Ominide 2487 punti

Claude Monet: I papaveri

Sono tante le ragioni che fanno di Claude Monet il più impressionista degli impressionisti. In primo luogo l'estremo rigore con cui seppe sviluppare nel tempo la ricerca sulla luce, che secondo la sua opinine costituisce la vera protagonista della pittura. A Monet il soggetto del dipinto importa relativamente; ciò che è davvero fondamentale è saper capire come cambia lo stesso paesaggio o la medesima persona in mutevoli condizioni di luce. Il riquadro raffigura un campo nei dintorni di Parigi, come si presenta in una calda rigida giornata di sole. Monet vuole trasmetterci, con tutta l'immediatezza possibile, il senso di allegria che procura una passeggiata in campagna tra l'erba alta di un prato disseminato.
L'artista ci fa intuire come il vento leggero muova i petali dei fiori creando riflessi sempre nuovi. Per rendere questa sensazione picchietta di rosso acceso la tela, senza preoccuparsi troppo della forma, ma dando particolare importanza ai colori complementari. Anche i personaggi che camminano nel mare d'erba la migliore dell'artista, Camille e il suo giovane figlio Jean) sembrano dissolversi e confondersi con i colori del prato.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email