Ominide 2387 punti

Studia l'antico e lavora col fratello e diventa architetto in proprio a 50 anni. Era un architetto militare e usa l'architettura classica in modo moderno. Visse in un periodo che vedeva la conoscenza diretta delle architetture classiche divenire modello per la progettazione architettonica. La sua formazione fu dovuta al continuo contatto con il fratello, studioso dell'antico e autore di architetture che si pongono come archetipi dell'arte rinascimentale. Antonio, rispetto a Giuliano, è maggiormente attratto dai richiami dell'architettura fiorentina del primo quattrocento e dimostra una volontà di riutilizzare gli elementi architettonici classici, come frammenti e decorazioni da poter ricombinare e rielaborare liberamente, tanto da essere stato avvicinato alla sensibilità manierista ed in particolare ad alcuni elementi dell'architettura di Michelangelo.

S.Biagio a Montepulciano: all'angolo introduce le paraste scanalate e i dettagli sono ispirati a Brunelleschi ma vennero reinterpretati. è una summa degli studi rinascimentali sulla pianta centralizzata a croce greca applicata agli edifici di culto cattolici. E' ispirata alla basilica di Santa Maria delle Carceri a Prato, e la stessa pianta venne applicata al progetto originario di Bramante e Michelangelo per la basilica di San Pietro. La facciata è divisa in due registri dal fregio a triglifi e metope che percorre tutto il perimetro del tempio: in quello inferiore è collocato il portale; in quello superiore c'è una finestra con cinque specchiature rettangolari. Ha una pianta a croce greca, con quattro bracci rettangolari simmetrici che si incontrano nella crociera quadrata, coperta dalla cupola.

Palazzo Contucci (Montepulciano): fu realizzato su progetto di Antonio da Sangallo il Vecchio per il piano terra e primo e da Baldassarre Peruzzi per il secondo piano.

Palazzo Nobili Tarugi (Montepulciano): si sviluppa su 2 livelli con 2 logge. E' completamente rivestito in travertino e presenta al piano terreno un imponente portico, con archi a tutto sesto. Al piano nobile presenta finestre dal timpano curvo ritmato da semicolonne di ordine ionico poggianti su alti piedistalli. Al secondo piano ci sono semipilastrini di ordine dorico.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email