Elo1218 di Elo1218
Ominide 1488 punti

Goldoni – Vita e commedie


La vita


Carlo Goldoni nacque a Venezia il 25 febbraio del 1707. Compì gli studi giuridici, si laureò a Padova nel 1731 ed esercitò la professione dell’avocato.
Nel 1734 venne rappresentata con successo per la prima volta una sua opera, la tragicommedia “Belisario”; dal 1737 al 1741 diresse il teatro San Giovanni Crisostomo di Venezia; collaborò con la compagnia di Girolamo Medebach al teatro Sant’Angelo ( 1748 – 1752 ) e con il teatro San Luca ( 1753 – 1762 ).
Nel 1762 si trasferì a Parigi, qui alternava periodi di lavoro teatrale a periodi di permanenza presso la corte di Versailles. Dal 1783 cominciò la stesura dei “Memoires” (Memorie). Morì il 6 febbraio del 1793.

La riforma goldoniana


Negli anni in cui Goldoni si avvicinò al teatro comico trionfava la commedia dell’arte: gli attori, i quali erano solo maschi, impersonavano caratteri fissi e la loro recitazione era affidata all’improvvisazione sulla base di un canovaccio. Goldoni, con la sua riforma, sancì la priorità del testo scritto e fece recitare anche le donne, le quali a volte erano le protagoniste.

Le commedie


La produzione teatrale di Goldoni è costituita da tantissimi testi; la sua carriera può suddividersi in cinque fasi:
La prima fase: va dall’esordio ( 1730 ) al 1738, fu un periodo di apprendista, in cui Goldoni si muoveva ancora all’interno delle strutture teatrali tradizionali;

La seconda fase: va dal 1738 al 1748, si aprì con il “Momolo cortesan” in cui la parte del protagonista era scritta per intero; il passo successivo fu rappresentato dalla “Donna di garbo” ( 1742 – 1743 ) in cui tutto il testo era scritto;

La terza fase: va dal 1748 al 1753, fu quella della riforma e della collaborazione con il teatro Sant’Angelo, i capolavori di questa fase sono: La putta onorata, La famiglia dell’antiquario, La locandiera e La bottega del caffè;

La quarta fase: va dal 1753 al 1762, in questa fase Goldoni individuò la riscoperta e la valorizzazione corale del popolo e della sua lingua, e la critica della borghesia mercantile; i risultati più convincenti del periodo furono: Il campiello, I rusteghi, la Trilogia della villeggiatura, Sior Todero Brontolon e Le Baruffe chiozzotte;

La quinta fase: va dal 1762 al 1793, fu distratta dal teatro; le commedie che meritano di essere ricordate sono: L’Eventail (il ventaglio) e Le bourru bienfaisant (il burbero di buon cuore).
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email