Ominide 1486 punti

Rinascimento pieno o maturo


A partire dagli ultimi decenni del 1400 la stagione artistica rinascimentale che interessa il periodo grossomodo a cavallo tra i due secoli (1400 e 1500) viene definito come rinascimento pieno o maturo: i linguaggi delle arti figurative, con particolare riferimento alla pittura e alla scultura, giungono a un livello di maturazione tale per cui si evidenzia una differenziazione tra le opere del cosiddetto primo rinascimento, di stampo donatelliano, e quelle realizzate nel rinascimento pieno.
Vediamo infatti che esse assumono dei connotati tali per cui il naturalismo, l’impiego della prospettiva, la capacità di rappresentare verosimilmente la realtà, non solo da un punto di vista descrittivo, ma anche da un punto di vista narrativo, si strutturano in un linguaggio molto più completo e maturo. Gli artisti che furono protagonisti della stagione del rinascimento pieno hanno inizio a partire dall’opera di Leonardo da Vinci. Successivamente, e in grosso modo contemporaneamente c’è anche la figura di Raffaello Sanzio, anche se nasce qualche anno dopo, come pure quella di Michelangelo, che nasce nel 1475, per cui più di vent’anni dopo Leonardo, che nasce nel 1452. Tuttavia è Leonardo l’iniziatore di quella nuova maniera che Giorgio Vasari definirà nel corso del 1500 “rinascita”(Giorgio Vasari fu un artisti completo: esponente del rinascimento cinquecentesco, era un pittore, scultore e architetto e a lui si deve il progetto della galleria degli Uffizi. Lui scriverà “Le vite dei più eccellenti pittori et scultori et architectori”, una sorta di narrazione biografica delle vite dei protagonisti delle arti figurative a partire da Giotto, descrivendo quindi l’opera di tutti coloro che l’avevano preceduto. A lui si deve la definizione della produzione del 1100-1200 come arte gotica in quanto uomo del rinascimento, quindi classicista, riteneva infatti barbaro tutto ciò che non rispondeva ai requisiti classici. L’architettura medievale vista da uno studioso del 1500 appariva infatti barbara e quindi lui la definisce gotica, con riferimento alla popolazione dei goti).
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email