Genius 13137 punti

Nazionalismo

In seguito alla rivoluzione francese e al periodo napoleonico, in tutta Europa si affermò il nazionalismo, inteso come necessità di difendere il proprio territorio e la propria cultura (lingua, religione, usanze, costumi, tradizioni, valori) dalle altre popolazioni. Il nazionalismo fece si che vi fosse un grande interesse per la storia nazionale e per tutto il patrimonio popolare, dalle fiabe alle leggende; per esempio molti studiosi raccolsero le fiabe popolari, come fecero i fratelli Grimm in Germania e alcuni scrittori esaltarono in romanzi e testi teatrali i momenti più significativi della storia nazionale.

Il nazionalismo registrò una grande adesione soprattutto tra i popoli oppressi, che non avevano un proprio Stato e vivevano all’interno di uno dei grandi Imperi multinazionali (come ungheresi, croati o cechi nell’Impero Austriaco), erano sottomessi da altri (come gli irlandesi degli inglesi) o divisi in tanti Stati (come gli italiani e i tedeschi). Tra queste popolazioni numerosi intellettuali e militari cominciarono a richiedere la formazione di uno Stato nazionale, indipendente da ogni altro Stato.

Inoltre nel periodo tra il 1815 ed il 1848 in diversi Stati europei la borghesia guidò una serie di rivoluzioni che miravano a rovesciare l’ordinamento politico esistente e a creare uno Stato liberale. Tra le popolazioni sottomesse si registrarono anche rivolte nazionaliste, come avvenne in Serbia (dal 1804), Grecia (1821-1829), Polonia (1830-1831).
Le prime rivoluzioni si verificarono nel 1820-1821 in quei Paesi dove la Restaurazione era stata più intensa e il malcontento era più forte (Spagna, Portogallo, Italia, oltre alla Grecia, in lotta contro i Turchi): queste rivoluzioni, guidate da militari, studenti e borghesi, fallirono.
La Grecia però divenne indipendente grazie anche all’intervento delle potenze europee (Russia, Francia, Inghilterra) che appoggiarono i ribelli al fine di indebolire l’Impero ottomano.
Altre rivoluzioni scoppiarono nel 1830 (Francia, Belgio, Polonia, Svizzera, Italia). Esse portarono all’indipendenza del Belgio dal Paesi Bassi e a un cambio della dinastia regnante in Francia (esilio di Carlo X e scelta di Luigi Filippo d’Orleans come re).


Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email