Che materia stai cercando?

Linguaggi audiovisivi - Cinema

Appunti per l'esame di linguaggi audiovisivi, professor Mauro Gervasini, corso di laurea in scienze della comunicazione. Gli argomenti trattati sono il cinema, il cinema digitale, la storia del cinema dagli esordi fino agli anni '70 e i vari generi..

Esame di Linguaggi audiovisivi docente Prof. M. Gervasini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

lavorava con le nuove

con tecnologie computerizzate. Dai primi esperimenti nacque un'équipe stabile che

tecniche, la Walt Disney Pictures CGI Department , con la quale vennero create le sequenze più

La Sirenetta La Bella e la Bestia Tarzan

significative di film come (1991), (1992) e (1999).

Accanto al colosso Disney nacquero in pochi anni case di produzione come la Pixar o come quella fondata

da Steven Spielberg e George Lucas. Alla fine del '900 si può parlare di "fotorealismo digitale" con

macchine sempre più sofisticate che sono in grado di cambiare la realtà in tempo reale: un paesaggio

innevato si trasforma in un panorama estivo, un attore giovane invecchia in pochi secondi, il ponte

deserto di una nave si riempie di persone filmate altrove e poi "moltiplicate" nel numero, come è

Titanic

accaduto in di James Cameron. Le nuove tecnologie stanno gradualmente sostituendo i ruoli e le

fasi del processo produttivo del cinema tradizionale. La produzione e la post-produzione sono sempre

più vicine: il supporto digitale permette di intervenire sul girato durante le riprese, reti e satelliti

accorciano le distanze nelle fasi di lavorazione, mettendo in contatto operatori ed équipe di lavoro.

visual digital effects supervisor

Nascono nuove figure professionali come il o (supervisore agli effetti

speciali): più specializzato dei tecnici tradizionali, è indispensabile al regista e, secondo alcuni,

studios virtual set

destinato a sostituirlo. Anche gli si trasformano: i riducono gli spazi perché esiste la

possibilità di creare scenografie "virtuali" e di inserirvi poi gli attori che recitano. Gli attori stessi

possono essere virtuali, modelli digitalizzati, animati dal regista al computer.

STORIA DEL CINEMA

Société Lumière Cinématographe

L'invenzione della per la ripresa e proiezione di pellicole, detta , fu

depositata a Parigi il 13 febbraio 1895 e resa pubblica il 28 dicembre del medesimo anno. A quella prima

L'Arrivo del treno alla stazione di La

proiezione, i Lumière presentarono alcuni brevi filmati (fra cui

Chotat L'Uscita degli operai dalla fabbrica Lumière

e ) che incontrarono il gusto del pubblico e

richiamarono l'attenzione della stampa. Nel corso del 1896 in molte città e Paesi europei furono

organizzate proiezioni cinematografiche, prima occasionali, poi continuative e stabili. Il fenomeno si

diffuse anche negli Stati Uniti, dove peraltro era già presente il Kinetoscopio di Thomas Alva Edison e

William Dickson, un apparecchio per una visione individuale delle immagini semoventi. Alla fine del XIX

secolo, il cinematografo divenne pratica abituale e diffusa di intrattenimento popolare, tanto che si

cominciarono a costruire o ad adattare apposite sale di spettacolo con una programmazione regolare.

Per attirare il pubblico si trattava di rendere più spettacolari le brevi scenette ideate dai Lumière. Lo

spettacolo venne allungato con numerose sequenze molto diverse tra loro; alle scene di vita reale

L'innaffiatore innaffiato

subentrarono brevi comiche (che gli stessi Lumière avevano anticipato con ),

microdrammi, episodi storici o fiabeschi. Su questa strada si pose Georges Méliès, un prestigiatore e

Cinématographe

uomo di teatro che vide nell'invenzione del uno strumento straordinario per

valorizzare un'ampia serie di trucchi ottici. Fra la fine dell'800 e l'inizio del '900 egli realizzò alcune

Il viaggio sulla luna I 400 colpi del diavolo Alla

centinaia di film a trucchi, come (1902), (1906),

conquista del Polo (1912), che sono fra le opere più interessanti, geniali e poetiche del primo cinema.

Agli inizi del '900, alle proiezioni di film nei paesi durante le fiere, si affiancarono ben presto sale


PAGINE

4

PESO

69.71 KB

AUTORE

Menzo

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Menzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguaggi audiovisivi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Insubria Como Varese - Uninsubria o del prof Gervasini Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguaggi audiovisivi

Linguaggi audiovisivi - Bordwell storia del cinema
Appunto
Audiovisivi - Storia del Cinema
Appunto
Riassunto esame Linguaggi Audiovisivi, prof. Gervasini, libro consigliato La Gestione dei Progetti di Spettacolo, Argano
Appunto
Riassunto esame Linguaggi Audiovisivi, prof. Ghidini, libro consigliato Manuale del Film, Rondolino, Tomasi
Appunto