Ominide 1161 punti

Ordine dorico

Durante l'età arcaica dei Greci, che va dal settimo secolo al 480/490 a.C., nacquero gli ordini architettonici, e il primo fu quello Dorico, seguito dallo ionico e poi dal corinzio.

Ordine Dorico

L'ordine Dorico essendo il primo ad esser nato è il più tozzo.
La colonna poggia direttamente sullo stilobate, senza una base vera e propria.
Il fusto della colonna presenta venti scanalature a spigolo vivo, cioè accentuato, e presenta un leggero rigonfiamento detto Entasi. Era una correzione ottica, evitava che da lontano l'occhio umano vedesse il fusto della colonna ristretto, quindi sproporzionato e non perfetto.
Non presenta un vero e proprio capitello ma vi è un elemento sopra al fusto, detto Echino, che presenta una forma tondeggiante.
Ancora più su vi è l'Abaco, un elemento a forma di parallelepipedo.
Come in ogni ordine architettonico, anche qui si prende il diametro di base della colonna e tutte le misure del tempio non sono altro che multipli o sottomultipli della misura. Nel caso dell'ordine dorico basta moltiplicare il diametro di base della colonna da quattro a sei.

Sopra alla colonna vi è poi l'architrave, il fregio decorato con metope e triglifi, la cornice divisa in sottocornice e gocciolatoio, e infine vi è il frontone.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email