Genius 17243 punti

Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti (4 luglio 1776)

Estratto dal preambolo

Testo in inglese

“When in the course of human events, it becomes necessary for one people to dissolve the political bands which have connected them with another, and to assume among the powers of the earth, the separate and equal station to which the laws of nature and of nature's God entitle them, a decent respect to the opinions of mankind requires that they should declare the causes which impel them to the separation. We hold these truths to be self-evident: that all men are created equal; that they are endowed by their Creator with certain unalienable rights; that among these are life, liberty, and the pursuit of happiness; that, to secure these rights, governments are instituted among men, deriving their just powers from the consent of the governed; that whenever any form of government becomes destructive of these ends, it is the right of the people to alter or to abolish it, and to institute new government, laying its foundation on such principles, and organizing its powers in such form, as to them shall seem most likely to effect their safety and happiness. Prudence, indeed, will dictate that governments long established should not be changed for light and transient causes […….…]. But when a long train of abuses and usurpations, pursuing invariably the same object, evinces a design to reduce them under absolute despotism, it is their right, it is their duty, to throw off such government, and to provide new guards for their future security“.

Testo in italiano

“Quando, nel corso della storia umana, un popolo deve sciogliere i vincoli che lo avevano legato ad un altro, e deve occupare tra gli altri Stati quel posto, distinto ed uguale, a cui ha diritto per legge naturale e per legge divina, deve però chiarire le cause che lo costringono a fare tutto ciò. Riteniamo che siano molto chiare queste verità: che tutti gli uomini sono creati uguali; che il Creatore li ha dotati di alcuni inalienabili diritti; che tra questi diritti vi sono la vita, la libertà e la ricerca della felicità; che, per garantire questi diritti, sono istituiti, tra gli uomini, i governi. Questi ultimi derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati. Tuttavia, ogni qual volta una forma di governo tende a negare tali obiettivi, il popolo ha diritto di mutarla o abolirla e di istituire un nuovo governo fondato su tali principi e di organizzare i propri poteri nella forma più adatta a garantire la sua sicurezza e la sua felicità. Sembra saggio, in verità, non modificare per motivi di poco conto e passeggeri, governi stabili da lungo tempo […….]. Ma quando una lunga serie di abusi e di ingiustizie, sempre dirette a uno stesso fine, mostra l’intento di assoggettare [gli uomini] a un duro dispotismo, è loro diritto e loro dovere abbattere tale governo e cercare nuove garanzie per la loro sicurezza futura.”
Questionario
1. Quali cause spingono un popolo a rendersi indipendente da un altro?
Un popolo viene spinto a rendersi indipendente da un altro per una legge della natura e divina in base alla quale ogni Stato deve essere uguale a tutti gli altri anche se con caratteristiche diverse e quindi distinto.
2. Quali sono i diritti inalienabili (= irrinunciabili) dell’uomo?
Essi sono il diritto all’uguaglianza, alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità. Questi diritti a cui l’uomo non può rinunciare in nessun caso derivano dal pensiero dei filosofi illuministi francesi. Tali diritti non erano garantiti dall’Ancien Régime in cui la società era invece basata sull’ disuguaglianza e sull’ingiustizia.
3. Secondo la Dichiarazione d’indipendenza, con quale scopo i popoli istituiscono il governo?
I popoli istituiscono i governi affinché questi ultimi garantiscano ai governati, i diritti fondamentali ed aiutino i popoli a raggiungere la felicità. Il raggiungimento della felicità era uno dei fini perseguiti dal pensiero filosofico degli Illuministi
4. Evidenzia nel testo tutti gli spunti polemici verso la madrepatria, la Gran Bretagna.
Gli spunti polemici, anche se indiretti, nei confronti della Gran Bretagna non mancano: forma di governo che non garantisce all’uomo i diritti inalienabili, lunga serie di abusi e ingiustizie, il suddito inglese costretto ad essere assoggettato ad un duro dispotismo, governo inglese che non garantisce né sicurezza, né libertà
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email