Maturità 2019 senza Invalsi e alternanza scuola lavoro: cosa è stato deciso

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino

Il Miur ha reso noto, nei giorni scorsi, che la maturità 2019 avrà inizio il 19 giugno con la prima prova scritta, quella di italiano. La seconda si svolgerà, a meno di clamorose sorprese (l'ufficialità non è arrivata) il giorno dopo, il 20 giugno. Questa avrebbe dovuto essere la maturità in cui sarebbe stata attuata la riforma della Buona Scuola, ma il decreto Milleproroghe ha bloccato

Tutte le date e calendario della Maturità 2019 del MIUR >>

Maturità 2019, la riforma della Buona Scuola e i cambiamenti del ministro Bussetti

La riforma La Buona Scuola voluta dal precedente governo ha previsto delle modifiche rispetto alla "vecchia maturità", in vigore fino al 2018. Per valorizzare al meglio il curriculum dei ragazzi nel corso del quinquennio di studi, il credito scolastico conseguibile negli ultimi tre anno passa da 25 a 40 punti, massimo 12 punti per il terzo anno; massimo 13 punti per il quarto anno; massimo 15 per il quinto anno. L’esame, in sé, si articolerà in due prove scritte (prima e seconda prova) e una orale. Abolita, pertanto, la terza prova scritta. Il voto finale resta in centesimi e deriva dalla somma di credito scolastico (max 40 punti); punteggio prima prova (max 20 punti); punteggio seconda prova (max 20 punti); punteggio colloquio (max 20 punti).
La riforma prevedeva anche l'introduzione dell'Invalsi in quinto superiore, requisito di ammissione ma al di fuori dall'esame, e alternanza scuola lavoro, centrale per l'esame orale e requisito di ammissione. Tuttavia, più volte il ministro Bussetti si è detto deciso a ridurre il ruolo dell'alternanza scuola lavoro e intenzionato anche a rivedere la struttura del test Invalsi. Non sarà, comunque, l'unico aspetto nel mirino del Miur: in una recente intervista apparsa su Quotidiano.net, ha annunciato che "Ulteriori modifiche all’esame arriveranno più avanti, dopo un’analisi dettagliata dello stato dell’arte"

Cosa prevede ad oggi la riforma della maturità 2019 e cosa cambierà >>

Milleproroghe: Maturità 2019 senza alternanza scuola/lavoro e prove Invalsi

Dalle parole ai fatti. All'interno del decreto milleproroghe approvato dal Parlamento, è stato depositato un emendamento che sospende l'alternanza scuola/lavoro come requisito d'ammissione alla maturità di quest'anno. Dunque le ore passate in azienda non saranno considerate per l'esame di Stato del 2019, ma lo saranno per quello del 2020. Tuttavia, Bussetti non vuole fermarsi qui, e ha annunciato: "Quest’anno ridurremo la centralità dell’alternanza scuola-lavoro nell’orale dell’esame di Stato."

Un altro emendamento del Milleproroghe, prevede anche delle novità per le prove Invalsi, che nel 2018/2109 debutteranno in quinta superiore e che avrebbero dovuto già da quest'anno essere obbligatorie per l' ammissione alla maturità (non influisce il voto, ma la sola partecipazione). Anche i temuti test in italiano, matematica e inglese, infatti, non saranno requisito d’accesso all’esame di Stato da subito, ma a partire dal 2020: nonostante questo, saranno svolti in quinta superiore tra il 4 e il 30 marzo 2018, pur essendo - come detto - completamente scollegati dall'esame. Anche sulla struttura delle prove Invalsi potrebbero esserci dei cambiamenti, come annunciato dallo stesso ministro.

Modifiche all'alternanza scuola lavoro in legge di bilancio?

Non c'è pace per l'alternanza scuola lavoro. Come dichiarato da Bussetti nella già citata intervista, "Della legge 107 del 2015 va tenuto ciò che funziona. Ciò che non va o va migliorato verrà corretto di volta in volta. È il caso dell’Alternanza Scuola Lavoro, utilissima per gli studenti ma attuata male. Diminuiremo sensibilmente il numero delle ore per puntare maggiormente sulla qualità. Daremo alle scuole linee guida adeguate". Voci di corridoio dicono che in legge di bilancio (generalmente discussa a novembre) sarà inserita proprio una riduzione delle ore di alternanza scuola lavoro. E' possibile, quindi, che entro la fine del 2018 sarà deciso se l'alternanza cambierà totalmente aspetto e quale sarà l'anno scolastico interessato.
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta