Uscita commissari esterni maturità 2019: tutto quello che devi sapere

commissari esterni

La maturità 2019 presenterà molte novità, ormai è noto a tutti. Cresce l'attesa, in particolare, per conoscere chi saranno i commissari esterni. Si tratta di un'informazione molto utile per capire su cosa prepararsi con particolare attenzione e quali potrebbero essere gli argomenti più papabili. Conoscerli è fondamentale: per capire chi sono, che voti mettono di solito, tutto è importante per preparare al meglio la maturità.


Quando saranno resi noti i commissari della Maturità 2019?

I nomi dei commissari saranno pubblicati il 3 giugno sul sito del Miur, e dal 31 maggio sono nelle segreterie scolastiche. Non è inusuale che il Miur faccia uscire le liste dei nomi dei componenti delle Commissioni d'esame tra la fine di maggio e l'inizio di giugno.

Maturità 2019: dove trovare le Commissioni d'esame 2019

Nel portale realizzato dal Miur, dedicato alla maturità 2019, troverete una sezione apposita chiamata “Cerca la Commissione” dove digitare semplicemente il nome del vostro istituto nella casella delle ricerche per visionare tutto.
Attenzione però: tra la pubblicazione dei nomi e l’effettiva assegnazione, i professori hanno la facoltà di rinunciare all’incarico assegnato. Per questo motivo consigliamo di monitorare la composizione della commissione per eventuali cambiamenti.
Se i commissari esterni non possono assumere l’incarico devono comunicarlo immediatamente al proprio dirigente scolastico, che verifica le motivazioni per l’impedimento e poi le comunica al Direttore generale o al dirigente preposto all’Ufficio Scolastico Regionale: a loro tocca sostituire il professore incaricato. Negli scorsi anni furono molti i commissari a rinunciare perché scoraggiati dall’impegno di responsabilità a fronte del rimborso spese non molto elevato (sotto i mille euro).

Come vengono scelti i commissari esterni esame di Stato 2019?

Le commissioni di maturità 2019 saranno formate da sette docenti: tre membri interni e tre esterni, più il Presidente di Commissione, esterno anch'esso. Sia i commissari esterni che il presidente sono nominati dal Dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale. I commissari interni sono invece designati dai competenti Consigli di Classe.
Ricordiamo inoltre che i membri delle commissioni, interni ed esterni, possono interrogare in tutte le discipline per le quali hanno titolo di insegnamento (abilitazione).
I commissari esterni possono essere scelti sulla base di alcuni parametri, vediamoli insieme:
  • Docenti a tempo indeterminato provenienti da istituti statali superiori che insegnano nelle classi terminali e non terminali;
  • Docenti a tempo indeterminato fino al termine dell'attività didattica provenienti da istituti statali superiori che insegnano nelle classi terminali e non terminali;
  • Docenti a tempo indeterminato fino al termine dell'anno scolastico provenienti da istituti statali superiori che insegnano nelle classi terminali e non terminali;
  • Docenti provenienti da istituti statali superiori collocati a riposo da non più di tre anni scolastici, nel caso in cui, dopo aver effettuato tutte le nomine vagliando i punti precedenti, restino ancora delle nomine da effettuare.

  • Chi NON può essere scelto come Commissario esterno alla Maturità 2019?

    Ora vediamo invece chi NON può essere scelto come Commissario esterno e perché:
  • I Presidenti e i Commissari esterni non possono essere nominati nelle commissioni d’esame operanti nella scuola di servizio; nelle scuole del distretto scolastico della sede di servizio; nelle scuole ove abbiano già espletato per due volte consecutive, nei due anni precedenti, l’incarico di Presidente o di Commissario esterno; nelle scuole nelle quali abbiano prestato servizio nei due anni precedenti;
  • Non può essere nominato Presidente o Commissario esterno nelle commissioni di esame inoltre il personale destinatario di sanzioni disciplinari superiori alla censura; chi è indagato o imputato per reati particolarmente gravi; chi si sia reso autore nel corso di precedenti esami di comportamenti scorretti, oggetto di contestazione in sede disciplinare; chi opera nelle scuole dalle quali siano stati trasferiti per incompatibilità ambientale e infine il personale utilizzato quale Presidente di commissione di esame di Stato del primo ciclo di istruzione.

  • E infine ricordiamo inoltre che i docenti che non abbiano avuto l’obbligo (o che non si siano avvalsi della facoltà) di presentare domanda, possono mettersi a disposizione per la sostituzione di commissari che, dopo la nomina, saranno rinunciatari o assenti.
    Skuola | TV
    Non perdere la prossima puntata!

    Vuoi conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai.

    20 gennaio 2020 ore 15:30

    Segui la diretta