Video appunto: Monet


All’interno di questo appunto viene effettuata un’analisi accurata con elenchi puntati riguardante la vita del pittore Claude Monet, le sue opere più importanti, tra le quali I papaveri, Lo stagno delle Ninfe, La passeggiata e Il levar del Sole. Inoltre troverete un approfondimento riguardo le caratteristiche dell’impressionismo, la corrente artistica del pittore.
caratteristiche e descrizione dell'impressionismo

Indice
Biografia di Monet
Opere più importanti
I papaveri
Lo stagno delle ninfee
La passeggiata
Il levar del Sole
L'impressionismo



Biografia di Monet




  1. Claude Monet nasce a Parigi il 14 novembre 1840.

  2. All'età di 15 anni insieme alla sua famiglia si trasferì a Le Havre, una città situata a nord della Francia.

  3. Nel 1859 si trasferì a Parigi e iniziò a frequentare l’accademia di Suisse, nella quale frequenta intellettuali e artisti che saranno molto di aiuto per la sua crescita artistica.

  4. Nel 1860 vi fu la chiamata al servizio militare e fu costretto a imbarcarsi per l’Algeria , potendo tornare a Parigi solamente due anni dopo.

  5. Al suo rientro si unì all’accademia di Charles Gleyre, abbandonata in seguito insieme a un gruppo di amici per andare a dipingere all’aria aperta.

  6. Nel 1874 venne allestita la sua prima mostra che risultò fallimentare a causa del periodo storico nel quale visse.

  7. Nel 1883 si trasferì con la moglie e i figli a Giverny.

  8. Il suo successo fu riconosciuto nel 1889 con una mostra personale alla galleria Petit di Parigi.

  9. Nonostante il successo, continuò a vivere nella campagna di Giverny, dove morì il 5 dicembre 1926.



Opere più importanti



Claude Monet, grazie alla sua strabiliante bravura, realizzò numerose opere delle quali in seguito andrò a fare una analisi delle più famose:

  1. 1865, “Colazione sull’erba”.

  2. 1872/1874, “Le regate gare di vela”.

  3. 1872 a Parigi, “Impressione o Sole nascente”.

  4. 1873, “I Papaveri”.

  5. 1875, “La passeggiata”.

  6. 1894, “Cattedrale di Rouen”.

  7. 1899, “Lo stagno delle ninfee”.

  8. 1908, “Palazzo ducale a Venezia”.



I papaveri



I Papaveri di Claude Monet è un dipinto olio su tela ed è stato realizzato all’aperto, nei pressi di Argenteuil, nell’estate del 1873. Le caratteristiche del quadro lo rendono una delle opere più famose di Monet e dell’impressionismo in generale, infatti possiamo notare che:

  • Monet punteggia tutto il prato con un rosso accesso per simboleggiare i papaveri, al fine di innalzare la gamma cromatica.

  • Monet raffigura la moglie Camille e il figlio Jean in mezzo al campo , per dare un senso di movimento.

  • I colori pastello delicati sono messi in risalto grazie alla tecnica olio su tela, che dona morbidezza al quadro.

  • Non c’è alcuna traccia di un disegno preparatorio: questo simboleggia che il colore è stato depositato direttamente sulla tela con più passate.

  • Sullo sfondo sono raffigurate le montagne discendenti e il cielo sopra di esse è come velato dalle nuvole bianche.



Lo stagno delle ninfee



Monet, negli ultimi anni della sua vita, trascorse il tempo nel suo giardino in stile giapponese a Giverny, dove coltivava piante esotiche. “Lo stagno delle ninfee”, realizzato olio su tela nel 1890, raffigura una zona in particolare del suo giardino. Il quadro presenta queste caratteristiche:

  • Monet raffigura in primo piano un ponte giapponese di legno che sorvola lo stagno ad esso sottostante. Il ponte inoltre, essendo posto al centro, divide orizzontalmente in due parti il dipinto.

  • Sullo sfondo sono presenti piante esotiche di vario tipo: salici, canne e nasturzi.

  • Sulla superficie dello stagno Monet rappresenta numerose isole di ninfee, che danno il nome al quadro.

  • Monet utilizza piccole e irregolari pennellate con macchie di colore.

  • Notiamo un trionfo del colore verde in ogni sua sfumatura, al fine di rappresentare l’aspetto vivo della natura.



La passeggiata




  • Monet realizzò questo quadro nel 1815, il periodo in cui visse ad Argenteuil. Esistono più versioni di questo dipinto, le quali presentano caratteristiche molto analoghe tra di loro. Nella “Passeggiata” Monet raffigura la moglie Camille e il figlio Jean mentre camminano in mezzo ad un prato.

  • Si può percepire la presenza del vento grazie al movimento del vestito di Camille e dell’erba a lei sottostante.
    La prospettiva del quadro è dal basso verso l’alto, in quanto sembra che il pittore fosse in una zona in discesa mentre la donna e il bambino sono in un punto più elevato.

  • Il figlio Jean è raffigurato più lontano rispetto a Camille, al fine di dare profondità al dipinto.

  • Inoltre il periodo in cui è ambientato il quadro è quello estivo, in quanto il sole è molto forte e la donna sta utilizzando un ombrello per ripararsi dalla luce.



Il levar del Sole



L’”Impressione” o “Levar del Sole”, è un dipinto di Monet realizzato nel 1872, al quale viene attribuita l’origine stessa del movimento impressionante. Il dipinto rappresenta il porto di Le Havre all’alba , e presenta le seguenti caratteristiche:

  1. In primo piano Monet raffigura tre piccole imbarcazioni disposte in diagonale.

  2. In alto il cerchio rossastro del Sole riflette sul mare, lasciando intravedere alcune gru in lontananza.



L'impressionismo




La corrente artistica dell’impressionismo, il cui fautore sembra essere proprio lo stesso Monet, nacque nella seconda metà dell’Ottocento, rielaborando le correnti pittoriche del Realismo e del Romanticismo. Le caratteristiche fondamentali dell’ impressionismo sono:

  • La centralità della pittura paesaggistica

  • La negazione dell’importanza del soggetto

  • La supremazia del colore rispetto al disegno

  • L’en plein air, ovvero la soggettiva identità dell’artista, il quale deve esprimere attraverso la pittura le sue emozioni senza nasconderle.



A cura di Aurora.