Ominide 1312 punti
Questo appunto contiene un allegato
David, Jacques Louis - Morte di Marat scaricato 11 volte

JACQUES LUIS DAVID

È il più importante pittore neoclassico, così come Canova è il più importante scultore. La sua pittura ha fini etici così come la scultura di Canova ha ideali estetici (il gusto e il bello).
Dipinse opere per Napoleone e rappresentò in un quadro l'incoronazione di Napoleone, la notte di Natale del 1800. Gli ideali napoleonici sono per David quelli della Rivoluzione francese. Il quadro che rappresenta in sintesi questi ideali è intitolato “Morte di Marat”.

MORTE DI MARAT

Il titolo originale era “A. Marat”; il quadro rappresenta l'uomo politico che governò negli anni cruciali della Rivoluzione francese. È raffigurato l'attimo successivo all'omicidio che Carlotta Corday attuò vigliaccamente. Con il pretesto di una supplica fu ricevuta da Marat che le stava rispondendo (tiene in mano ancora la lettera e la penna). Marat costretto a lunghi bagni per una malattia della pelle era inerme: la Corday lo pugnalò.

Marat è rappresentato come un martire della Rivoluzione. La posizione della testa e del braccio abbandonato richiamano il Cristo della pietà di Michelangelo (topos).
Tutti gli elementi dell'immagine alludono alla vita spartana di Marat, lontano dal lusso aristocratico (uno sfondo povero: lo scrittoio fatto con una cassa).
Il quadro è diviso in due parti orizzontalmente: lo sfondo è di colore freddo e vuoto (allude alla morte), in basso si concentra la scena e prevalgono linee orizzontali o diagonali verso il basso (ciò allude alla vita che sta finendo). Il forte contrasto di luce e ambra ricorda Caravaggio per gli effetti realistici nella resa del corpo e dell'anatomia.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze