Ma_fack di Ma_fack
Ominide 1415 punti

Il 6 Giugno 1944 gli americani sbarcarono in Normandia (D-Day) sotto la guida del generale Heisenhower e le linee difensive tedesche, nel giro di pochi giorni, furono travolte. Un nuovo governo, con a capo De Gaulle, fu istituito e Parigi venne poi liberata. Nel frattempo Grecia e Iugoslavia venivano liberate dai partigiani. Questi successi furono il frutto dell'alleanza fra gli anglo-americani e la Russia, consolidata nel 1943 attraverso l'incontro di Teheran in cui Churchill, Stalin e Roosevelt si accordarono anche sugli assetti del mondo nel dopoguerra.
Nel 1945 gli americani e gli inglesi cominciarono a bombardare a tappeto i territori tedeschi e le loro città senza alcuna distinzione fra obiettivi militari e obiettivi civili. Nel Febbraio del 1945 Russia e anglo-americani si accordarono a Jalta, cittadina in Crimea, sulla futura zona di influenza nel mondo: Grecia, Austria e Italia restarono sotto la tutela anglo-americana; Romania e Bulgaria sotto quella sovietica; Ungheria, Polonia e Iugoslavia ebbero un'influenza comune mentre la Germania sarebbe stata divisa in quattro zone. In questo incontro si decisero inoltre le ultime manovre militari per porre fine all'incubo nazista.

Nel Marzo-Aprile del 1945 i sovietici da oriente e gli anglo-americani da occidente chiusero la Germania in una morsa. In Italia si ebbe un'insurrezione nazionale con la liberazione di numerose città. Mussolini venne catturato vicino a Dongo mentre cercava di fuggire in Svizzera per poi essere fucilato il 28 Aprile 1945. A Berlino Hitler si tolse la vita con altri alti esponenti del regime. Karl Donitz, successore di Hitler, firmò la resa senza condizioni. La guerra in Europa era finita, rimaneva il Giappone. In Luglio a questi venne inviato un ultimatum che, siccome venne respinto, portò il nuovo presidente americano Truman (che continuava a vedere distrutti i numerosi aerei statunitensi attraverso l'uso giapponese dei kamikaze) ad acconsentire all'utilizzo della bomba atomica a cui lavorarono, per tutto il periodo della Guerra Mondiale, scienziati tedeschi e italiani (fuggiti dall'Europa a seguito delle leggi razziali) e americani. Il 6 Agosto 1945 la prima bomba atomica venne sganciata sopra la città giapponese di Hiroshima e il 9 su quella di Nagasaki. L'orrore per la devastazione di queste armi portarono l'imperatore giapponese Hirohito a firmare la resa senza condizioni. Con la resa del Giappone la Russia dovette rinunciare ad attaccarlo, speranzosa di poter allargare i propri possedimenti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email