Maturità 2021, tornerà il maxi orale o ci saranno le prove scritte?

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
Pirandello: possibile autore della prima prova di Maturità 2021?

L’anno scolastico 2020/2021 è ormai iniziato quasi da un mese in tutta Italia, e con il suo avvio si sono riaperte finalmente le porte di tutte le scuole italiane, rimaste chiuse per mesi. L’unico momento in cui gli istituti hanno potuto aprire, prima di settembre 2020, è stato in occasione degli esami di Maturità 2020, che si sono tenuti in presenza, anche se in modalità del tutto inedita rispetto agli anni passati.
Ora, la domanda che sorge spontanea è: come saranno gli esami di Stato 2021?

Leggi anche:

Esame di Maturità 2021: scritto o orale?

L’esame di Maturità 2020 ha subito un importante cambiamento rispetto ai suoi predecessori, ovvero l’abolizione completa delle due prove scritte, a causa dell’epidemia di Covid-19. Sparite quindi la prova di italiano e lo scritto di indirizzo, per i maturandi 2020 è rimasta solo un'unica prova: il colloquio. L’esame orale, ribattezzato "maxi orale", ha visto introdotta per la prima volta una nuova formula che, in circa un'ora, ha condensato al suo interno le parti principali delle tre prove dell'esame di Stato (i due scritti e l’orale, appunto). Il percorso d’esame dello scorso anno quindi prevedeva che venissero trattati in un’ora i seguenti 5 punti: Esposizione di un elaborato scritto sulle materie di indirizzo, Analisi del testo, Percorso interdisciplinare, Illustrazione del percorso di PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) e Domande di Cittadinanza e Costituzione. E quest’anno?


Ci saranno le prove scritte all’esame di Maturità 2020?

Ovviamente a causa della pandemia che ancora non è cessata in Italia e nel mondo, ma che anzi si sta preparando a una seconda ondata, ogni previsione in merito è prematura. Tuttavia il Ministero dell’Istruzione era solito annunciare le date degli scritti di maturità all’inizio dell’anno scolastico, quindi il fatto che ancora non sia arrivata alcuna comunicazione del MI potrebbe essere già un segnale. Purtroppo però anche questo ritardo non può essere inteso come una prova vera e propria dell’abolizione delle prove scritte anche per la Maturità 2021, dunque non resta che aspettare comunicazioni ufficiali dal Ministero dell’Istruzione per capire quale sarà la sorte dei maturandi 2021.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

29 ottobre 2020 ore 16:15

Segui la diretta