Ominide 8039 punti

Il tè e il cacao

E’ costituito dalle foglie essiccate di un arbusto (thea sinensis) originario della Cina e coltivato in tutta l’Asia sud-orientale. Diverse ne sono le varietà, secondo il luogo di produzione (ottimo è il tè di Ceylon) e secondo la lavorazione subita.
Il tè cosiddetto nero è formato da foglioline lasciate fermentare per qualche giorno prima dell’essiccamento.
Il tè verde è invece ottenuto da foglie essiccate subito dopo la raccolta: il primo è un prodotto più fine e delicato; il secondo è più forte ed eccitante.
— Il tè contiene una certa quantità di sostanze proteiche, un olio essenziale profumato, la teina, e molto tannino. L’infuso ha quindi, oltre a proprietà aromatiche e nervine simili a quelle del caffè, una discreta azione astringente.
Si prepara versando sulle foglie poste nella teiera, già riscaldata, l’acqua bollente, e lasciando macerare il tutto per pochi minuti. Il tè riesce così biondo, limpido e gradevole; mentre dopo un’infusione prolungata diventa scuro ed aspro, perché carico di tannino.

Il tè è ottimo, sia caldo, sia freddo, sia addizionato a latte, ma è pur sempre un eccitante ed è perciò sconsigliabile ai bambini, a meno che si usi quello deteinato, privato cioè della teina

Il cacao

Si ottiene dai semi di una pianta (theobroma cacao) originaria del Messico e coltivata oggi in tutti i paesi tropicali.
I semi, che sono racchiusi in grossi frutti ovali e carnosi, ne vengono estratti a maturità e lasciati fermentare ed essiccare, per utilizzarne la polpa, ricca di grasso finissimo detto burro di cacao, di amidi, di zuccheri e di una sostanza eccitante: la teobromina.
— La lavorazione comprende la selezione, mondatura, torrefazione, scortecciatura, degerminazione e macinazione dei semi già frantumati (granella di cacao), per ottenere la pasta di cacao, base di tutti i prodotti derivati: cioccolato fondente, al latte, Gianduia (con latte e nocciole finemente pestate), cioccolati di fantasia, Sempre dalla pasta di cacao si estraggono la parte grassa (burro di cacao) e la polvere, solubile, adatta a preparare squisite bevande.
— Il cioccolato è un alimento assai ricco ed universalmente gradito, ma nell’uso del quale non bisogna eccedere.
Per i ragazzi sono consigliabili le preparazioni in cui al cioccolato sono aggiunti latte e nocciole, che ne attenuano l'effetto riscaldante, pur mantenendo quello nutritivo.
— La cioccolata in blocchi ed in tavolette è soggetta ad alterarsi con facilità; perciò nell’acquistarla bisogna badare che sia esente da muffe o da parassiti, profumata, omogenea, di frattura netta e compatta.

Hai bisogno di aiuto in Cucina?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità