Materie maturità 2019 Liceo Linguistico Miur: seconda prova e commissari

manliogrossi
Di manliogrossi

Materie maturità 2019 Liceo Linguistico Miur: seconda prova e commissari

Mancano ancora sette mesi circa all’inizio della Maturità 2019 ma mai come quest’anno l’ansia legata all’esame è davvero tanta. Gli sconvolgimenti legati all’esame di Stato annunciati dal Miur fanno certamente la sua parte ma non sono i soli a creare nervosismo negli studenti. Come ogni anno infatti, c’è l’incognita legata alla materia della seconda prova. Ma quale sceglierà il Miur? Tra chi se lo sta chiedendo ci sono certamente gli studenti che frequentano il liceo linguistico. Per loro si tratterà di affrontare sì una prova di lingua, ma quale? A differenza degli altri indirizzi, loro infatti, ne studiano fino a tre di lingue durante il quinquennio!

Le materie maturità della seconda prova al liceo linguistico

Quale lingua verrà scelta dal Miur per la seconda prova di Maturità 2019? Questa è la domanda che tutti gli studenti dei licei linguistici italiani si stanno ponendo in questo momento. La risposta, però, non sarà certo immediata: come ogni anno, infatti, la materia di seconda prova per tutti gli indirizzi scolastici verrà comunicato a fine gennaio, assieme alla definizione della tanto temuta commissione. Nello stesso giorno, negli scorsi anni la comunicazione da parte del Ministero dell’Istruzione è avvenuta intorno al 30 o 31 gennaio, oltre alla materia di seconda prova vengono indicate anche le discipline assegnate ai commissari interni e quelle che invece verranno rappresentate da quelli esterni. Per i nomi di questi ultimi poi, bisognerà avere ancora un altro po’ di pazienza perché verranno resi noti solo tra fine maggio e i primi giorni di giugno.

Liceo linguistico e seconda prova multidisciplinare

A complicare le cose quest’anno, l’ipotesi non ancora ben chiarita inerente la multidisciplinarietà della seconda prova. In base alle informazioni circolate al momento, unite alle supposizioni fatte dai più, è possibile infatti che la seconda prova abbracci più discipline. Nel caso del liceo linguistico, quindi, si potrebbe trattare di una prova che comprenda non una, bensì più lingue. Non pare quindi da escludere a priori la possibilità che i maturandi del linguistico possano trovarsi a dover tradurre e comprendere un testo scritto in più lingue. Fantascienza? A quanto pare no, anzi potrebbe rivelarsi realtà! Per scoprirlo bisognerà attendere il prossimo 20 giugno, giorno in cui si svolgerà la seconda prova di Maturità 2019!

Le materie maturità linguistico scelte del Miur degli scorsi anni

Gli scorsi anni, nello specifico dal 2015 al 2018, la scelta del Ministero dell’Istruzione è ricaduta sulla Lingua straniera 1, ovvero quella che viene maggiormente approfondita durante i cinque anni. Si tratta in sostanza della lingua a cui vengono dedicate più ore di insegnamento. Differente è invece la Lingua 2 che è appunto quella a cui viene dedicato un minore monte ore, stessa logica per la Lingua 3. I maturandi si aspettano quindi che anche quest’anno il Ministero scelga la Lingua 1 ma non è detto che sia così. E’ bene ricordare infatti che non ci sono regole scritte a riguardo, ma solo delle consuetudini che comunque sono dettata da libere scelte da parte del Ministero dell’Istruzione. Se sei quindi uno studente del liceo linguistico non ti conviene accantonare lo studio delle lingue secondarie e concentrarti solo sulla Lingua 1, quella che fino allo scorso anno è stata una consuetudine potrebbe non ripetersi. A maggior ragione poi, se si considera l’eventualità di una seconda prova multidisciplinare!


Le materie maturità esterne del liceo linguistico

Oltre all’incognita della materia di seconda prova, lo stesso giorno (che come anticipato sarà intorno alla fine di gennaio) i maturandi del liceo linguistico consoceranno anche quali materie saranno affidate ai commissari interni e quali invece ai tanto temuti commissari esterni. Svolgere la seconda prova di Maturità 2019 in una materia affidata ad un docente che ti ha seguito durante il tuo percorso di studi può essere una piccola o grande sicurezza da non trascurare. Viceversa, se la materia della seconda prova di Maturità è affidata ad un commissario esterno, le cose potrebbero farsi un po’ complicate! Sostenere una prova così importante, da quest’anno ricordiamo saranno solo due le prove scritte previste dall’esame di Stato, e sapere che verrà valutata da un docente che non conosce bene il tuo percorso non farebbe star tranquillo nessuno. Bisogna quindi sperare che il Ministero dell’Istruzione quest’anno, come già accaduto in passato, sia clemente e affidi la materia di seconda prova ad uno dei commissari interni. In caso contrario, non resta che impegnarsi e sperare che vada tutto bene: ricorda non sarai certo tu il primo maturando a trovarti in una situazione del genere. Lo scorso anno, infatti, gli studenti si ritrovarono ad affrontare la seconda prova, di greco, affidata ad un commissario esterno. Quindi niente panico e continua a studiare! Per scoprire quale sarà il tuo destino devi ancora attendere due mesi e mezzo circa, quando il Miur comunicherà materie e commissari della Maturità 2019, inutile quindi pensarci troppo già da ora!

Come affrontare la seconda prova liceo linguistico

Al di là di quale sarà la materia scelta dal Ministero dell’Istruzione per la seconda prova di Maturità 2019 al Liceo linguistico, è bene prepararsi al meglio in tutte le lingue affrontate durante il percorso di studi. La prima cosa da fare quindi è cercare di colmare le lacune accumulate fino ad ora: il giorno dell’esame non potrai infatti permetterti assolutamente di avere grossi dubbi su cose che avresti potuto chiarire, attraverso lo studio, durante i 5 anni. Quindi cerca di individuare le tue carenze, prova a capire da dove provengono e trova una soluzione. Magari hai solo bisogno di studiare un po’ di più quel preciso argomento o hai bisogno di un piccolo supporto da parte di un tuo compagno più preparato. Se invece ti rendi conto che hai bisogno di un aiuto più consistente, allora non esitare a chiedere al tuo insegnante dei chiarimenti o di rispiegarti di nuovo l’argomento. Meglio farsi coraggio in questo senso, che continuare ad ignorare le tue carenze e ritrovarti il giorno dell’esame a dover rischiare di andar male nella seconda prova. Oltre a sanare le tue lacune, cerca di impegnarti nello studio di tutte le lingue, senza tralasciarne nessuna: al di là di quella che verrà indicata dal Ministero dell’Istruzione per la seconda prova il prossimo gennaio, ricordati che dovrai sostenere l’esame orale in cui dovrai dimostrarti preparato in tutte le materie!
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

L'ospite di lunedì è davvero molto importante! Curioso di sapere di chi si tratta? Domani lo sveleremo, quindi non ti resta che rimanere aggiornato!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta