Durata e struttura del maxi orale maturità 2020

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
struttura e durata maxi orale maturità 2020

Una settimana è il lasso di tempo che ci separa ormai dalla data di inizio degli esami di Maturità 2020, fissati per il 17 giugno 2020, a partire dalle ore 8.30. In quella data avranno infatti inizio i colloqui di Maturità che saranno l’unica prova da affrontare per i maturandi 2020. Infatti quest’anno, a causa del covid-19 le due prove scritte sono state cancellate in favore di un maxi orale di maturità che che peserà sul voto finale il 40% del totale.
L’esame dunque è stato notevolmente ridotto rispetto a tutti quelli che l’hanno preceduto, ma non per questo incute meno paura e ansia nei maturandi. Scopriamo meglio quindi come sarà strutturato il fatidico maxi orale 2020.



La struttura del maxi orale di Maturità 2020


L’unica prova superstite della Maturità 2020 dovrà contenere al suo interno quindi abbastanza elementi per permettere ai commissari di giudicare al meglio i diversi candidati. Per questo il Ministero dell’istruzione ha annunciato che il colloquio sarà diviso in cinque momenti distinti e prestabiliti che andranno a comporre l’esame di Stato 2020. Le cinque fasi dovranno in parte cercare di compensare la mancanza delle prove scritte, quindi scopriamo come il MI ha pensato di scandire l’esame di Maturità 2020:

  • Si partirà con la discussione di un elaborato concernente le discipline di indirizzo individuate come oggetto della seconda prova scritta. La tipologia dell’elaborato è coerente con le predette discipline di indirizzo. L’argomento è assegnato a ciascun candidato su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo medesime entro il 1° di giugno. Gli stessi possono scegliere se assegnare a ciascun candidato un argomento diverso, o assegnare a tutti o a gruppi di candidati uno stesso argomento che si presti a uno svolgimento fortemente personalizzato. L’elaborato è trasmesso dal candidato ai docenti delle discipline di indirizzo per posta elettronica entro il 13 giugno.

  • Si passerà poi alla discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il quinto anno e ricompreso nel documento del consiglio di classe.

  • Successivamente avverrà l’analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla commissione in sede di riunione plenaria della commissione.

  • Seguirà l’esposizione da parte del candidato, mediante una breve relazione ovvero un elaborato multimediale, dell’esperienza di PCTO (l'ex alternanza scuola-lavoro) svolta nel corso del percorso di studi;

  • Si concluderà con l’accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”.





La durata dell’esame di Stato 2020


Quindi l’esame di Maturità 2020 sarà articolato in queste cinque fasi ben distinte: ma quanto potrà durare l’esame nel suo complesso? Sempre nell’ordinanza di Maturità pubblicata alla fine di maggio 2020, è compito della commissione curare l’equilibrata articolazione e durata delle fasi del colloquio, e si prevede una durata complessiva indicativa di 60 minuti per ciascun candidato. Ciò vuol dire, che approssimativamente, ogni momento del colloquio potrà avere una durata compresa tra i 10 e i 15 minuti, in modo da dare spazio a ognuna delle cinque fasi pensate dal Ministero dell’Istruzione.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta