più importanti della celebre Scuola Siciliana ed è considerato come il vero e proprio padre fondatore del componimento poetico noto come sonetto. E’ sicuramente stato un funzionario della Corte dell’imperatore del Sacro Romano Impero, Federico di Svevia. La carica di funzionario gli è stata conferita anche dal Codice Vaticano Latino 3793. Nonostante le notizie circa la sua vita siano poche, Giacomo da Lentini, conosciuto anche come Jacopo da Lentini, sarebbe stato anche il comandante del castello di Garsiliato come testimonierebbe un documento dell’anno 1240. Egli avrebbe scritto circa 22 sonetti e 16 canzoni nell’arco di tempo compreso tra il 1233 ed il 1241. I suoi componimenti sono scritti in lingua volgare e come già è stato accennato egli è stato considerato come il fondatore per eccellenza della scuola poetica siciliana.
vita ed opere di Giacomo da Lentini

Caratteristiche del gruppo letterario noto come Scuola siciliana


La Scuola Siciliana, di cui Giacomo da Lentini ha fatto parte, è senz’altro una corrente letteraria molto innovativa rispetto alle altre, non solo per lo stile della scrittura, ma anche per il luogo in cui è nata e si è affermata; mentre alcuni gruppi letterari si sono affermati presso le grandi Corti dell’Italia settentrionale, quello della Scuola Siciliana è nato in una corte dell’Italia meridionale. Presso la corte di Federico II di Svevia Giacomo (o Jacopo) ha svolto la funzione di "notaro" come detto dal 1233 al 1240 circa. I temi dei suoi componimenti sono tutti di carattere amoroso e quello che viene proposto spesso è il tema dell’amore cortese. Nel suo Canzoniere sarebbero presenti circa 38 suoi componimenti sempre di tema amoroso. La donna in questi componimenti viene considerata come colei che è dotata di tutte le virtù, mentre l’uomo suo amante si dichiara indegno. Le sue opere inoltre si basano dal punto di vista stilistico sulle opere della lirica provenzale. Il poeta ha condotto la sua vita tra Lentini, suo paese natale, e il palazzo reale di Palermo, dove egli svolge come detto l’attività di notaio di corte. Sarebbe morto all’incirca intorno all’anno 1260 all’età di 50 anni.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email