Cosa hanno cercato su Google gli italiani nel 2020?

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Le ricerche più frequenti su Google nel 2020

Mentre la fine dell’anno si avvicina, Google come ogni anno ha stilato una classifica delle principali tendenze che hanno caratterizzato il nostro 2020. Attraverso l’analisi delle indicizzazioni delle ricerche effettuate in Italia da milioni di utenti infatti, il motore di ricerca ha identificato quelle che hanno destato maggiore interesse e curiosità.
Se si considera l’emergenza sanitaria che ha colpito tutto il mondo, non stupisce affatto dunque se la parola più cercata in assoluto sia stata “Coronavirus” e se molte delle altre ricerche abbiano coinvolto parole o informazioni ad essa connesse: “pandemia”, “contagi”, “Protezione civile” e la piattaforma per le videochiamate o videolezioni “Meet”. Come Google conferma sulla base dei dati raccolti, il 2020 verrà indubbiamente ricordato come l’anno della pandemia ma non solo, poiché anche le morti di diversi volti noti , oltre ad aver scosso la coscienza collettiva del Paese, hanno lasciato traccia sul motore di ricerca che ne ha registrato un significativo incremento di ricerche.

Guarda anche:


Le parole più cercate su Google nel 2020


Tra le chiavi di ricerca di maggiore tendenza nel 2020, prima fra tutte svetta senza dubbio quella relativa al “Coronavirus” e al significato della parola “Pandemia”. A queste seguono al secondo posto le “Elezioni USA” e al terzo “Classroom”, una delle piattaforme online più usate per la didattica a distanza. Anche la quarta posizione è occupata da un sito che riguarda l’apprendimento online, “Weschool”, mentre al quinto posto domina la sfera legislativa contrassegnata dalla chiave di ricerca “Nuovo Dpcm”, a cui abbiamo familiarizzato da febbraio 2020 ad oggi.

I personaggi più cercati su Google nel 2020


Tra le parole più cercate che rappresentano nomi propri di personaggi famosi predominano ovviamente quelle dei numerosi volti scomparsi nel 2020. Tra questi il Pibe de Oro “Diego Armando Maradona”, recentemente scomparso, e il grande campione del basket Kobe Bryan, tragicamente morto il 26 gennaio a causa di un incidente in elicottero.
Tra gli altri nomi a cui gli utenti hanno detto addio nel 2020, determinando un picco di ricerca, appaiono sicuramente gli attori “Gigi Proietti” e “Sean Connery” e i musicisti “Ennio Morricone” ed “Ezio Bosso”. E ancora, a chiudere la rassegna degli addii, il noto giornalista sportivo “Franco Lauro”, la presidente della Regione Calabria “Jole Santelli”, stroncata da una malattia incurabile e l’attrice del cast di Glee “Naya Rivera”, trovata morta per annegamento a seguito di una gita con il figlio in un lago californiano. Infine, anche la drammatica e ingiusta morte di “George Floyd” ha destato notevole interesse, determinando a livello internazionale una nuova ondata della protesta "Black Lives Mater" (definizione ampiamente richiesta su Google) e sensibilizzando quindi la lotta contro il razzismo.
Accanto ai nomi dei personaggi scomparsi però, tra i più cercati se ne aggiungono altri protagonisti di difficili e delicate situazioni. Tra tutti primeggia l’ex campione della Formula 1 "Alex Zanardi" le cui condizioni, a seguito di un tragico incidente con la sua hand bike, dopo mesi risultano ancora critiche. Tra gli altri anche la volontaria milanese "Silvia Aisha Romano", la cui storia ha suscitato molto scalpore a causa della conversione all’Islam a due anni dal rapimento in Kenya da parte dei terroristi.
Tra i più indicizzati anche i nomi degli esponenti politici di maggior rilievo negli ultimi mesi: i due rivali nella corsa alla Casa Bianca "Donald Trump" e "Joe Biden", il nostro Presidente del Consiglio "Giuseppe Conte", il dittatore nordcoreano "Kim Jong-un", il leader britannico "Boris Johnson", la vicepresidente degli Stati Uniti "Kamala Harris". Infine, anche la giornalista israeliana "Rula Jebreal" e l’imprenditore "Elon Munk".



Gli eventi più salienti secondo Google nel 2020


Gli eventi più cercati nel 2020 su Google rappresentano una testimonianza dei fatti più salienti dell’anno. Tra questi troviamo il “Campionato di Calcio di Serie A”, bruscamente interrotto dall’emergenza sanitaria, e le “Elezioni americane” da poco concluse. Tra gli spettacoli che hanno riscontrato notevole interesse ci sono il tradizionale “Festival di Sanremo”, concluso poco prima del lockdown, mentre tra gli eventi sportivi vengono menzionate le “coppe europee” calcistiche, l’ “Nba” per quel che riguarda il basket e infine il torneo francese “Roland Garros” per lo sport del tennis.
Nell’ambito della politica, spiccano il “referendum sul taglio dei parlamentari” e la “festa della Repubblica”, mentre come ogni anno, ancora una volta, nel settore del commercio primeggia Amazon con gli sconti del “Black Friday”.

I Fai-da-te più ricercati su Google nel 2020


Ancora una volta, anche il fai-da-te ha subito l’influenza della pandemia, soprattutto durante i mesi di lockdown in cui l’intero Paese ha vissuto un momento di smarrimento e di paura senza precedenti. Tra gli oggetti da ricreare a casa i più indicizzati sono stati quelli relativi a tutto ciò che nella prima fase della pandemia risultava praticamente introvabile. Hanno dunque spopolato i tutorial su come fare il “pane fatto in casa”, le “mascherine”, la "pizza", il "lievito di birra", l’"amuchina" e il "lievito madre".
In generale nei mesi della quarantena, a causa della chiusura dei negozi e delle attività per la cura della persona come parrucchieri ed estetisti, hanno letteralmente spopolato ricerche riguardanti tutorial per preparare tinte per capelli, lozioni per il corpo, pedicure, pulizia del viso. Ma non solo, gli amanti del bricolage hanno cercato molto spesso modi per costruire mobili come librerie, scarpiere e zanzariere ma anche oggetti di più difficile realizzazione come pollai, piscine e barbecue. Anche la passione del pollice verde ha preso il sopravvento con ricerche sui modi per costruire fioriere e serre domestiche.
Dopo la fine dell’emergenza più stringente, le ricerche degli utenti si sono invece concentrate su come fare il "tampone" per il Covid-19 e su come attivare lo "Spid", (l’identità digitale divenuta ormai necessaria per accedere ai servizi nazionali online di pubblica utilità). Infine, diverse ricerche hanno riguardato anche le modalità per inoltrare "la richiesta del reddito di emergenza" e, in ambito culinario, la ricetta per preparare gli "gnocchi".

I significati più ricercati su Google nel 2020


Cosa significa un determinato termine? È una domanda che l’uomo non smetterà mai di porsi e non stupisce se nel 2020 Google ha riscontrato una maggiore richiesta di significati di parole connesse alla pandemia e al momento storico e sociale che essa ha determinato: che cos’è il “Mes” e chi sono i “congiunti”? E ancora, ampiamente ricercati anche la formula pontificia “Urbi et orbi”, i "bonsai", e, connessi con l’emergenza sanitaria, anche lo “smart working” e il “lockdown”.

Giulia Onofri
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere l'ospite della prossima live? Continua a seguirci!

11 marzo 2021 ore 16:00

Segui la diretta