Ominide 143 punti

Umanesimo


  • Novità artistiche a Firenze:
  • A Firenze,agli inizi del Quattrocento,gli artisti Brunelleschi,Massiccio e Donatello diedero vita a una rivoluzione artistica,superando la tradizione gotica.
    Accanto a loro rimasero comunque pittori più legati allo spirito religioso del'Medioevo,come Beato Angelico.

La grande novità dell'arte fu l'uso della Prospettiva,un insieme di regole geometriche che permette di rappresentare lo spazio più fedelmente possibile,cioè così come lo vede l'uomo.
I primi a definirla furono Brunelleschi e l'architetto Leon Battista Alberti,che fu anche un grande umanista.

Gli umanisti si chiamavano così perché mettevano al centro del loro studio l'uomo.
Erano filosofi,poeti e artisti e si occupavano di tutti i campi del sapere.

Nel loro lavoro,tutti questi artisti erano spesso protetti e aiutati dalle più potenti famiglie del tempo:è il fenomeno del mecenatismo.
A Firenze possiamo ricordare i Medici,che raggiunsero il loro massimo splendore con Lorenzo il Magnifico.
Alla sua corte si riunivano filosofi, letterari e artisti tra cui il pittore Sandro Botticelli.

Anche altre città italiane furono dominate da potenti famiglie che diedero vita alle signorie.La più importanti furono Milano,Urbino,Ferrara,Mantova e Rimini.

Da Firenze la nuova arte si diffuse quindi in tutte queste città,ma anche a Roma e a Venezia,dove va ricordato il pittore Giovanni Bellini.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email