DOopguerra e mondo diviso

Il simbolo del dopoguerra è il muro di Berlino.
La seconda guerra mondiale da un lato distrugge Europa e Unione Sovietica con l’inflazione, dall’altro rinvigorisce gli USA con l’economia in crescita e la moneta forte (dollaro) e con la necessità di un sistema aperto.
Con gli accordi di Bretton-Woods si dice che:
• Il dollaro ($) è il mezzo internazionale di pagamento
• Nasce la FMI che stabilizza i cambi monetari
• USA diventa leader mondiale dell’economia
• Nasce la Banca Mondiale per aiutare i paesi sottosviluppati.
USA e Unione Sovietica hanno alcuni elementi comuni:
• Vasta estensione territoriale
• Numerosa popolazione
• Stati federati
• Grandi risorse
• Portatori di valori su scala mondiale (liberalismo e comunismo)

Gli USA diventano simbolo mondiale della democrazia liberale e di una egemonia economica. L’Unione Sovietica del comunismo e dell’egemonia ideologica e politica.
Nel 1945 si organizza la conferenza di San Francisco in cui nasce l’ONU (organizzazione nazione unite). Dentro l’ONU c’è il consiglio di sicurezza formato da USA, URSS, Cina, Francia e GB che hanno diritto di veto.
Si inizia la divisione del mondo in due aree di influenza: ORIENTE – URSS / OCCIDENTE – USA
Il simbolo della divisione del mondo in due è la Germania, divisa anch’essa in Ovest (capitale Bonn) e Est (Pankov). Berlino è divisa anche in due zone prima solo in modo formale, ma poi con l’inizio della guerra fredda viene alzato un muro. (Zona 1 – FR, USA, GB / Zona 2 – URSS)
Tra il 1946 e il 1948 nascono i blocchi ed inizia la guerra fredda tra USA e URSS senza arrivare mai a conflitti armati.
Gli USA seguono la dottrina Truman e mettono a punto il piano Marshall con cui vi sono aiuti economici e militari per chi si allea con gli USA.
In Unione Sovietica nasce il cominform (organo di controllo ideologico) secondo cui i comunismi di tutti i paesi devono riferirsi a quello dell’Unione Sovietica.
La politica estera degli USA consiste in:
• Ricostruzione economia dei paesi occidentali e del Giappone
• Dare stabilità alle democrazie anticomuniste
• Dare indipendenza alle colonie
• Creare alleanze militari contro il comunismo.
Nel 1949 viene firmato il Patto Atlantico (alleanza di tipo politica) e il trattato della NATO (alleanza militare).
Nel 1952 avviene il riarmo e creata l’arma termonucleare.
In occidente si ha una ripresa attraverso:
• Spinta maggiore delle classi popolari per maggiore partecipazione alla vita politica
• Rinascita dei partiti di massa (socialisti/cattolici)
• Nascita nuove costituzioni
Le vie di rinnovamento sono due:
• Occidente con la Welfare State (sistema che consente tutti di avere una vita dignitosa)
• Oriente con il tentativo di abbattimento del capitalismo.
Nel 1955 viene firmato il patto di Varsavia: URSS e alleati diventano una grande potenza politica-militare.
Con le indennità di guerra viene rilanciata l’industria pesante e il blocco sovietico fa nascere diverse repubbliche popolari.
Nasce una nuova frontiera in cui combattere la guerra fredda: lo spazio.
Nel 1969 gli USA arrivano sulla Luna (Armstrong, Collins, Aldrin).

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email