Che materia stai cercando?

Tecniche psicologiche di comunicazione efficace – Comunicazione e cognizione

Appunti di Tecniche psicologiche di comunicazione efficaceComunicazione e cognizione. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: La comunicazione (e la cognizione), Modello lineare: emittente – messaggio – ricevente, Modello interattivo, ecc.

Esame di Tecniche psicologiche di comunicazione efficace docente Prof. F. Cuzzocrea

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La comunicazione (e la cognizione)

Comunicazione: processo tramite il quale si crea una relazione tra interlocutori che condividono dei

significati (mutuo sapere).

È importante valutare il grado di intenzionalità comunicativa, che consiste nella volontà

dell’emittente di ottenere uno scopo. L’intenzione può essere

- Primaria: desiderio di ottenere qualcosa (far star zitti i bambini di una classe)

- Secondaria: comunicare l’intenzione primaria tramite il linguaggio o un’azione (battere la

mano sulla cattedra). Per essere compresa l’intenzione primaria, quella secondaria deve

essere riuscita (è stata recepita: i bambini hanno capito che la maestra ha fatto rumore per

farli stare zitti) e deve aver ottenuto successo (i bambini rispettano l’intenzione primaria

della maestra).

L’intenzionalità viene attribuita tramite il processo di lettura della mente, che è la capacità di

attribuire agli altri stati mentali diversi dai propri.

L’attribuzione delle intenzioni viene fatta tramite il criterio della probabilità: quanto è probabile che

un’azione sia stata compiuta intenzionalmente o meno, in base alle nostre conoscenze e

informazioni.

La costruzione dell’intenzionalità parte dagli effetti di un’azione:

effetti – azioni – intenzioni – motivazioni, desideri – cause

(Per compiere la stessa azione, invece, si deve procedere al contrario, dalla causa agli effetti.)

Siamo in grado di attribuire stati mentali agli altri grazie alla teoria della simulazione (mettersi nei

loro panni). La teoria della simulazione (legata ai concetti di empatia e imitazione) è supportata

dai neuroni specchio, che si attivano sia quando compiamo un’azione, sia quando osserviamo

l’azione compiuta da un altro (la mancanza della teoria della mente è caratteristica tipica della

sindrome autistica e non si ritrova invece nella simndrome di Williams).

È legata al possesso di èndoxa (opinioni) e si basa sulla capacità di argomentare le proprie

opinioni e persuadere quelle dell’interlocutore.

- Modello lineare: emittente – messaggio – ricevente

- Modello interattivo (partita a tennis): emittente – messaggio – ricevente – feedback. Il

contesto è da intendere come storia personale degli interlocutori e non solo come ambiente

fisico.

- Modello dialogico: emittente = ricevente (contemporaneamente entrambi i ruoli)

- Modello pragmatico: la comunicazione è un fatto sociale (teoria degli atti linguistici –

Austin. Gli atti linguistici vengono considerati performativi in quanto l’importante non è il

contenuto della comunicazione ma il risultato che ottiene. Ogni atto linguistico ha un

aspetto locutorio (struttura) illocutorio (intenzione comunicativa) perlocutorio (effetto

sull’interlocutore)).

Si studiano gli effetti della stessa sul comportamento umano nella società (scuola di Palo

Alto – cinque assiomi).


PAGINE

2

PESO

10.03 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in teorie della comunicazione e dei linguaggi
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2005-2006

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tecniche psicologiche di comunicazione efficace e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Cuzzocrea Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Tecniche psicologiche di comunicazione efficace

Tecniche psicologiche di comunicazione efficace – Ascoltare e parlare
Appunto
Tecniche psicologiche di comunicazione efficace – Comportamento assertivo
Appunto
Tecniche psicologiche di comunicazione efficace – Comunicazione
Appunto
Pedagogia generale – Elementi
Appunto