Ominide 1144 punti

Itinerario: “Berlino eine gute Reise"


3 pax

Napoli international - Tegel(andata e ritorno)

Compagnia aerea Alitalia

Volo : Economy

3 Giorni

1 Giorno


Recatami presso l'aeroporto Napoli International alle ore 6:25 , prendo il primo volo per Berlino alle ore 6:50. Dopo 4 ore e 20 minuti di viaggio, incluso lo scalo all'aeroporto di Fiumicino, atterro nell'aeroporto Tegel di Berlino.
La prima tappa della giornata è Suzette crêperie, presso Pappelalle Strasse per il pranzo,che raggiungo tramite S-bahn. Questa creperia è famosa per il suo menù a base di Crepes salate e dolci, una stupenda colazione o un buon pranzo a base di prodotti francesi nella capitale tedesca.

La prima meta al volo per quanto riguarda il patrimonio culturale della città, è la Porta di Brandeburgo, progettata da Carl Gotthard Langhans nel 1791 che nel periodo della Guerra Fredda era l'emblema della divisione delle due Germanie ,che dopo la caduta del Muro è diventata la rappresentazione della Germania unita. A pochi passi dalla porta di Brandeburgo mi dirigo verso il Memoriale dell'Olocausto ,imponente monumento dedicato agli ebrei deportati nei campi di concentramento, costituito da ben 2711 blocchi di cemento ideate dall'architetto Peter Eisenman. Dopo un lungo, ma non troppo, tragitto a piedi mi trovo davanti il Reichstag, sede del Parlamento tedesco dal 1999, mi sposto all'interno ,dove è possibile entrare gratuitamente con una prenotazione attraverso l'immensa cupola di vetro, progettata dall'architetto inglese Norman Foster, è possibile ammirare l'immenso panorama della città. Alla fine della giornata prendo la S-bahn e vado verso Rochstraße per rifocillarmi in uno stupendo e caratteristico locale “The Pub” che offre un'ottima birra e alcuni dei piatti tipici del posto come il Currywurst e la polpetta alla berlinese.
Verso le 20:30 mi reco in hotel.

2 Giorno


Alle ore 7:30 mi sveglio e vado a fare colazione presso l'hotel, scelgo una colazione continentale, mi preparo e poi via ,verso il Pergamonmuseum, sede che raccoglie opere provenienti dall'Impero Romano, dall'Antica Grecia e dal Medio Oriente. Alle 11:00 mi addentro nei stupendi Cortili di Hackesche, di cui fanno parte 8 cortili di origine ebraica, dove spopolano diversi negozietti, tipiche locande, giardini e imponenti complessi edilizi. Centro della vita notturna di Berlino. Nel pomeriggio prendo un bus e mi sposto verso il Naturkundemuseum(museo di scienze naturali), dove è possibile ammirare il più grande scheletro di dinosauro, il Giraffatitanbrancai e un esemplare fossile di Archaeopteryx. Verso le 18 visito la famosissima Alexanderplatz con la sua stupenda Torre della televisione, alta 368 m dalla quale possibile ammirare il paesaggio urbano. In serata, prendendo la S-bahn, arrivo in hotel.

3 Giorno


Alle ore 7:00 mi sveglio e vado a fare colazione, mi preparo e mi dirigo nella parte di Berlino più famosa del mondo: East Side Gallery. Dove oggi risiede un tratto del Muro di Berlino, il quale fu abbattuto nel 1989, e che oggi è una galleria di arte a cielo aperto, con circa 106 murales, tra cui quello di Dimitrij Vrubel, che ritrae Erich Honecker e Leonid Breznev mentre si baciano. A raccontare le situazioni di disagio in cui si trovarono i berlinesi durante la divisione tra Germania Occidentale e Orientale è uno dei film che apprezzo di più : Good Bye, Lenin!, pubblicato nel 2003 sotto la regia di Wolfgang Becker.
A pochi passi da East Side Gallery, mi dirigo verso Potsdammer Platz, nuovo quartiere residenziale e commerciale ,definito la nuova Berlino, prima del 1989 era divisa dalla Germania Occidentale, definito dopo la caduta il più ambizioso progetto urbano della città riunificata.Un altro simbolo della Guerra Fredda è il Checkpoint Charlie, luogo di transito per gli Alleati, i diplomatici e l'altra gente che aveva il diritto di oltrepassare il muro. Oggi qui è possibile fare delle foto con una ricostruzione di una guardi americana vicino al cartello con su scritto: "State lasciando il settore americano".

Ed infine come ultima meta del mio stupendo e indimenticabile viaggio commemoro la memoria di molti ebrei deportati durante la Seconda Guerra Mondiale al Museo Ebraico, un edificio futuristico, progettato dall'architetto Daniel Libeskind. potrete documentarvi sui contributi portati dagli ebrei all’arte e alla cultura, dall’epoca romana all’illuminismo, dal Medioevo fino alla tragica storia del Novecento e all'Olocausto e custodisce il grande patrimonio storico della stella di David. Finito il mio tour verso le 17:15 vado verso l'aeroporto, prendendo la U-bahn e verso le 18:30 parto con volo, con scalo a Fiumicino, verso Napoli, della bellezza di 4 ore e mezza.
Hai bisogno di aiuto in Tecnico Turistico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email