elak98 di elak98
Ominide 16 punti

Opere di David


Parigi, 1748-Bruxelles, 1825)
Frequenta l'Accademia des Beaux Arts; Partecipa alla Rivoluzione Francese; per aver appoggiato Roberpierre alla sua morte, nel 1794 viene incarcerato per 4 mesi; l'8 dicembre 1804 è nominato Primo Pittore dell'imperatore (Napoleone), alla sua caduta nel 1816 David è esiliato a Bruxelles, ove morirà 9 anni dopo.

Analisi de "La morte di Marat" del David

La morte è un esempio della sua grandezza di medico rivoluzionario. David finge la sua morte; è una morte simbolica e lo rappresenta come Cristo, ispirandosi alla "Sepoltura di Cristo" di Michelangelo.
Il braccio è abbassato a toccare terra, il corpo è collocato in una specie di sarcofag, che in realtà è una vasca da bagno e, il tavolino sul quale scriveva è trasformato in una lapide. Il resto (lo sfondo) il David, l'ha voluto lasciare in ombra (prende ispirazione da Caravaggio, il quale faceva uscire le sue figure dal buio,dall'oscurità, dall'assenza di ragione per gli Illuministi, per esssere toccate dalla luce divina della salvezza.
-Scelte Stilistiche:
Assenza di dettagli descrittivi, visione frontale degli oggetti. Solo la figura si muove nello spazio, a causa di una forza formale, autorità.
Il David ha voluto che si sapesse cosa stesse facendo Marat: troviamo un assegno per i bisognosi e ,ancora in mano a Marat, una lettera allo spettatore con la quale si era presentata la sua assassina che voleva "essere graziata".

Analisi de "Giuramento degli Orazi"del David

La scena rappresentata è quella del Giuramento dei fratelli Orazi al padre prima di andare a combattere con i fratelli Albini. La scena si svolge nell'atrio di una villa romana (costituito da colonne in stile dorico) ed è illuminata dalla luce del sole. Il personaggio di spicco è il padre che, posto al centro della scena, tiene in mano tre spade che costituiscono il punto di fuga del dipinto. Alla sua sinistra abbiamo i fratelli posti con le braccia innalzate in senso di giuramento; alla sua destra vi è la madre con i figli piccol in cui volto è coperto dalla madre con un velo scuro in simbolo di lutto, la figlia camilla e la cognata (moglie del fratello maggiore), ormai tutti afflitti e senza speranza per la disgrazia imminente. => "O Roma o morte"- ha appena finito di pronunciare il padre (che vestito di rosso dona maggiore significato alla scena rappresentata.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email