Ominide 18 punti

Differenze e analogie tra "Orlando Furioso" e "Gerusalemme Liberata"


Nella Gerusalemme Liberata l'argomento centrale è la guerra, la quale assume maggiore solennità in quanto si tratta di una guerra santa. L'opera è un poema eroico, ovvero di fondo vi è sempre la lotta tra Bene e Male vista come una lotta tra religioni differenti. L'argomento della guerra era stato scelto da Torquato Tasso proprio perchè all'epoca era di grande attualità (l'Europa si stava preparando ad un grande scontro contro l'Impero Ottomano) ma anche perchè per l'autore era importante esporre fatti storici realmente avvenuti e creare nel contempo un insieme di passione, fantasia ed eroismo: questo è ciò che Manzoni chiamerà Vero Poetico. Gli elementi magici sono visti da Tasso unicamente come arti diaboliche intese ad ostacolare il successo delle forze del bene. Ariosto invece, nell'Orlando Furioso, utilizza l'argomento della guerra solo come sfondo mentre il ruolo principale è ricoperto dalle gesta eroiche dei cavalieri, senza fare distinzioni tra cristiani e saraceni. Sul piano narrativo l'opera assume inoltre un carattere aperto che rispecchia perfettamente la personalità dell'autore: il genere è deliberatamente fantastico e l'immaginazione del poeta si esprime in assoluta libertà senza giustificazioni razionali poichè il fine ultimo è quello di dilettare il pubblico, mentre nella Gerusalemme Liberata il fine è puramente didascalico.
Gli aspetti comportamentali di Torquato Tasso hanno una notevole influenza sulla Gerusalemme Liberata: è vero che si narra di una guerra santa in cui le forze del bene sono rappresentate dai cristiani, ovvero i favoriti da Dio, ma non sempre i vincitori hanno ragione. Per questo motivo Tasso, adottando l'Eneide di Virgilio come modello di riferimento e in particolare la pietas di Enea, analizza anche le ragioni dei vinti mettendo i loro sentimenti in primo piano. Inoltre, alle note sensuali ed idilliache che caratterizzano la ricerca di pace e piacere si alterna il tono solenne ed austero perseguito dal poeta, che caratterizza la sua concezione pessimistica della vita: questo è il Bifrontismo Spirituale di Torquato Tasso.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email