Ominide 13147 punti

Diritti della personalità: esistono individui cosi poveri da non avere nè diritti di proprietà, nè diritti di credito; ma queste persone conservano intatti i diritti della personalità, fra cui ricordiamo il diritto al nome e il diritto all'onore.
Diritto al nome: Nel nostro Paese, l'articolo 6 del Codice civile stabilisce che "ogni persona ha diritto al nome che le è per legge attribuito». Chiunque veda contestato il diritto a usare il proprio nome, o scopra che qualcuno ne abbia fatto un uso illecito, ha diritto a chiede al giudice la cessazione dell'abuso e il risarcimento del danno, non solo, ma «l'autorità giudiziaria può ordinare che la sentenza sia pubblicata in uno o più giornali» (art. 7 Cod. civ).
Diritto all'onore: è protetto sia dal diritto penale (sanzioni per i reati di ingiuria e di diffamazione) sia dal diritto civile (obbligo del risarcimento dei danni morali). L'articolo 594 del Codice penale che "chiunque offende l'onore o il decoro di una persona presente è punito con la reclusione fino a sei mesi", e che la stessa pena è prevista per "chi commette il fatto mediante comunicazione telegrafica o telefonica, o con scritti o disegni diretti alla persona offesa»: tali pene "sono aumentate qualora l'offesa sia commessa in presenza di più persone».

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email