Che materia stai cercando?

Certificazioni di italiano L2

Appunti di Didattica dell'Italiano come seconda Lingua del prof. Rognoni sulle Certificazioni di italiano L2: CELI (Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana), IT, CILS, PLIDA, DITALS (Certificazione di competenza in didattica dell’italiano a stranieri), CEDILS.

Esame di Didattica dell'Italiano come seconda Lingua docente Prof. F. Rognoni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LE CERTIFICAZIONI DI ITALIANO L2

CELI

IT

CILS

PLIDA

DITALS

Quando?

1) Indagine sui pubblici dell’italiano come lingua straniera nel mondo alla fine degli anni

Settanta. I risultati furono resi pubblici nel 1982. >>> Istituzione di una Commissione

Nazionale per la Lingua e la Cultura Italiana e incarico, affidato dal Ministero degli

Affari Esteri, al Dipartimento di Scienze del Linguaggio dell’Università di Roma “La

Sapienza”, di elaborare il prototipo di una certificazione nazionale di competenza

linguistica.

2) A partire dal giugno del 1993 le Università per Stranieri di Siena e Perugia hanno

istituito centri di ricerca e sperimentazione scientifica per progettare, realizzare e

diffondere i propri modelli di certificazione.

3) Ulteriore decisivo contributo: convenzioni quadro stipulate nel dicembre 1992 tra il

Ministero degli Affari Esteri e le Università per Stranieri di Siena e Perugia, poi estese

anche alla Terza Università di Roma, che designavano gli Istituti Italiani di Cultura

all’estero quali sedi ufficiali degli esami di certificazione.

Le certificazioni messe in atto dalle Università per Stranieri di Siena e Perugia e

dall’Università di Roma Tre sono state ufficialmente indicate come strumento di valutazione

della conoscenza linguistica per l’ammissione degli studenti stranieri alle università italiane

dalla circolare del Ministero degli Affari Esteri n. 116/241/C del 4 marzo 1994.

Quali?

La Certificazione di italiano come Lingua Straniera (CILS), dell’Università per

Stranieri di Siena;

Il Certificato di Conoscenza della Lingua italiana (CELI), dell’Università per Stranieri

di Perugia;

Il Certificato per la Conoscenza dell’italiano come L2 (IT), dell’Università di Roma

Tre;

Dal 2001 il Certificato di Competenza della lingua (PLIDA) rilasciato dalla Società

Dante Alighieri.

Le certificazioni dell’italiano L2 si sono subito adeguate alle direttive del Consiglio d’Europa,

sia nell’ambito della misurazione e valutazione delle competenze in L2, sia riguardo all’idea di

competenza linguistica come “saper fare” con la lingua.

Le corrispondenze tra i livelli delle tre certificazioni sono esposti sinotticamente nel

documento del Ministero degli Affari Esteri, Sistema coordinato delle Certificazioni

dell’italiano per Stranieri: strumento di orientamento, di guida alle certificazioni, in grado di

offrire agli utenti un quadro unitario delle certificazioni dell’italiano L2 ufficialmente

riconosciute dallo Stato, al contempo distinguendo in maniera trasparente l’articolazione in

livelli, i criteri di valutazione e la spendibilità nei vari contesti di lavoro e di studio, propri di

ciascun titolo.

C.E.L.I.

(Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana)

Università per Stranieri di Perugia

5 livelli

esame: quattro prove (una per ogni abilità di base)

risultati parziali capitabizzabili

i cinque livelli CELI verificano una competenza “generale” e si rivolgono ad una

generica utenza adulta (non si tiene conto né di particolari tipologie di apprendenti, né

delle loro specifiche esigenze nell’uso della lingua italiana)

esami due volte l’anno contemporaneamente in Italia e all’estero

gli esami CELI valutano l’abilità dei candidati nell’italiano generale, vale a dire

l’italiano in uso nell’interazione sociale anche in ambienti di studio e/o lavoro

CELI 1 (= A2 QCE)

Al livello 1 (CELI 1) il candidato deve aver sviluppato le abilità linguistiche necessarie per la

‘sopravvivenza’ cioè per poter iniziare ad interagire nella vita sociale e lavorativa in un

contesto dove ci si esprima in italiano.

CELI 2 (= B1 QCE)

Al livello 2 (CELI 2) il candidato deve aver sviluppato abilità linguistiche tali da sapersi

gestire in situazioni ampiamente prevedibili della vita sociale e lavorativa in un contesto dove

ci si esprima in italiano.

CELI 3 (= B2 QCE)

Al livello 3 (CELI 3) il candidato deve aver sviluppato abilità linguistiche tali non solo da

affrontare tranquillamente viaggi in Italia, ma anche da poter lavorare ed iscriversi a corsi di

studio in contesto italiano. Possono sorgere delle difficoltà in situazioni non familiari o quando

venga richiesto l’utilizzo di un linguaggio più specifico.

CELI 4 (= C1 QCE)

Al livello 4 (CELI 4) il candidato deve aver sviluppato abilità linguistiche tali da poter

lavorare ed iscriversi a corsi di studio anche di livello universitario e/o post-universitario in

contesto italiano. Il candidato è in grado di interagire anche in situazioni non familiari o

quando venga richiesto l’utilizzo di un linguaggio più specifico.

CELI 5 (= C2 QCE)

Che cosa è il CELI 5

Al livello 5 (CELI 5) il candidato deve aver sviluppato abilità linguistiche tali da potersi

inserire con successo in qualsiasi contesto italiano anche di studio e/o di lavoro. Il candidato è

in grado di interagire efficacemente in qualsiasi situazione anche di lavoro, comprendendo ed

usando in modo appropriato significati mataforici, ironici, modi di dire.

Indicazioni di capacità:

A1 Breakthrough

Non esiste un Certificato CELI a questo livello

A2 livello 1 CELI 1

Conoscenza di base della lingua in uso in una serie di situazioni quotidiane e ricorrenti. Ad

esempio capire e riferire semplici messaggi.

B1 livello 2 CELI 2

Padronanza della lingua limitata ma efficace in situazioni quotidiane e ricorrenti. Ad esempio

partecipare ad una conversazione su un argomento familiare, scambiando informazioni di

tipo fattuale.

B2 livello 3 CELI 3

Padronanza generale della lingua efficace in una serie di situazioni familiari. Ad esempio

contribuire in modo efficace ad una conversazioni su questioni di tipo pratico.


PAGINE

5

PESO

28.08 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere (BRESCIA - MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Didattica dell'Italiano come seconda Lingua e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Rognoni Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Didattica dell'italiano come seconda lingua

Saperi per insegnare
Appunto
Bisogni, mete, obiettivi
Appunto
Pionieri degli studi acquisizionali
Appunto
La formazione dell’insegnante di italiano L2
Appunto