Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

punteggiatura e poche altre cose. Bembo normalizza i suoni del parlato.

Produrrà dei testi che saranno un modello per sempre.

---> E' un italiano letterario! Quello parlato era il volgare che variava di

regione in regione. Nelle università si è insegnato in latino fino al '700.

L'italiano è stato introdotto come lingua ufficiale solo con l'unità d'Italia. La

scolarizzazione sarà decisiva per la sua diffusione.

4° Lezione 06/10/2008

Fasi dell'edizione:

·Ricerca e descrizione di tutti i testimoni

Collatio - confronto sistematico del testo tràdito dai vari testi

·

Examinatio - esame delle varianti e degli errori significativi

·

Eliminatio - codicum scriptorum

·

Determinatione - dei rapporti tra i testimoni e definizione dello "stemma

· aedicum".

Bisogna avere tutte le edizioni, i manoscritti, tutti i testimoni!

Dove li trovo? Archivi, biblioteche e collezioni private. Ma dove sono?

Sui cataloghi, repertori dei manoscritti. 1° Catalogo a Trento 1984, prima

catalogazione elettronica in linea.

Indici dei manoscritti delle biblioteche d'Italia (IMBI)

Paul Oscar Kristeller - era uno studioso scrive di Iter Italicum, fece uno

spoglio delle biblioteche mondiali cercando manoscritti di lingua e

letteratura Italiana, fino al XIV secolo.

Come ha fatto? E' andato in giro per le biblioteche a sfogliare i cataloghi.

Esistono cataloghi online dei manoscritti: Manos il più importante e Gallica

(francese).

E per i libri a stampa? Esistono cataloghi delle varie biblioteche. Per le

cinquecentine l' ICCU ha creato EDIT 16 - catalogo on-line.

Si hanno tutte le edizioni e metto a confronto e annoto tutte le varianti delle

edizioni (Collatio). E' un impresa titanica annotare tutte le varianti tutto;

della Divina Commedia non ne esistono.

Quindi scelgo le due edizioni base e trascrivo da un punto all'altro del testo e

confronto. In casi eccezionali (Manzoni o Ariosto) in una stessa edizione

posso trovare diversità. _

Studi critici di un testo l

·

Cataloghi l Elementi x una buona Recentio!

·

Online _l

·

Cartulazione = numero di carte (recto e verso)

Paginazione = numero di pagine (la prima è il recto, la seconda è il verso)

Esempio di descrizione:

"Omogeneo, unitario. Cartaceo - secolo XV prima metà: carte II,218,II:

cm 32,5x22,5".

I numeri romani sono il numero di carte prima del testo.

·

I numeri arabi sono il numero di carte del testo.

·

L'operazione di Recentio è fondamentale; ma con tutti i testimoni non

sempre è universale.

5° Lezione 10/10/2008

La trasmissione dei testi:

Originale e Autografo non sono la stessa cosa! Perchè lo scrittore non

necessariamente scrive di suo pugno.

Ad esempio: Petrarca "Canzoniere" non è scritto da lui (non autografo),

scritto da Giovanni Malpaghini.

Obiezione: Ma siamo sicuri che la voleva cosi? chi copia è impossibile che

non faccia errori!

Idiografo: corrisponde all'idea dell'autore (x manoscritti).

Ed. sorvegliata: si mandano le bozze all'editore che vengono poi corrette

ecc..(x stampa).

Quali sono gli errori che possono esserci nel testo che passa dalle mie

mani all'editore?

L'editore può modificare il testo con accordo dell' autore. Oppure con il

tipografo si possono avere problemi con la lettura del prodotto (oggi), o

(prima) l'originale subisce una trascrizione (errori sicuri), va al tipografo e li

un compositore inserisce nella matrice le lettere, finisce la forma x la

stampa, passa sul torchio, si passa l'inchiostro grasso e le lettere possono

fuoriuscire, li potrebbero essere rimesse in modo sbagliato! Stampando

l'altro verso può accadere che venga stampato il verso sbagliato!

Antigrafo: Manoscritto servito per trarre un'altra copia. (slide 5)

Distinzione tra errore e variante:

Quando faccio la recensio e faccio la collatio, trovo delle differenze, che

sono delle varianti (differenze di testo); non tutte queste sono definibili cosi,

molti possono essere degli errori. Chi ha scritto si può essere distratto.

Varianti di trasmissione: Inserite nelle fasi di copiatura (o adiafora se non

riconosciuto come errore dalla tradizione)

Varianti d'autore: Cambiamenti voluti dall'autore stesso.

Fasi copiatura:

- Lettura occhi sull'antigrafo (sul documento da copiare)

- Memorizzazione occhi sull'antigrafo

- Autodettatura occhi sulla copia

- Scrittura occhi sulla copia

In ognuna di queste fasi è possibile fare degli errori!

Fasi fisiche: Lettura, Scrittura

Fasi psichiche: Memorizzazione, Autodettatura

6° Lezione 13/10/2008

Finita la Collatio:

·Tutte le lezioni risultano accettabili, sono cioè adiafore

·Corrispondono tutte ad errori

·Una è esatta, le altre sono errori

Varianti inutili:

Lectiones Singulares: errori di un solo copista, che non hanno seguito

·

·Lezioni adiafore: prodotte indipendentemente ed equivalenti

- Ma che ti giova / Ma che ti vale

- Pene d'amor / Fiamme d'amor

- Ha posto / Ha messo

·Errori involontari per i quali non si può escludere la natura poligenetica

- Ora / Otta

·Errori dovuti a possibili errori di lettura

- Intera / In terra

- Piena / Piana

- Calore / Colore

- Cauto / Canto

Lezioni faciliores: prodotte da banalizzazione o modernizzazione

· involontaria

- Iasone / Giasone

- Ciciliano / Siciliano

- Continovo / Continuo

- Messaggiero / Messaggero

- Forestiere / Forestiero

- In era elettronica: Petrarca / Tetrarca, Pasolini / Pisolini

·Inversione di modesta entità:

- Teco prenda / Prenda teco

- E il libro a lui / E a lui il libro

·Errori "utili": Sono i cosidetti "errori-guida" o "errori signicativi"

- Errori separativi

- Errori congiuntivi (errori tali che sia improbabile pensare che due o

più copisti li abbiano fatti indipendentemente l'uno dall'altro.

A B X

| | / \

B A A B

Esempio: Jacopone, "Donna de Paradiso", vv. 132-35

Tradizione umbra Laudario dei disciplinati di Urbino

"Che moga figlio e mate "Che moga figlio e mate

dura morte afferrate: d'una morte afferrate:

Traverse abbraccecate | Traverse abbraccecate

mate e figlio abracciato". | mate e figlio impiccate".

errore di ripetizione

moga= muoia perchè non muoiono? Absensum

afferrate= presi

abraccecate= abbracciati

Laudario Tradizione Umbra

Stemma: o x

/ \ / \

x x1 a b

/ \ | / | | \ |

a b R L U T O CH

/ | | \ |

L U T O.. CH

LUTO= Sono in orizzontale perchè indipendenti, c'è un errore che li

accomuna con a, ma c'è un errore che li disaccomuna. Sono legati tra loro,

sono una famiglia.

Alcuni criteri per individuare errori guida /1

·L'autore non può aver scritto una cosa apertamente assurda e contraria alla

logica a al buon senso (ma attenzione: potrebbe essere un difetto di

capacità interpretativa).

Criterio /2

·Lo scrittore non può, in linea di principio, aver scritto una frase che violi le

leggi della lingua, per cui:

·L'editore deve conoscere la grammatica storica, le abitudini versificatorie e

metriche...

Criterio /3

·L'autore non può aver scritto concetti che discordano con ciò che sappiamo

del suo pensiero, per cui:

·L'editore deve conoscere le opere di un autore, la sua cultura, ideologia e

ambienti in cui visse.

Criterio /4

Criterio /5

·Sono generalmente errori significativi le lacune che tolgono senso al

contesto e non siano frutto di banalizzazione poligenetica.

7° Lezione 17/10/2008

Errori e varianti:

Errori Separativi:

Si hanno due manoscritti a e b, un'errore (in b) che un copista non può aver

corretto: se in B troviamo delle varianti, non possiamo ipotizzare che in B

sia stato corretto l'errore che trovava in A. Quindi B non può essere copia di

A.

Se in A c'è l'errore, e in B no (ed è posteriore) non può essere copia di A,

quindi l'errore Separa le due copie! Derivano da due antigrafi diversi.

Giacomo Valentini: Inventore del sonetto.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

12

PESO

229.02 KB

AUTORE

summerit

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Filologia italiana per l'esame del professor Comboni sui seguenti argomenti: il copista, Gutemberg, le fasi edizione, la trasmissione dei testi, l'originale e l'autografo, la distinzione tra errore e variante, le fasi copiatura, gli errori separativi, le scelte meccaniche e non meccaniche in relazione all'edizione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in beni culturali
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher summerit di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filologia italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Comboni Andrea.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in beni culturali

Storia romana
Appunto
Schema di storia moderna
Appunto
Etnomusicologia - Appunti
Appunto
Filologia italiana - lezioni
Appunto