Ominide 162 punti

Illuminismo

Movimento culturale del Settecento nato in Inghilterra come dottrina filosofica trovò in Francia sviluppo con i pensatori e scrittori Voltaire, Rousseau, Diderot, Montesquieu.

Fondamento è l' esaltazione dell'uomo come essere razionale, la sua storia intesa come continuo progresso; chiamato così per la fiducia che si riponeva nei lumi della ragione.
Si sottoposero passato ed errori ad una revisione critica; solo la ragione poteva indirizzare l' uomo verso la felicità; unica, immutabile, eterna, universale la ragione poteva rivelare la verità.

Il movimento avversò tradizioni, superstizioni, fedi religiose, dogmi e privilegi frutto di ignoranza e imposizione di autorità; predicò la fine della tirannide, dell'assolutismo monarchico in nome della fratellanza e dell'uguaglianza fondate sulla comunanza dei diritti e sul cosmopolitismo.

Fondamentale l' incremento dello studio del diritto, della politica, dell'economia, della pedagogia.

Obiettivo la dissoluzione dell'ignoranza in cui il potere aveva volutamente lasciato il popolo per diffondere la luce della ragione fra tutti glia strati sociali.

Massima espressione i 35 volumi dell'Enciclopedia; da ricordare gli scritti di Swift e il Robinson Crusoe di Daniel Defoe ( in Italia la satira di Giuseppe Parini, le rivendicazioni umanitarie di Cesare Beccaria influenzarono le opera di Alessandro Manzoni).


Romanticismo

Deriva dall' espressione narrazione in lingua romanza ( avventure cavalleresche del Medioevo in lingua romanza (provenzale) e neo latina); e indicherà una narrazione estesa di contenuto fantastico

Sul finire del XVIII secolo un nuovo clima culturale investì ogni aspetto del pensiero europeo; una decisa opposizione alla fredda esaltazione della ragione ( dalla quale accoglieva i grandi ideali di giustizia, libertà ed eguaglianza) affermava di sostituire al rigore della mente la libera fantasia e l' effusione dei sentimenti.
La scienza era impotente nell'affrontare i problemi essenziali dell'uomo.

Si avversò l' imitazione dei classici sostenendo un' idea di arte come creazione originale e spontanea.

L' uomo presa coscienza della propria infelicità esistenziale originata dal mistero del dolore e della morte intesi come limiti, può assumere l' atteggiamento della vittima o quello dell'eroe che si oppone al destino umano. Ecco l' esaltazione delle individualità estreme animate da forti e scomposte passioni, ribelli nei confronti delle convenzioni.

Si tornò ad esaltare i valori religiosi, predicati dal Cristianesimo, rivalutando il Medioevo come periodo storico in cui si erano poste le basi ai principi della civiltà moderna e cristiana; di qui l' esaltazione dell'idea di patria e del concetto di nazione (area geografica abitata da una comunità legata dalle stesse vicende storiche e identità di lingua e cultura).

Germania: scrittori poeti e filosofi Novalis e Schelling.

[s]Inghilterra[/s]: si espresse in modo nuovo la tradizione austera e meditativa della letteratura anglosassone. Walter Scott avviava con i suoi romanzi storici un genere di enorme successo.

Francia: grande sostenitrice e divulgatrice delle teorie romantiche fu Madame de Stael tra gli scrittori Victor Hugo e Alexandre Dumas.

[s]Russia[/s]: Aleksandr Puskin diede inizio alla letteratura russa moderna.

Italia: il Romanticismo si distinse per contemperare la tradizione nazionale con le nuove teorie, eloquente il periodico maggiormente diffuso tra il 1818 e 1819 Il Conciliatore di Silvio Pellico.
Il Romanticismo data la realtà politica della penisola fu impegnato a risolvere il tema patriottico risorgimentale individuando una letteratura popolare utile alla formazione di una coscienza di popolo ( i Promessi Sposi di Manzoni e la scrittura di memorie di Ippolito Nievo).

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 800?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email