Wizard. di Wizard.
Ominide 15 punti

Età moderna

Il 1492 è una data fondamentale per la storia, infatti, secondo la maggior parte degli storici sancisce la fine del Medioevo (476 d.C. - 1492, alcuni affermano che finisca nel 1352, dopo la fine della Peste Nera che devastò 1/3 dell'Europa) e l'inizio dell'Età moderna (1492 - 1789). Cristoforo Colombo, un genovese convinto che navigando verso Occidente sarebbe giunto ugualmente in India, il 13 ottobre del 1492 scoprì l'Isola di San Salvador. Dopo aver studiato a fondo questa sua idea e aver fatto calcoli che si rivelarono poco precisi, andò presso la Repubblica di Genova a chiedere i fondi per compiere l'impresa, che gli furono però negati. Chiese anche alla Repubblica di Venezia e al re di Portogallo, ma anch'essi rifiutarono il suo progetto. Alla fine si diresse a Siviglia, in Spagna, da Ferdinando II d'Aragona e Isabella di Castiglia, che dopo essersi consultati con una commissione scelta appositamente, accettarono di finanziare il viaggio.

Il 3 agosto partì da Palos de La Frontera, verso le Canarie. Il 6 settembre partirono dalle Canarie verso le Indie, spinti dagli alisei che soffiavano in quella zona. Il 10 ottobre, i marinai delle flotte decisero di ribellarsi a Colombo, il quale riuscì a ottenere un accordo che sanciva ciò: se entro tre giorni non fossero giunti nelle Indie sarebbero tornati indietro. Il 13 ottobre 1492 sbarcò nell'Isola di San Salvador. Questa data inaugurò il secolo delle grandi scoperte geografiche e dei Conquistadores spagnoli. In questo secolo si diffuse l'Umanesimo, ovvero l'idea che gli uomini fossero al centro del mondo. Nel 1517 Martin Lutero affisse sulla facciata della cattedrale di Whittemberg 95 tesi di protesta contro la corruzione della Chiesa, dando vita al protestantesimo. La Chiesa cercò un modo di contrastare il tutto, organizzando il Concilio di Trento, detto anche "Controriforma cattolica". La Chiesa riconobbe alcune tesi di Lutero esatte, ma altre furono bocciate. Così la Chiesa si migliorò e i Paesi nord-europei diventarono protestanti.
Il 1600 fu un secolo "a due facce". Per alcuni motivi fu positivo, per altri negativo.
Gli aspetti negativi furono rappresentati dai seguenti eventi: la Guerra dei Trent'anni (1618-1648), la peggiore nella storia dell'umanità che causò milioni di morti. Altri avvenimenti negativi furono il tempo meteorologico avverso e carestie gravi. Gli eventi positivi furono i seguenti: la Rivoluzione scientifica (compiuta da Galileo Galilei, Isaac Newton e Johannes Kepler) e la costituzione della monarchia parlamentare (limita il potere del re a favore del Parlamento).
Il 1700 fu segnato da tre grandi Rivoluzioni, quella americana, quella industriale e quella francese che pose fine all'età moderna. Nella Rivoluzione americana i coloni inglesi d'America, stanchi di subire ingiustizie dalla madrepatria, firmarono la Dichiarazione d'indipendenza (4 luglio 1776), seguita da una guerra, la Guerra d'indipendenza, in cui i coloni americani si schierarono contro l'Inghilterra. Anche Francia e Spagna combatterono, schierandosi dalla parte dei coloni. Il 3 settembre 1783, l'Inghilterra riconobbe l'indipendenza delle tredici colonie che diventarono Stati Uniti d'America e che sarebbero diventati una delle più importanti potenze mondiali. La rivoluzione francese iniziò nel 1789 e segnò la fine dell'età moderna (1492-1789). I tre punti fondamentali della Rivoluzione francese furono Liberté, égalité e fraternité.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove