I conservatori sostenevano un'alleanza con lo Zarismo e gli Asburgo per frenare l'ascesa alla Germania e dell'Italia unificata.
Spedizione di Crimea 1853: alleanza con l'Inghilterra contro l'esperienza Russa di Nicola I nel mediterraneo. Si concluse con la caduta di Sebastopoli e Napoleone riunì tutti nel "Congresso di Parigi" del '56 dove, favorì gli inglesi, tanto che la Russia sgombrò la Moldavia e la Valacchia, Cavour fece presente i problemi dell'italia.
1859: Accordo di Plombiers in cui la Francia si era alleata con il Piemonte, II guerra di Indipendenza. Ma in Francia poi si ritirò per salvare il potere del Papa.
Bonaparte cercava un trionfo estero per distrarre l'attenzione da problemi interni. Cadde in trappola con Bismark per il legame dinastico con la Spagna.
Trovandosi solo e anche senza il sostegno dell'Italia a luglio dichiara guerra alla Prussia. A settembre cadde il regime superiorità dei Tedeschi, perdita dell'Alsazia e Lorena. Fu il crollo di un regime corrotto e già decaduto. Il suo regime all'inizio fu retto dal boom economico ma dopo il 1860 rincorre il sentimento repubblicano a sindacale che si sviluppo nel 68. Iniziavano a prevalere le idee del blanquismo contro il capitalismo. Il 90% dei lavoratori stavano divenendo socialisti. I socialisti però furono consapevoli che per rovesciare il regime avevano bisogno di alleati con i Repubblicani.

- Repubblicani: strati medi della società; con la riforma scolastica e l'anticlericalismo cercarono di guadagnare le simpatie di contadini e operai. Si ritenevano i custodi di valori morali. Leader Voiron, contro il clero in quanto improduttivo e a influente sull'educazione delle donne.
- Bisogna promuovere un'istituzione per formare mogli adatte a mariti liberali, scuole laiche.
- Proposta Repubblicano 1870: scuola laica. Separazione tra chiesa e stato. Riforme fiscale, dazi protezionistici. Molti Repubblicani erano medi imprenditori.
- Caduta del Regime: governo di difesa nazionale che si servì del patriottismo Repubblicano.
- 1872 Ministro degli interni: Gambetta cerca di reclutare nuove truppe. Nel frattempo Parigi assediata da Bismarck, unica soluzione era un Armistizio.
- 1870 - 74: proposta di una Comune per governare la città. 6 febbraio elezioni con voto di maggioranza per la pace. Governo Thiers, nega ai Parigini di eleggere un proprio consiglio comunale. Suo scopo era quello di distruggere la sinistra Parigina. Ridare fiducia al mondo degli affari. Si impadronì dei comuni nel nord di Parigi per una resistenza anti tedesca. Rivolta popolare la Comune contro le truppe di Thiers.
- Comunardi: politica populista e non socialista. Affrontarono i problemi finanziari in maniera timida. Era gestita da gruppi esterni alle ditte capitaliste-35 su 80 membri erano lavoratori.
Contro il clero per una scuola gratuita e laica aperte anche alle donne (sostegno iniziale dei Repubblicani).
- Debolezza della Comune: lanciarono troppe idee che poi si dispersero e affogarono.
La destra cerca di screditare costituendo leggende di saccheggi e stupri da parte dei Comunardi, vi furono delle repressioni da parte delle forze dell'ordine.
La rivolta comunarda diede il via ad altri comuni. Proposta: ogni comune si doveva dirigere secondo delle proprie esigenze. Scopo era quello di ottenere l'appoggio delle altre Province. Sentimenti contrari all'esercito ed alla leva: Milizia cittadina.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email