Dopoguerra

La Prima Guerra Mondiale e le paci hanno completamente cambiato gli equilibri del mondo.Erano scomparsi tre imperi,l'Europa aveva perso la centralità ed emergono invece due potenze:Giappone e Stati Uniti.Il Giappone era entrato in guerra per bloccare una possibile avanzata cinese e la colonizzazione Occidentale in Oriente,inoltre tentava di espandersi nel Pacifico;dall'altra parte gli Stati Uniti,durante la guerra,avevano permesso a tutta Europa,con accordi e finanziamenti,di spostare la riserva aurea negli Stati Uniti per poi finanziare le guerre;l'Italia per esempio aveva spostato la sua riserva aurea nelle banche statunitensi e gli Stati Uniti finanziavano la guerra italiana.Ogni Stato poteva emettere danaro in base alla riserva aurea che aveva,poichè una sterlina valeva 1 g d'oro avendone 10 g lo Stato poteva emettere 10 sterline;se io avevo 100 euro potevo quindi cambiarli in banca con l'equivalente in oro.La moneta era agganciata a qualcosa di reale invece ora al prodotto interno lordo.Le prime monete,fino al 500,erano costituite da oro e argento però a forza di passare di mano in mano si consumavano per cui se una moneta valeva 1 g d'oro,dopo molto tempo valeva di meno e si deflazionava;se invece si produceva una ricchezza di 100 euro e ne circolavano di più la moneta era inflazionata.Gli Stati Uniti avevano un enorme riserva aurea per cui convertirono le industrie belliche in civili senza problemi,invece l'Europa le aveva convertite con l'aiuto economico di altri Stati perchè non era in grado di finanziarsi da sola.La fiat per esempio durante la guerra non produceva macchine ma carri armati,dopo la guerra deve convertire la produzione perchè non si producono più carri armati ma macchine.
Tranne la Germania e l'Austria tutti gli Stati europei dovevano essere ricostruiti nelle infrastrutture quindi cominciano a dipendere economicamente da Stati Uniti e Giappone.Inoltre in tutti gli Stati vi è una maggiore pressione da parte dei reduci per una maggiore partecipazione politica e si vengono a creare delle vere e proprie organizzazioni per garantire i loro diritti;in Italia vi erano le associazioni dei Reduci e dei Combattenti che in ogni paese si riunivano in una sede.Questi inoltre rivendicavano la riforma agraria a loro promessa e queste tensioni tra il cittadino e lo Stato scoppiarono nel 1919-1920 e vengono anche messe in discussione le forme stesse dello Stato.Ha grande successo un libro di Spengler"il tramonto dell'Occidente":sostiene che tutto l'Occidente era costituito dal potere del danaro e dagli interessi della borghesia fin dal periodo greco,aveva istituito diverse forme di potere politico e l'ideale era la partecipazione di tutti i cittadini alle scelte dello Stato,quindi la democrazia.Tuttavia questo sviluppo storico dell'Occidente portò alla sua distruzione completa,serviva dunque un modello più efficace per riprendersi;questo esclude dalla partecipazione politica le masse e solo l'uomo riesce a capire cosa vuole il popolo e agire di conseguenza;non serve mediazione tra popolo e potere ma un uomo deve incarnare la volontà popolare:è il Cesarismo(ora populismo).L'organizzazione del lavoro non è più quella sindacale ma quella della Corporazione,organizzazione verticale del lavoro,in cui le decisioni vengono prese dal ministro e non dagli operai,per cui è questo che decide quanto una persona debba lavorare e loro dovevano accettarlo:infatti per Spengler non vi dovevano essere accordi tra le parti ma decideva lo Stato.Egli riteneva inoltre che all'interno di questo Stato cesaristico anche le organizzazioni sociali fossero a livello corporativistico,in questo modo nel 1920 vengono distrutti i sindacati mettendo a tacere qualsiasi protesta o richiesta popolare.Queste tensioni si svilupparono in due parti del mondo diverse:Inghilterra e Francia,formate nel 1300,resistettero allo Stato liberale rimanendo Stati democratici in cui vi era il sovrano che rappresentava la volontà popolare;in Italia e Germania,formate da poco,invece il Cesarismo annulla lo Stato democratico e crea al suo posto la dittatura,con il fascismo in Italia e il nazismo in Germania.La Spagna,che non aveva partecipato alla guerra,era così arretrata che voleva passare dal Medioevo all'età moderna e a questo lo Stato aveva risposto con il fascismo.
Durante la guerra tutti gli Stati avevano messo in circolazione molta carta moneta in più rispetto alla riserva aurea perchè gli scambi internazionali erano quasi tutti bloccati e avevano la necessità di finanziare le industrie.Nel momento in cui non ci sono scambi internazionali,all'interno di una nazione si può stampare continuamente carta moneta a prescindere dall'oro posseduto e commerciare;negli scambi internazionali invece si deve commerciare con il danaro e deve avere un equivalente in oro che era mezzo di scambio.L'inflazione e la deflazione si calcolavano infatti con gli scambi internazionali.
Lo Stato francese che aveva Alsazia e Lorena,paga di meno le conseguenze della guerra perchè è la Germania a ripagare inizialmente le indennità di guerra e la ricostruzione estraendo metalli preziosi dal bacino della Rur,inoltre aveva l'unità morale e spirituale del revanscismo.La Francia non si pose il problema che si pose l'Inghilterra sulla deflazione perchè aveva i soldi tedeschi e perchè non tentò di deflazionare il franco,moneta nazionale,a tal punto da renderlo convertibile in oro e lo lasciò un po inflazionato facendo circolare carta moneta.L'Inghilterra,pur avendo vinto la guerra,aveva problemi di inflazione:aveva tentato di deflazionare la sterlina,che voleva come moneta di scambio internazionale,per arrivare alla parità di valore con l'oro posseduto(1 sterlina-1 oncia di oro fino)togliendo tutte le sterline in più rispetto all'oro in circolazione,ogni moneta doveva essere però prima riportata all'oro e per fare questo doveva raggiungere il Gold Exchange Standard.L'Inghilterra per poter eliminare carta moneta dalla circolazione stampò meno denaro e alzò il valore della sterlina.La Francia invece non aveva tentato di raggiungere il GOLD EXCHANGE STANDARD non volendo la parità franco-oro perciò poteva rimanere inflazionata;in questo modo riusciva a non deflazionare molto il franco e a riconvertire le industrie facendole ripartire,inoltre erano disposti a fare dei sacrifici pur di punire la Germania.L'industria francese era atomizzata,non dipendeva da un unico centro ma da diversi che non erano legati tra loro,dipendevano da più banche o industrie in modo che se fallisse una non fallisse tutta l'economia francese;in questo modo la Francia riuscì a ripartire e a salvare lo Stato liberale.
La banca centrale era quella che metteva in circolazione il danaro:se voleva inflazionare vendeva per esempio 100 euro ad una banca privata a 90 euro(a interessi 0)in modo che ci fosse più danaro in circolazione;se voleva deflazionare li vendeva a 110 euro quindi con meno circolazione di carta moneta.La lira venne inoltre espulsa dal serpentone monetario perchè a seconda degli interessi inflazionava e deflazionava continuamente.Immettere meno carta moneta portava al fallimento industriale,infatti in Inghilterra vi era il problema della riconversione delle industrie da belliche a civili perchè avevano bisogno di danaro che però non veniva prestato dallo Stato;questo comportò l'aumento di disoccupazione.L'economia inglese si basava sull'estrazione del carbone,durante la Prima Guerra Mondiale fu scoperta però un'altra forma di energia:il petrolio.L'Inghilterra ne era priva,era necessario importarlo ed era più conveniente perchè costava meno del carbone;l'Europa comincia ad utilizzarlo come fonte di energia mentre le industrie inglesi entrarono in crisi.L'Inghilterra aveva anche problemi politici perchè aveva promesso l'indipendenza a molte colonie e ne risentiva il prestigio nazionale ma deve affrontare anche il problema dell'Irlanda,appartenente al Regno Unito,una cui parte era indipendentista in quanto di religione cattolica e l'altra era unionista essendo di religione anglicana e voleva rimanere a far parte dell'Inghilterra.Si sviluppa inoltre un esercito irlandese,l'IRA,che rivendicava l'indipendenza;per cui per evitare una guerra all'interno del Regno Unito il primo ministro inglese,Mc Donald,propone come soluzione l'istituzione di due Parlamenti:uno inglese e uno irlandese la cui armonia veniva rappresentata dal sovrano.Agli irlandesi,che non accettarono questa soluzione volendo l'autonomia completa,gli viene concessa;da essa però si staccano le 8 province unioniste quindi l'Irlanda si divide in due parti.La politica economica del Regno Unito più questa non-soluzione dell'Irlanda ha portato il partito liberale a crollare nei consensi,inoltre da uno scontro con i sindacati lo Stato inglese proibisce qualsiasi tipo di sciopero e impone un tetto massimo ai salari;avendo paura dello scontro i sindacati accettano un accordo con lo Stato che prevede l'abolizione degli scioperi,tetto massimo ai salari ed è possibile in qualsiasi momento licenziare ma per la prima volta viene istituita una sorta di Stato Sociale,WELFARE STATES,che si impegnava a dare assegni di disoccupazione agli operai licenziati.Mentre nel mondo anglosassone non esisteva lo Stato sociale e per curarsi bisognava pagare con i soldi lavorati,nel mondo mediterraneo si era sviluppato e se uno non lavorava interveniva lo Stato a garantirne la sopravvivenza.L'Inghilterra riesce inoltre ad istituire la sterlina come moneta internazionale.
Dall'altra parte vi erano gli Stati Uniti che non avevano alcun problema con la guerra perchè avevano tutto l'oro pagato dall'Italia,non aveva il problema della riconversione perchè con tutto l'oro che aveva riuscì a riconvertire le industrie e nemmeno quello della ricostruzione perchè i bombardamenti sono stati in Europa quindi non devono ricostruire;tuttavia hanno bisogno di manodopera ma decidono di interessarsi solo dei rapporti commerciali con tutto il continente americano e non con l'Europa anche se elaborano un piano di prestiti a bassi interessi per la loro ricostruzione,specialmente per la Germania.Gli Stati Uniti guardavano con diffidenza l'Europa in cui è molto forte il partito socialista,perchè nasce quest'idea secondo la quale tutti gli Europei erano socialisti e terroristi;si sviluppa quindi la politica del Parossismo:qualunque europeo è sospettato(come l'isis oggi).Viene chiusa l'immigrazione e si verificano anche varie condanne a morte nei confronti di molti europei,anche italiani considerati socialisti.Viene fatta la legge del Proibizionismo secondo la quale è vietato vendere alcool facendolo però circolare ancora di più con il contrabbando.In questo periodo si sviluppa anche un'associazione,KLU KLUX KLAN o KKK,deliquenti razzisti e violenti che considerano la razza bianca superiore alle altre che devono essere eliminate automaticamente,lo Stato permetteva la sua esistenza e nonostante questo lo Stato liberale continua ad esistere.


La repubblica di Weimar(Germania)

Qualche giorno prima della resa della Germania l'imperatore fuggì e in seguito venne proclamata la Repubblica di Weimar che firmò la pace.È detta Repubblica di Weimar perchè è stata proclamata a Weimar per scelta;la Germania aveva già come capitale Berlino,considerato simbolo di quella Germania prussiana che aveva fondato la sua esistenza sul militarismo e che aveva voluto la guerra ed era stata sconfitta e sarebbe stata penalizzata dalla pace cartaginese;si voleva quindi porre una differenza tra questa Germania e una nuova Germania del dopoguerra con cui non aveva niente a che fare. Weimar inoltre era la città in cui aveva insegnato Fichte ed era la città culturale,per cui la Repubblica di Weimar non era quella della Germania prussiana ma di quella culturale.Alla proclamazione della Repubblica i più importanti esponenti culturali della Germania elaborano la nuova Costituzione,la più democratica mai esistita:prevedeva la separazione dei poteri,vi era il suffragio universale e tutti avevano diritto al voto ed era la popolazione a votare il Presidente della Repubblica e il Parlamento.Il Parlamento era costituito da due Camere,una veniva eletta direttamente dalle regioni che avevano un numero preciso di eletti e l'altra veniva eletta con il Sistema Proporzionale Nazionale cioè liste uguali per tutta la Germania e in base al numero dei voti che prendeva una andavano in quella i rappresentanti,questa garantiva l'unità nazionale;per esempio se una lista prendeva il 30% dei voti aveva diritto a 30 deputati su 100.Queste due camere rappresentavano il potere legislativo e il Presidente della Repubblica quello esecutivo tuttavia il governo doveva avere la fiducia del Parlamento,rappresentanza dei cittadini in carica 5 anni,e rispondeva anche al Presidente della Repubblica.Questo non aveva poteri speciali tranne quello di sospendere,in caso la patria fosse in pericolo,i diritti costituzionali garantiti dalla Costituzione come la restituzione alla mobilità interna,arrestare senza accusa o che non può esistere la pena di morte;mentre ora non possono essere aboliti,nella Repubblica di Waimar si perchè in caso di guerra per esempio non posso avere il mio diritto di essere contro la guerra o di scioperare perchè la patria è in pericolo.
Si avevano 3 Partiti politici che rappresentavano la maggioranza tedesca:Partito di Centro,Partito Cattolico(di destra)e Partito Socialdemocratico(di sinistra)che non è come il socialismo italiano,è un Partito che tende all'uguaglianza politica e ha un forte Stato Sociale ma vuole migliorare la vita dei più poveri e non vuole abolire i proprietari delle industrie come avrebbero invece voluto i socialisti;fu questo Partito,che fece un accordo con il centro,a prendere più voti nelle prime elezioni garantendo il primo governo di Waimar.All'estrema destra del Partito Cattolico nel quale confluivano vi erano i Nostalgici del reggime prussiano,ex generali e soldati dell'esercito che rivolevano il vecchio sistema;erano molto potenti all'interno della Germania ed erano pronti ad insorgere contro la Repubblica di Weimar.Alla sinistra del Partito Socialdemocratico vi erano i Comunisti,minoranza che può confluire nella socialdemocrazia se questa non fa accordi con il centro,e ancora più a sinistra la lega di Spartaco.Spartaco era un gladiatore vissuto nel periodo di Cesare,aveva costruito un esercito di schiavi,organizzato una rivolta e cercato di abbandonare l'Italia;aveva vinto poche volte contro l'esercito romano per poi dirigersi in Puglia e arrivare in Albania ma l'esercito romano si ribellò mandandogli contro un esercito guidato da Pompeo sconfiggendolo.Venne costruita un'unica strada che portava a Roma,lungo la quale vennero crocifissi tutti gli schiavi sconfitti;il corpo di Spartaco venne invece diviso e messo nelle varie parti dell'Impero.Egli è il simbolo degli schiavi che si ribellano,infatti la Lega di Spartaco si occupa dei poveri e vuole portarli avanti con una rivoluzione contro il sistema e non accettava compromessi con i socialdemocratici o con il centro ma organizzava gli operai in modo autonomo ed era molto forte.Contro la nuova Costituzione vi sono i Comunisti e la Lega di Spartaco,ma il pericolo maggiore veniva dai nostalgici dell'estrema destra cattolica che hanno accettato la Costituzione ma a determinate condizioni,per la Repubblica di Waimar si parla dunque di Costituzione Contratta o Contrattata,appunto non assoluta ma vincolata.Questi non hanno mai accettato che delle amministrazioni vocali facessero parte ne comunisti,ne quelli della Lega di Spartaco e ne i socialdemocratici ma solo i socialdemocratici in accordo con il centro;la Costituzione vi era dunque solo formalmente.Contro questo potere dell'Estrema destra nacquero in Germania diverse manifestazioni comuniste e della Lega di Spartaco i cui leader,Rosa Blu Zembook e il compagno Karl Liebknecht,verranno uccisi proprio durante una manifestazione.
La Repubblica di Weimar doveva anche risolvere i problemi degli altri Stati,non la ricostruzione ma la riconversione delle industrie e l'inflazione che vanno di pari passo;durante la guerra circolava molta carta moneta,era inflazionata quindi bisognava ritirarla per dargli più valore;ritirandola però non vi erano i soldi per pagare la riconversione industriale da belliche a civili.Dopo la guerra invece,a Waimar come negli altri Stati,vi era poca inflazione(circa 15 marchi per 1 sterlina);lo Stato riteneva possibile attuare strategie politiche nella norma ma si abbatte la crisi psicologica tedesca:i tedeschi erano sconfitti,rimasti senza esercito e impoveriti perchè Alsazia e Lorena erano passate alla Francia.In seguito inizia un serie di azioni industriali che spostano i pochi soldi posseduti all'estero,costringono lo Stato a emanare altra carta moneta per compensare il denaro uscito e nel giro di un anno l'inflazione aumenta diventando incontrollabile come non era mai successo e il marco non era più convertibile:l'inflazione non viene bloccata inoltre perchè era la commissione alleata a decidere quanto la Germania doveva pagare alla Francia per la guerra.Nel mentre si cercò di bloccarla in due modi:subito dopo la rivoluzione gli Stati Europei avevano chiuso i contatti con la Russia che non poteva commerciare con l'Occidente ma,visto il grave problema in Germania,il Ministro dell'economia aveva riaperto i rapporti commerciali in modo da risollevare l'economia tedesca senza covertire la sterlina;contemporaneamente aveva fatto aderire la Repubblica di Waimar al piano DAWIS,ministro dell'economia americana,il quale si era reso conto che gli Stati Uniti avevano la necessità di produrre ma non riuscivano a vendere,potevano esportare solo in Europa ma questa doveva essere ricostruita per cui fa un piano:stanzia delle somme enormi da prestare agli Stati Europei a interessi bassissimi o interessi 0,regalavano soldi purchè li investissero per la ricostruzione;potevano poi comprare prodotti dagli Stati Uniti.La Germania aveva aderito a questo piano tuttavia in questo periodo di crisi la Francia chiede che la Germania paghi le indennità di guerra ma questa dichiara di non poterle pagare,per questo la Francia occupa il Bacino della Rur,zona smilitarizzata con le cui risorse la Germania avrebbe pagato le indennità.A questo punto l'Estrema Destra tedesca uccide il Primo Ministro che aveva fatto accordi con la Russia facendoli così saltare;la Germania inoltre,aumentando l'inflazione,decide di sostituire il marco con il Rentenmark che è una moneta diversa in quanto il marco era legato alle riserve auree,oro che la Germania non aveva quindi non aveva alcun valore,il Rentenmark invece era legato ai beni demaniali tedeschi;sostituendo la moneta riuscì a bloccare l'inflazione.Ci furono inoltre altri due eventi:molti prefetti di sinistra avevano autorizzato delle manifestazioni operaie contro i licenziamenti;il governo,guidato da Ebert,vuole impedire la legittimazione degli scioperi e inizia a sostituire i prefetti;quando sostituisce il prefetto di Berlino insorge l'Estrema sinistra,proclama uno sciopero e intervengono l'esercito e un corpo paramilitare mandato dal governo,i FREIKORPS,che agisce come un corpo militare ma non è riconosciuto dallo Stato e di esso facevano parte i nostalgici che facevano parte dell'esercito e gli ex operai licenziati.I Freikorps intervengono appunto sparando contro gli esponenti della Lega di Spartaco che scioperavano occupando alcuni palazzi e il governo accetta la loro eliminazione fisica perchè lo Stato è in pericolo e non si riusciva a gestire la manifestazione.Si inizia a considerare responsabili della politica economica tedesca i francesi,gli inglesi e gli ebrei e tutto ciò porta all'aumento di disoccupazione,dell'inflazione e dei Partiti di Destra.
A Monaco durante una conferenza stampa del Presidente della Regione,un gruppo di Estrema Destra entra nel locale e prende in ostaggio i rappresentanti del governo,dichiara che tutti i palazzi del potere sono occupati e assume il potere con un colpo di Stato,si chiama PUTSCH di Monaco ed è guidato da HITLER.Qualcuno uscendo si accorse che i palazzi non erano tutti occupati ed erano stati ingannati;chiamarono la polizia per arrestare Hitler che doveva essere espulso dalla Germania in quanto di origine austriaca ma non successe e utilizzò il processo non per difendersi ma per diffondere le sue idee e accusare la Repubblica di Waimar di non essere capace di rispondere alle provocazioni e lui sa come far rinascere la Germania;viene condannato a pochi anni di carcere in cui scrive un libro Mein Kampf(il mio progetto)e per lui la responsabilità è degli altri,in particolare degli ebrei.Le sue teorie poggiavano sulla crisi morale diffusa nella Repubblica di Waimar e che era rappresentata dall'espressionismo,quindi cinema,letteratura,teatro e arte.Per quanto riguarda il cinema vi è"Nosferatu"che è la storia di un uomo che sembra normale ma dietro si nasconde un mostro;nel teatro vi è invece"Caligari":uno psicologo che o in sogno o nella realtà ipnotizza e fa marciare nel suo studio i suoi pazienti,è colui che tira le file delle vite degli altri e li controlla psicologicamente.Nel cinema abbiamo anche"l'Angelo Azzurro":un insegnante tedesco un giorno si innamora di una ballerina del circo arrivata in città,lascia la sua carriera per ottenere una piccola parte e stare vicino a questa ragazza ma quando lei ritorna nel suo paese lui scopre che ha lasciato solo per questo una vita di valori.Nell'arte abbiamo Otto von Dix eGgross.Uno dei quadri più famosi di Dix è il"Trittico della città",è diviso in 3 blocchi e può rappresentare tre diverse scene di una qualsiasi città tedesca ma verosimilmente Berlino;il blocco di sinistra rappresenta un vicolo in cui troviamo due donne che si incamminano,incontrano un reduce mutilato della guerra e a terra un cane randagio e un uomo morto,tipico dell'espressionismo era proprio l'esagerare in questo caso il degrado e la povertà di una città qualunque in cui ci sono due diverse società:la bella vita delle donne e quella dei reduci di guerra mutilati.Il blocco centrale è l'esplosione della vita e si svolge all'interno di una stanza in cui vi è una festa,vi sono l'orchestra,due persone che ballano,una donna in primo piano con i capelli alla maschietta e un'altra donna che fuma;nessuno di loro però sorride,è la ricca società che vive di esibizione e non è alla festa per divertirsi ma per mostrare la propria ricchezza,questi avevano comportato la povertà dei reduci di guerra che vi sono nell'altra parte.Il blocco a destra infine rappresenta un altro vicolo in cui vi è un mutilato che chiede l'elemosina e accenna il saluto militare e due donne in primo piano dall'abbigliamento femminile con la pelliccia che mira alla sensualità;questa è per lui la Repubblica di Weimar, da una parte i reduci che avevano dato la vita nella guerra e dall'altra i ricchi che ostentano la propria ricchezza in una sala o la propria sensualità squallidamente.Un altro quadro di Dix risalente al 1925 è"Una Giornata Grigia"e rappresenta la società di Weimar: vi è un uomo elegante,funzionario statale,con il colletto rigido,segno di nobiltà,che sta andando a lavorare con la borsa sottobraccio e rappresenta colui che si è arricchito e non si rende conto di ciò che sta succedendo infatti dietro di lui c'è un muro che lo separa dal resto della società,è miope nella mentalità;dietro abbiamo ex militari che stanno andando a lavorare e sono rappresentati come delle marionette senza atteggiamenti umani,quello in secondo piano non ha nemmeno il viso ma si vede che entrambi vivono in una realtà più povera rispetto al funzionario;un'altra figura guarda quasi di nascosto ed è l'aguzzino che si è arricchito e presta i soldi agli altri impoverendo l'operaio e l'ex militare,qualcuno ha visto in questa figura i tratti dell'ebreo.Nello sfondo vediamo delle fabbriche che portano ricchezza solo ai funzionari ma non al resto della società.Di Gross invece sono"Le Colonne della Società":sono rappresentati 4 uomini e un militare,quello in primo piano beve birra ed è un politico perchè impugna una spada,segno di potere,al collo porta la svastica che era simbolo orientale del sole e tra i capelli si nasconde un cavaliere sul cavallo;l'altro dietro ha un vaso da notte in testa ed è un giornalista perchè porta i giornali sottobraccio e tiene in mano una penna;infine l'altro ha in testa feci ed è un politico senza potere.Sullo sfondo troviamo un prete con il nasso rosso,segno che è ubriaco e dietro di lui quasi nascosto c'è il mondo reale dei militari che stanno uccidendo e distruggendo;le colonne della società si basa quindi sulla distruzione della società da parte dei militari.Di Gross è anche"Giocatori Di Skat":rappresenta i reduci della Repubblica di Waimar,sono tutti mutilati e ricostruiti e giocano a carte;le tengono con delle protesi e l'altro con la bocca perchè non ha gli arti.Questi sono stati dimenticati e sono coloro che alla fine hanno accettato il Colpo di Stato di Hitler,si sono illusi di poter risolvere la loro condizione seguendo il suo discorso;la crisi della Repubblica di Weimar nasce da questa società.

Il dopoguerra italiano

In Italia e Germania le proteste fecero fallire i regimi e ci fu il Cesarismo come aveva previsto Spengler.L'Italia era entrata in guerra con un anno di ritardo dopo il patto di Londra e fu considerata come sconfitta non avendo ottenuto ciò che le era stato promesso:riforma agraria e maggiore partecipazione politica.Nonostante questo la guerra aveva praticamente portato ricchezza in Italia perchè aveva dato la possibilità alla società di evolversi e aveva dato piena occupazione a tutti gli italiani mentre gli altri che non avevano trovato lavoro nelle industrie potevano emigrare specialmente nel Nord Italia,dove erano più sviluppate come aveva deciso lo Stato che fungeva sia da finanziatore che regolatore e acquirente;sviluppatosi il Nord,il Sud rimase arretrato essendo zona agricola senza investimenti statali e molti,quando vi era richiesta,emigravano in America trovando lì piena occupazione;in questo modo si compensava l'arretratezza e non si sentiva la crisi.Lo Stato,attraverso un sistema bancario:Banco di Sconto,Banco di Roma,Banco di Credito e Banco Commerciale,aveva finanziato le industrie in due modi:con un finanziamento a breve termine,una banca rivuole i soldi con pochi interessi;o con un immobilizzo,sa che non riavrà i soldi ma partecipa agli aiuti acquisendo una parte dell'industria.Le quattro banche erano diventate proprietarie delle industrie italiane più importanti e avevano ricevuto finanziamenti dallo Stato però quando,al termine della guerra,lo Stato non commissionò più prodotti alle industrie queste fallirono trascinando in fallimento anche le banche.Il problema è dato anche dal fatto che gli Stati Uniti avevano deciso di non accogliere più gli immigrati chiudendo quindi le vie di fuga degli italiani del Sud perchè anche le industrie del Nord erano in fallimento.Nel 1916 per esempio,il Prodotto Interno Lordo era più alto rispetto al 1920 perchè lo Stato inizialmente produceva ricchezza con l'economia di guerra ma dopo non più perchè le industrie falliscono e anche con la riconversione nessuno può comunque permettersi di comprare prodotti.Questa crisi economica determinò nel 1919-20 una serie di scioperi e rivoluzioni che porteranno ad un sistema pre-rivoluzionario e questo periodo è chiamato Biennio Rosso,sembrava che si stesse per realizzare una rivoluzione comunista in Italia.Gli operai che vennero espulsi per la crisi e i contadini vennero organizzati da diversi sindacati e protestarono contro lo Stato che non manteneva le promesse fatte durante la guerra.I contadini del Sud erano organizzati dalle ACLI,sindacati cattolici che non hanno interessi politici ma vogliono migliorare la vita dei contadini che non vogliono cambiare le forme di Stato ma procedono all'occupazione delle terre incolte che i feudatari possiedono ma che non hanno coltivato e che quindi non servivano,in modo che lo Stato gliele assegnasse;questo non portò la riforma agraria ma comunque maggiori ricchezze rispetto a prima.Gli operai del Nord erano invece guidati dalla CGL,confederazione generale del lavoro,e immaginavano già un nuovo sistema di Stato più vicino allo Stato sovietico che liberale;gli operai inizialmente scioperano tentando di occupare le fabbriche ma in un secondo momento,non più appoggiati dalla CGL,iniziano a gestirle autonomamente.Gli industriali italiani quando la CGL guidava gli operai avevano tentato di raggiungere accordi ma quando le fabbriche vengono occupate la medio-borghesia non fa di tutto per impedire l'occupazione,ritiene che la fabbrica così autogestita sia destinata al fallimento perchè senza una guida non sono in grado di autogestirla e di produrre.La popolazione a questo punto insorge contro gli operai perchè non si producono più i beni di prima necessità ma le fabbriche,nonostante gli scioperi,continuano a produrre e abbassando i prezzi ottengono il loro appoggio.La Colfindustria a questo punto è costretta a scendere a patti con gli operai che chiedevano:salari più alti,riduzione delle ore di lavoro,i loro diritti e il riconoscimento delle commissioni interne delle fabbriche,organi decisionali in cui datore di lavoro e operai contrattano i loro diritti.In questo accordo gli operai ottennero tutto ciò che avevano chiesto tranne il riconoscimento delle commissioni interne perchè il datore di lavoro avrebbe perso potere,tuttavia anche senza questo riconoscimento gli operai ottennero comunque vita migliore e maggiore ricchezza.La medio-borghesia invece teme quello che potrebbe succedere in Italia;in questo periodo nei giornali comparvero degli scritti da parte di Gramsci che era stato arrestato dal fascismo,aveva parlato di questione meridionale dicendo che i problemi dell'Italia meridionale si potevano risolvere con una rivoluzione comunista e questo era possibile riuscendo a creare un partito che tenesse insieme le proteste operaie del Nord e del Sud Italia.La medio-borghesia temeva la riuscita di questo programma perchè non richiedeva una migliore condizione economica vista la povertà italiana però riteneva non fosse giusto che l'avessero gli operai che era una classe più bassa,di minore importanza anche durante la guerra.Ora si ritrovava operai e contadini allo stesso suo livello;per ottenere loro un miglioramento si sarebbero dovuti scontrare con lo Stato e l'alta borghesia che non vedevano come nemici.La medio-borghesia contestò inoltre coloro che si erano arricchiti alle spalle dei reduci di guerra che avevano rischiato la vita,i cosidetti Pescicani che appunto non avevano lottato come i soldati e contestavano il Parlamento perchè fregava gli italiani;contestavano anche gli industriali e gli strozzini che prestavano i soldi.Anche la piccola borghesia entrò in conflitto con i contadini poichè contestavano il fatto che nonostante potessero permettersi di comprare terre su cui lavorare chiedevano anche altri diritti.Dappertutto c'erano conflitti ma il governo non poteva sanarli tutti,vennero però capiti da Mussolini,socialista espulso nel 1914 perchè interventista;nel Marzo 1919 fonda i Fasci di Combattimento con un programma pubblicato al palazzo di San Sepolcro,mentre prima c'erano i Fasci dei Lavoratori cioè associazioni di lavoratori che lottavano per avere la riforma agraria e la divisione delle terre,questi sono diversi e hanno un preciso programma politico:sono repubblicani,anticlericali,nazionalisti e vuole ristabilire l'ordine nel Nord Italia presentandosi come difensore dei diritti della medio-alta borghesia e opponendosi alle lotte contadine e degli operai,infatti ogni azione doveva essere finalizzata al bene dello Stato.Per evitare i conflitti sociali ci sono due modi:tentare accordi tra le controparti o eliminare una delle due parti sociali e Mussolini tenta questa;dopo la proclamazione dei fasci incendia la sede dell'Avanti,il giornale socialista che dirigeva.Prima delle elezioni del 1920 aveva la maggioranza il Partito Socialista,quello liberale no perchè da una parte la borghesia vorrebbe un Partito più deciso e dall'altra i contadini avevano aderito al socialismo quindi mancava un partito di centro che mettesse d'accordo le due parti;dopo le elezioni i Fasci di Combattimento si caratterizzano per i loro interventi contro le manifestazioni vinte dai socialisti e i primi Comuni che distruggono,impedendo l'insediamento del nuovo consiglio comunale,sono quelli di Modena e Bologna.Poichè nell'Italia meridionale ci sono state le Acli(sindacati cattolici),Benedetto XV elimina il Non Expeditur:Pio IX aveva detto che i cattolici non dovevano riconoscere lo Stato italiano,ora non lo riconoscono ufficialmente ma possono partecipare alla vita politica.Dopo,Don Sturzo,siciliano di Caltagirone,fonda il Partito Popolare Italiano che è interclassista e progressista perchè voleva riunire più classi sociali e ha come punto sociale di riferimento borghesia e contadini in modo da trovare un accordo tra loro.Questo Partito è inoltre cattolico quindi dovrebbe essere appoggiato da tutti i cattolici.Egli riteneva necessaria una ridistribuzione delle ricchezze perchè concentrate nelle mani di pochi fallirebbe il mercato interno,se invece vi è più ricchezza comprano in tanti e il mercato interno non fallisce.
Anche nel Partito Socialista una serie di conflitti e l'occupazione delle fabbriche portarono alla sua divisione:Riformisti,i quali sono contrari all'occupazione delle fabbriche e ritengono necessario un accordo con lo Stato e la borghesia;e Massimalisti i quali ritengono necessario portare avanti l'occupazione delle fabbriche per arrivare alla rivoluzione e dovrebbe trasformarsi in un Partito che unisca i movimenti dell'Italia settentrionale e meridionale.Dal Partito Socialista,nel Congresso di Livorno del 1921,prima si stacca il Partito Socialista Unitario(PSU)poi con Gramsci la corrente massimalista formando il Partito Comunista Italiano.Mussolini capisce di dover trasformare un sistema politico così variegato e trasforma i Fasci di Combattimento nel Partito Nazionale Fascista,PNF,ma poichè alle elezioni prende pochi voti lo trasforma in Partito Monarchico,Aristocratico e Filocattolico così ha l'appoggio di tutti,anche del Vaticano che vuole che gli operai abbiano i loro diritti al contrario degli aristocratici i quali non vogliono perchè ci perdono ma poi entrambi accettano il Partito Nazionale Fascista,anche se violento.I Cattolici lo accettano perchè essendo ora filocattolico può rimanere all'interno del sistema ed eliminare tutte le rivolte possibili;gli operai non lo accettano perchè non è a loro favore.Alle elezioni del 1921 il Partito Nazionale Fascista ottiene solo il consenso dell'alta borghesia e del Vaticano ma non quello dei borghesi che hanno paura e dei cattolici perchè lo considerano violento.Nel 1922 Mussolini organizza con il quadrumvirato un colpo di Stato,masse di fascisti da tutta Italia devono marciare su Roma per chiedere al re di nominare Mussolini Primo Ministro;in poche province tuttavia i prefetti danno ordine di impedire qualsiasi manifestazione non autorizzata e,nel momento in cui i fascisti marciano verso Roma,la polizia spara qualche colpo e i fascisti spariscono.Il Ministro degli interni Facta chiede al re di bloccare le manifestazioni ma lui si rifiuta,i fascisti entrano a Roma e marciano sotto il quirinale;a quel punto il re nomina Mussolini Primo Ministro.Le elezioni intanto non avevano dato la maggioranza al Partito fascista ma il popolo italiano marciando nelle manifestazioni aveva ottenuto la possibilità per Mussolini di formare un governo e re e aristocrazia erano d'accordo perchè ritenevano fosse controllabile.Mussolini arrivò al governo senza una base parlamentare e non vincendo mai le elezioni;formò il primo governo avvalendosi anche di ministri liberali in particolare di De Stefani;cercherà poco per volta di svuotare dall'interno il sistema istituzionale italiano cioè di affiancare altri organi non istituzionali a quelli istituzionali ufficiali per esempio la consulenza del Gran Consiglio del Fascismo che non è il governo vero e proprio,questo andrà a sostituire volutamente il Parlamento.Il Parlamento inizialmente aveva dato la fiducia a Mussolini e accettava anche alcune proposte ma questo cambia dal 1922 al 1926 quando Mussolini indice nuove elezioni che vengono vinte dalla lista fascista però avevano avuto la possibilità di votare solo i fascisti che si imponevano davanti al seggio e impedivano agli altri di entrare,avevano quindi truccato le elezioni.In seguito Matteotti,un deputato socialista,denuncia questo imbroglio di Mussolini ma all'uscita del Parlamento Matteotti scompare,viene trovato morto alcuni giorni dopo e di questo vengono accusati i fascisti.L'aristocrazia abbandona il fascismo perchè ne ha paura e anche la Chiesa non accetta questa violenza;Mussolini sembra a questo punto abbandonato da tutti e tenta il tutto e per tutto con un discorso alla camera durante il quale ammette che Matteotti è stato ucciso dal fascismo;dice che poichè il Partito Fascista ora rappresenta gli italiani,Matteotti era stato ucciso dalla volontà di tutti gli italiani quindi processare il Partito era come processare tutti loro.Il Partito Socialista e quello Comunista decisero di non partecipare alle scelte del Parlamento e di non votare,per questo Mussolini li dichiara decaduti.A questo punto lui ha la maggioranza in Parlamento e può apportare delle modifiche:eliminò una più alta tassazione sui redditi di guerra imposta dai primi governi su tutte le ricchezze accumulate durante la guerra;aveva reso totalmente libero il mercato ed eliminò qualsiasi legislazione in difesa dei lavoratori che favoriva l'aristocrazia.Mussolini creò un corpo speciale di polizia in difesa dello Stato fascista e non più del re,in caso di conflitto tra il re e il governo questa forza dell'ordine avrebbe difeso il governo;eliminò anche la possibilità di eleggere i sindaci che vennero sostituiti dai Podestà,nominati dal Ministro degli Interni che era anche Mussolini oltre che Ministro della Guerra e dovevano quindi rivolgersi a lui.In seguito Mussolini ha la possibilità di legare gli interessi dell'aristocrazia al fascismo e con il discorso Della Lira a Quota 90 entra nell'economia dicendo che avrebbe controllato il cambio lira-sterlina(90 lire per 1 sterlina)quindi dando più valore alla lira;a determinarne il valore non sono più gli scambi internazionali ma lo Stato che deve deflazionarla e il suo costo deve ricadere sugli operai e contadini i cui salari non dovevano aumentare placcando le proteste della medio-borghesia che si vedeva da loro superare.Per evitare rivolte e scioperi Mussolini elabora una riforma del lavoro:elabora un carta che doveva essere condivisa da tutti e invece dei sindacati prevede la presenza delle corporazioni in cui le decisioni vengono prese dai ministri;egli dichiara alla Colfindustria di fare accordi,fino a quel momento,solo con sindacati riconosciuti dallo Stato.Cambiano anche il sistema legislativo e della giustizia modificati con l'intervento di Rocco e di Gentile per il sistema scolastico;entrambi sostengono che la nuova legislazione è necessaria,fin'ora si erano susseguiti tre evoluzioni di Stato:liberale,nazionale e socialista;lo Stato Fascista comprende ora tutti e tre i tipi di Stato e sintetizza collettività e individuo.Per quanto riguarda la scuola ve ne erano di avviamento al lavoro,altre per i tecnici per lo Stato e una verticale che è la sintesi delle due e rappresenta la base dell'istruzione;lo Stato decide quando e cosa doveva essere insegnato mentre ora dipende dalle singole scuole.Mussolini per avere l'appoggio dell'opinione pubblica tenta di impedire qualsiasi tipo di sciopero;aveva anche cercato l'adesione psicologica del popolo al fascismo in un modo particolare:la Chiesa ancora non riconosceva lo Stato Italiano,l'unica legge era quella delle guarantigie che la Chiesa non aveva controfirmato e aveva ricevuto ugualmente territori dallo Stato;Mussolini riesce ad ottenere dalla Chiesa i Patti Lateranensi,firmati da Gasparro e Mussolini,con i quali la Chiesa riconosce lo Stato italiano.Questi vennero modificati negli anni 80 con il nome di Patti Madamensi;questo accordo si divide in tre parti:il concordato vero e proprio,parte politica e parte economica.Per quanto riguarda l'economia la Chiesa deve pagare per l'acquisto di territori italiani ma non avendo i soldi una parte gli viene data subito dallo Stato fascista e un'altra tramite lo stipendio dato ai preti per insegnare religione nelle scuole italiane;la religione diventa infatti materia obbligatoria nelle scuole e gli insegnanti venivano scelti dallo Stato.In questo concordato lo Stato riconosceva alla Chiesa la sovranità sul territorio del Vaticano e su alcuni palazzi romani;la Chiesa perde il diritto d'asilo,i preti hanno il dovere del segreto confessionale e devono rispondere oltre al diritto canonico anche a quello civile dove non vi è quello canonico.Con questi Patti Mussolini si pone come colui che aveva riportato l'italia al cattolicesimo dando voce al sentimento degli italiani che accettano il fascismo,Pio XI lo dichiara Uomo della Provvidenza perchè aveva salvato l'Italia e aveva anche creato delle organizzazioni che dovevano controllare la vita degli italiani dal lavoro al club fascista.Scioglie anche le organizzazioni non riconosciute dal fascismo come quella dei Boy-Scout perchè non sono mai stati controllati e non accettavano il fascismo,Mussolini non accettava ideologie indipendenti;scioglie inoltre i Partiti di opposizione come il Partito Popolare che era cattolico ma antifascista e Don Sturzo invece che fare giuramento al fascismo partì all'estero per non essere ucciso:è il Fuoriuscitismo.Mussolini ha ora pieno controllo del Parlamento,dello Stato e della società facendo molta propaganda,poichè avverte le varie crisi tenta di rendere l'Italia autarchica;abolì inoltre le parole derivate dall'inglese poichè era la nazione nemica sostituendole con parole usate in antichità e non si dava nemmeno del lei ma del voi come facevano i romani.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email